Italiano
Gamereactor
preview
Persona 5 Strikers

Persona 5 Strikers - Le ultime impressioni

Diamo un ultimo sguardo alla nuova avventura per PS4, PC e Nintendo Switch.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Persona 5 Strikers è il nuovo discendente del sorprendente JRPG di Atlus e, sebbene non faccia riferimento agli eventi raccontati in Persona 5 Royal, è comunque un'altra straordinaria opportunità per riunire ancora una volta la vecchia banda. La storia del gioco inizia sei mesi dopo la fine del gioco principale e il gruppo si rincontra per godersi le vacanze estive insieme. Mentre decidiamo cosa fare, ci imbattiamo in un altro caso di improvvisi cambiamenti di personalità, segnalati in tutto il Giappone. Dal momento che sembrano avere molti punti di contatto con i casi accaduti l'anno precedente, è matematico pensare che ci sia lo zampino dei Phantom Thieves. Gli amici decidono di indagare su cosa sta accadendo, ma per riuscire a ripulire il loro buon nome, questa volta hanno bisogno del supporto della polizia.

Mentre apprendiamo qualcosa di più sul nostro prossimo obiettivo, il gioco ci illustra tutti i punti di contatto importanti. Da un punto di vista narrativo, il titolo segue molto da vicino il percorso già conosciuto dal gioco principale. Il primo dei sei casi si concentra su una giovane donna con desideri disturbati di cui dobbiamo essere responsabili. Poiché Strikers non vuole correre rischi e offre ai fan più o meno la stessa cosa vista nel gioco precedente, ho la sensazione che si tratti di un sequel diretto della storia vista in Persona 5.

Persona 5 StrikersPersona 5 StrikersPersona 5 Strikers

L'esperienza di Koei Tecmo si evince principalmente dal suo gameplay caratteristico, visto che gli sviluppatori - noti per la loro esperienza nei musou - hanno dimostrato più volte in passato di poter dare vita a fantasie di potere nei giochi action in modo splendido. In Persona, tuttavia, interpretiamo ladri, non guerrieri, e questo lascia molti segni nella loro formula consolidata. Ad esempio, il gioco ci dice che sarebbe meglio attaccare Shadows alle spalle e usare pratiche sporche per avere il sopravvento della situazione.

Nelle battaglie più importanti, anche i Phantom Thieves sono molto potenti, ma ciò non dipende necessariamente dai loro rispettivi poteri Persona (cioè a causa della manifestazione della loro volontà incrollabile e ribelle). Piuttosto, l'attenzione risiede nelle abilità fisiche individuali di ciascun membro, che, sebbene cozzi un po' con il tema centrale di Persona 5, si adatta molto meglio al gameplay più votato all'azione di questo capitolo. In ogni caso, le mie impressioni rispetto all'ultima anteprima che ho seguito sono rimaste invariate, dal momento che i combattimenti sono molto più tattici di quanto i fan del genere musou potrebbero aspettarsi.

La difficoltà in Persona 5 Strikers non consiste nel mantenere il proprio ritmo in combattimento o nel completare combo tra armi e abilità Persona, ma è più importante lanciare la giusta magia elementale per spezzare la posizione dei nemici difficili. Questo particolare elemento da gioco di ruolo supporta la base del gameplay in modo molto simile alle rune Sheikah viste in Hyrule Warriors: L'era della calamità a questo proposito. Tuttavia, l'uso delle abilità è legato ai costi di mana e questo cambia molto l'esperienza dal momento che dobbiamo monitorare il nostro budget e fare scorta di materiali di consumo.

Persona 5 StrikersPersona 5 StrikersPersona 5 Strikers

Persona 5 Strikers è comunque un gioco piuttosto confuso ed è per questo che dobbiamo stare molto attenti a ciò che ci circonda. Non essere colpiti dall'esterno del nostro campo visivo è la priorità assoluta nelle battaglie, ma sfortunatamente, è anche vero che gli attacchi caricati e AOE possono essere facilmente trascurati nella foga del momento. C'è un pulsante dedicato per schivare la maggior parte di ciò che ti viene lanciato, ma richiede un tempismo molto preciso poiché non puoi interrompere i tuoi attacchi, purtroppo. Sfortunatamente, anche mirare ad attacchi e incantesimi a distanza non sembra particolarmente preciso, nonostante la messa a fuoco della telecamera e le funzioni ralenty.

Sebbene Koei Tecmo abbia avuto accesso agli asset ufficiali del team Persona di Atlus, non sono molto convinto dell'aspetto del gioco. Persona 5 Strikers è troppo disordinato e non parlo del menu principale, che a quanto pare è caduto in un barattolo di vernice. Le cut-scene potrebbero essere facilmente scambiate per quelle dell'originale, ma sulle console il titolo appare semplicemente obsoleto. Funziona molto bene sulla nuova PS5 (anche con un numero elevato di avversari, tra l'altro), ma non è ad alta risoluzione, viene accompagnato da molte animazioni rigide, tempi di caricamento frequenti e l'impatto dei nostri attacchi lascia molto a desiderare.

Finora, Persona 5 Strikers mi ricorda più un gioco per PS3 molto dettagliato che un gioco che ha debuttato nel 2020 (il gioco è stato lanciato per la prima volta l'anno scorso in Giappone). La colonna sonora, tuttavia, risulta decisamente migliore. Le influenze Solid Rock e Metal funzionano molto bene nei combattimenti, così come le parti più Jazz e Lounge nelle parti di esplorazione/avventura.

Persona 5 StrikersPersona 5 StrikersPersona 5 Strikers

Secondo Atlus, l'obiettivo della produzione di Persona 5 Strikers era che diventasse un gioco che tutti i fan avrebbero potuto apprezzare, indipendentemente dalla loro conoscenza della serie Persona. Tra rendere il gioco accessibile ai nuovi giocatori e dare ai veterani ciò che amano, non credo che abbiano ancora trovato il giusto equilibrio. In quanto grande fan della serie, mi sarebbe piaciuto saperne di più su quello che è successo ai miei amici negli ultimi mesi. Tuttavia, queste conversazioni avvengono senza di me, durante schermate oscurate. Nel frattempo, i nuovi arrivati devono essere coinvolti da questo gruppo e allo stesso tempo devono seguire tutti gli argomenti complicati e le spiegazioni del gioco, il che non è un compito facile. Il fatto che le nuove notifiche dei tutorial interrompano il gioco ogni cinque minuti nelle prime ore non aiuta il ritmo del gioco.

Se conosci già i Phantom Thieves, molto probabilmente ti godrai questo viaggio per le vacanze estive, nonostante questo prodotto non sia stato sviluppato internamente. Finora mi sto godendo la storia, ma al momento non vedo molti argomenti che potrebbero attrarre altri giocatori, se non quelli il cui cuore è già stato conquistato dai Phantom Thieves. Se sei nuovo alla serie, magari ti conviene iniziare dal gioco principale. Tuttavia, dovremo aspettare fino al 23 febbraio per mettere alla prova il gioco completo su Nintendo Switch, PlayStation 4 e PC.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.