Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
preview
Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza

Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza

Perché la nostra fame di Star Wars (e dei giochi Lego) è dura a morire.

Kylo Ren e Darth Vader nella stessa stanza insieme a noi? Potevamo sentire i nostri cuori da fanboy esplodere letteralmente. Come se ciò non bastasse, eravamo impegnati a giocare al nuovo Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza e abbiamo parlato con Tim Wileman (Producer) e Graham Goring (Sceneggiatore). Dobbiamo. Tenere. Basse. Le. Nostre. Aspettative.

Tutto è iniziato con una presentazione di circa 30 minuti in cui Goring ha giocato i due livelli che abbiamo provato anche noi successivamente. "Con così tanti fan di Star Wars in studio, non abbiamo avuto problemi nel rimpolpare il gioco con piccoli dettagli e Easter Egg", ci ha detto mentre ci mostrava i più piccoli dettagli applicati al Luggabeast e i nemici che stavano prendendo il sole in una zona remota, in attesa di un respawn. Non c'è dubbio che Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza abbia un aspetto fantastico e ci sono così tanti dettagli che non siamo riusciti neanche a coglierli tutti. Da fan di Star Wars, non abbiamo potuto non ridere fragorosamente guardando alcune fantastiche reinterpretazioneidi alcune sequenze del film, che TT Games ha ricreato con il suo tocco magico, come spesso accade. Sebbene abbiamo a nostra disposizione ben 200 personaggi giocabili e 40 creature, è molto probabile che giocheremo solo con i nostri preferiti. Se un personaggio ha fatto la sua comparsa per 5 secondi o poco più in Il Risveglio della Forza, è molto probabile che lo troverete nel gioco. Ovviamente il gioco non dipende esclusivamente da immagini e fandom, che possiamo dire del gameplay?

Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza

I giochi Lego continuano a migliorare di iterazione in iterazione. Raramente si tratta di un cambiamento davvero significativo, ma è quel che basta da permettere ai fan più giovani di tenere sempre il passo. E Il Risveglio della Forza non fa eccezione. Il nucleo centrale dei combattimenti è sempre lo stesso. Basta tenere premuto il pulsante fino a quando non riduciamo i nemici in un mucchietto di mattoncini. Ma questa volta è stato aggiunto anche un meter speciale proprio accanto alla barra della vostra salute, e questa si continuerà a riempire mentre state combattendo. Potete scegliere di usarla anche prima che sia piena del tutto per sferrare un attacco extra potente che "rompe" un nemico. Ma se la si utilizza quando è al massimo, potete scatenare un attacco che annienterà tutti i nemici presenti all'interno di una vasta area. Questa piccola nuova meccanica sicuramente offre un po' di varietà rispetto alla solita e consueta formula.

I TT Games ci hanno anche parlato di battaglie con i Blaster. Ora potrete mettervi in copertura, il che rende più facile per TT Fusion implementare sequenze più cinematografiche. Durante alcune delle sequenze tratte dall'ultima parte del film, vedrete gli X-Wings schiantarsi, grandi esplosioni e così via, mentre noi giochiamo combattendo in copertura. A quanto pare non vedremo la stessa sequenza tutte le volte, dal momento che sia voi sia i nemici potete costruire torrette usando i mattoncini Lego sul campo di battaglia, utilizzare ganci Rampino per distruggere le coperture e tattiche altrettanto simili che possono modificare lo scenario.

Uno degli aggiornamenti più degni di nota è l'aspetto relativo al costruire. Quante volte riuscite a costruire un solo oggetto specifico Lego? Neanche una volta, e questa volta i TT Fusion hanno deciso di fare qualcosa in proposito e hanno inserito un sistema multi-build. Ora è possibile scegliere che tipo di oggetto costruire in determinate situazioni utilizzando le levette analogiche. Dopo averne scelto uno, con esso potete scegliere di distruggerlo e costruire altre opzioni, proprio come i Lego veri e propri. Nella nostra demo, i diversi oggetti che abbiamo trovato erano chiaramente destinati ad essere utilizzati in modalità e sequenze specifiche. Ad esempio, un oggetto può essere usato per trovare un segreto, un altro per la prima parte di un puzzle (nel nostro caso per aiutare BB8 ad alzarsi su una sporgenza) e la terza risolvere la seconda parte del puzzle (BB8 utilizza un "tapis roulant" per aprire una porta). Un bel modo per rendere i puzzle più difficili, anche per gli over 12.

Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza

TT Fusion si è presa un po' di libertà artistica quindi non impiegherete troppo tempo prima di imbattervi in BB8 e volare sul Millennium Falcon. I comandi di volo sono nettamente migliori questa volta. All'inizio abbiamo controllato il Falcon durante la sequenza di fuga su Jakku. Questa sezione era più arcade, con una possibilità di movimento un po' ridotta. Per rendere queste aree più lineari e ri-giocabili, lo studio ha incluso sfide diverse da completare. Durante questa sezione, verremo ricompensati con un mini Falcon se abbiamo distrutto quattro ponti sul nostro cammino. Non è così facile come sembra, dal momento che dovevamo evitare il mirino dei nemici.

I miglioramenti si sono dimostrati ancora più evidenti durante la seconda parte della sezione che abbiamo giocato, dove avevamo il compito di distruggere 15 caccia TIE. Anche qui il contatore speciale è una parte fondamentale, e massimizzandolo è possibile contrassegnare più nemici per effettuare un attacco devastante. Sfortunatamente non siamo riusciti a vederlo in azione dal momento che Goring ha sbagliato ben due volte. Probabilmente è più facile farlo in co-op in quanto uno di voi guida il Falcon, mentre l'altro si occupa delle armi.

Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza

Wileman e Goring hanno continuato a parlare di autenticità e di qualità visiva più alta, e si vede. Perché anche se sembra che il gameplay rimanga per lo più lo stesso, la somma offerta dalla quantità di dettagli e dal classico umorismo tipico di TT Games è di altissimo livello. Vedere la versione Lego del santuario dedicato a Darth Vader di Kylo Ren, le animazioni di BB8, le classiche gag di TT Games sullo sfondo e i segreti divertenti, ci ha lasciato con una sensazione davvero piacevole. Se siete un fan di Star Wars noterete anche che lo scroll prima di ogni missione è esattamente lo stesso tipico di ogni film (colore, dimensione e carattere), gli attori del film hanno registrato le battute supplementari delle nuove missioni (anche se quelle tratte dai vecchi film non ci sono sembrate perfette) e la colonna sonora di John Williams è davvero spettacolare. TT Fusion continua ad apportare miglioramenti minori, quindi se odiate i giochi Lego, questo probabilmente non vi farà cambiare idea. Ma se vi piacciono tanto e siete come noi fan di Star Wars, allora non perdetevi questa chicca.

(Altri particolari degni di nota emersi dalla nostra intervista, che presto vedrete qui):
• A Wileman piacerebbe lavorare su un nuovo Lego City Undercover e un gioco Ghostbusters: su City Undercover poiché amava lavorare con una città e dei personaggi che fanno tutto da soli, e per Ghostbusters perché ama il cinema.

• Lucasarts e Disney sono stati sorprendentemente cooperativi e aperti. Hanno tonnellate di concept e dettagli sulla storia del film, e non sono stati restrittivi sulle nuove storie, come invece temevano i ragazzi di TT Fusion.

• Non hanno potuto dirci se Luke Skywalker sarà un personaggio giocabile o meno. Ma "in teoria" potremmo finalmente sentire la sua voce e i suoi gemiti. .

Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza