Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
The Evil Within 2

The Evil Within 2 - Provato

Sebastian Castellanos si prepara a tornare nello STEM, alla ricerca di sua figlia creduta morta.

L'ultima volta che abbiamo visto il detective della Krimson City Police Sebastian Castellanos è stato quando era riuscito a sopravvivere dal quel regno dell'incubo, creato dal principale antagonista del gioco, Ruvik. Mentre il detective in difficoltà attraversava l'androne principale del Beacon Mental Hospital, nel sole di Krimson City, mai si sarebbe immaginato quale sarebbe stata la sua sorte nel suddetto regno STEM e che mai sarebbe tornato indietro. Se pensavate che l'incubo fosse finito lì, una volta che Castellanos è riuscito a scappare, vi sbagliavate di grosso.

The Evil Within 2 è ambientato, come potete immaginare, dopo gli eventi del primo gioco e inizia con un'offerta della Mobius. L'ex compagna e agente sotto copertura della Mobius, Juli Kidman, comunica a Castellanos che sua figlia Lily, creduta morta in un incendio domestico, è viva all'interno dello STEM. Gli dice che potrebbe salvare e portare via la sua amata figlia da quel mondo spaventoso, ma deve farci ritorno egli stesso per riuscirci, e l'offerta è chiaramente una di quelle che non si possono rifiutare.

The Evil Within 2

La demo di The Evil Within 2 che abbiamo potuto giocare alla Gamescom è iniziata con un enorme e terribile bang. Dopo avere avuto la possibilità di familiarizzare con i controlli del gioco e le meccaniche di gameplay di base, che non sono cambiate molto rispetto all'originale - se non che si sono rivelate più sensibili, rendendo i movimenti più fluidi - abbiamo incontrato il nostro primo grande nemico di tipo boss. Un bruto massiccio, ricreato con varie parti del corpo, che impugna due lame irrompe attraverso un muro e ci viene chiesto di iniziare a correre verso l'uscita più vicina. Guidiamo Castellanos lungo stretti corridoi e piccole aperture mentre sentiamo la lama di una sega elettrica avvicinarsi sempre più alle nostre spalle, finché finalmente non riusciamo a seminarlo. Prima di poter esplorare ulteriormente l'area, ci imbattiamo brevemente nel misterioso fotografo antagonista, Stefano Valentino, e ci trasportiamo nell'area principale dei giochi, la città di Union.

Da quanto scoperto finora, è evidente che Tango Gameworks abbia messo maggior attenzione nei confronti del mondo reale del gioco e nel design di quel mondo. Se da un lato l'originale The Evil Within fosse abbastanza lineare, la città di Union presente nel sequel è un'area suburbana semi-aperta con un gruppo di edifici e strade affollate da esplorare. Mentre si attraversa la città, la vostra impressione è quella di essere in una zona residenziale tranquilla, ma sfortunatamente i suoi abitanti sono purtroppo quasi esclusivamente morti o zombie e pronti per fare di voi uno spuntino. Alcuni operatori della Mobius sono lì ad accogliervi calorosamente a braccia aperte spianando il loro equipaggiamento, ma non c'è alcuna garanzia che si tratti di amici o se resteranno vivi abbastanza a lungo per terminare le loro frasi.

La demo ci ha comunque introdotto ad una persona reale spaventata a morte, ma utile, che ci ha permesso di rimanere in casa sua, nonostante avessimo fatto irruzione. All'inizio della nostra conversazione, questo uomo si fida abbastanza di noi da consegnarci un dispositivo radiofonico della Mobius, in cui sentiamo la voce di Lily per la prima volta. Ci viene dato il compito di seguire il segnale e di trovarla, ma la nostra missione principale non è l'unica cosa che percepiamo dalla nostra radio fantasma: ci sono registrazioni di altre persone (vive e morte), nonché il posizionamento di vari armi e oggetti. Questo mostra anche certi articoli che possono dimostrarsi estremamente utili. Una volta trovati alcuni pezzi di ricambio è possibile, naturalmente, fabbricare degli oggetti come nel gioco precedente - in piedi o in uno dei tanti banchi da lavoro. I banchi da lavoro sono collocati in varie posizioni e nella vostra nuova casa, quindi tornate spesso al rifugio.

The Evil Within 2

All'interno di questo nascondiglio, abbiamo un banco da lavoro per aggiornare e creare armi (non preoccupatevi, potete farlo anche in giro, ma tuttavia si utilizzeranno più risorse), una macchina per il caffè che guarisce completamente il nostro detective, ma richiede tempo per essere preparato per evitarne l'abuso (meglio non esagerare con la caffeina, sig. Castellanos), una stazione di salvataggio, un sacco di materiali da lavorare e uno specchio sospetto. Ancora una volta, come nel gioco originale, ritroviamo l'inquietante specchio accompagnato da musica classica, che anche qui vi porta in una sala d'aspetto di un'infermeria e sulla sua sedia di tortura, che vi permette di aggiornare le abilità. L'hub presente nello specchio, tuttavia, non è più ambientato in un ospedale psichico, ma in The Evil Within 2 possiamo entrare nell'ufficio di Castellanos al KPD. Qui potete, tra le altre cose, guardare negativi fotografici, una delle tipologie di collezionabili presenti nel gioco, e il gatto di Juli dal DLC Consequence - sospetto.

The Evil Within 2 ha tutta l'aria di essere una versione migliorata del gioco precedente, è veramente un sequel nella sua forma più pura. Il mondo semi-aperto appare incredibile e si adatta all'esperienza. Ci sono molti nemici diversi e c'è grande diversità anche in termini di design ambientale. L'idea di focalizzarsi pesantemente sulla componente esplorativa è un ulteriore vantaggio e farsi guidare dalla radio aiuta a mantenere gestibile l'esplorazione del gigantesco mondo aperto, in quanto indica cosa si può trovare in ogni direzione. A livello grafico il gioco è stupefacente, ad eccezione di alcune animazioni facciali un po' strane, in cui gli occhi sembrano statici e innaturali, e le espressioni della bocca sono sfocate; un piccolo difetto in un gioco comunque bello - almeno è bello nel suo essere un horror grottesco.

È chiaro che avremo maggiori informazioni sui diversi aspetti della storia del gioco originale mentre giocheremo il sequel, una marea di aneddoti sulla famiglia Castellanos, la sua vita dopo l'incidente a Beacon, ci sono Juli e la Mobius, e sarà interessante saperne di più su tutti questi personaggi e organizzazioni il prossimo 13 ottobre.