Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
NBA 2K18

NBA 2K18 - Provato

Il nostro ultimo hands-on prima del lancio, in cui abbiamo scoperto la nuova modalità "Vita di Quartiere".

NBA 2K18 è prossimo di pubblicazione e, come nella maggior parte dei giochi sportivi, rappresenta un importante cambiamento non solo in termini di grafica, ma anche per ciò che riguarda il miglioramento di alcuni elementi presenti nelle versioni precedenti, oltre all'aggiunta di nuovi contenuti, il tutto con l'unico e solo obiettivo di rendere l'esperienza più immersiva che mai. Di recente, siamo stati a Londra per un ultimo hands-on con il gioco prima della sua imminente release.

Una grande novità che troveremo nell'iterazione di quest'anno è l'aggiunta della modalità "Vita di Quartiere", uno spazio social in cui è possibile prendere il vostro giocatore e farlo partecipare a diverse attività, tra cui: allenamenti per renderlo più forte, più veloce, migliore, più potente; mini-partite di basket con gli amici; ottenere un nuovo paio di scarpe da ginnastica sia dentro sia fuori dal campo; o anche solo per personalizzare e accessoriare il vostro appartamento. Questo spazio sociale è destinato a colmare il divario tra il gioco stesso e la socializzazione, che era un'attività separata, ma che ora riunisce la community in modo virtuale.

Un altro aspetto che ci è stato sottolineato da Visual Concepts è stato che la grafica è stata migliorata, come prevedibile da una nuova iterazione di un gioco sportivo e questo è immediatamente evidente. L'illuminazione è uno degli aspetti fondamentali in tal senso, in quanto il modo in cui la luce reagisce alla pelle e agli occhi aggiunge un livello di dettaglio e di immersione davvero sorprendente, a quello che era già un franchise per nulla sciatto. Ciò che contribuisce ulteriormente a questo settore è il livello di dettaglio, che è stato anche aumentato in modo esponenziale, aggiungendo elementi come smagliature, cicatrici, tessuti dell'abbigliamento e altro ancora, tutto funziona perfettamente in modo sinergico offrendo un effetto totale particolarmente raffinato. Lo studio ha anche lavorato sodo per eseguire la scansione di tutte le maglie per ottenere i colori giusti.

Anche sui giocatori è stato fatto un buon lavoro, in quanto le proporzioni sono state rifinite sulla base dei feedback degli anni precedenti, ci ha detto il produttore Rob Jones. Ciò significa che tutte le teste sono della giusta dimensione e forma, e un esempio specifico di questo cambiamento positivo è il caso di Kevin Durant, che appariva incredibilmente magro con la sua altezza l'anno scorso, ma quest'anno sembra più simile alla sua controparte reale. Oltre a questo, le maglie sono state notevolmente migliorate in quanto aderiscono al corpo in modo più convincente adesso.

NBA 2K18NBA 2K18

Il gameplay è l'aspetto più importante in ogni gioco, e anche qui sono stati notevoli miglioramenti, soprattutto per quanto riguarda la responsività. Jones ha voluto mettere in chiaro che i giocatori ora si muovono più velocemente nella direzione in cui si muove lo stick analogico, il che significa che non ci troveremo di fronte a situazioni in cui i giocatori si girano invece di passare dove vorremmo che facciano. Ciò consente di adattarsi più rapidamente a ciò che la squadra avversaria sta facendo, qualcosa di incredibilmente importante in difesa.

L'IA è anche più flessibile come squadra, in quanto è capace di reagire più rapidamente a quello che state facendo. Il fatto che si adattano costantemente alla situazione in cui si trovano coinvolti rendono l'intera esperienza piuttosto immersiva, oltre ad aumentare il livello di difficoltà, specialmente se state giocando con impostazioni più difficile.

Una cosa che diremo per quando riguarda l'IA è che a volte resta ancora un po' poco convincente su come reagiscono in quanto individui. Ad esempio, abbiamo giocato con uno stile abbastanza aggressivo mentre eravamo in campo, ma l'AI non ha cambiato atteggiamento, ma anzi si comportava in modo scostante mentre eravamo tutti in piena attività.

Durante la nostra prova a Londra abbiamo anche provato il gioco su Switch, una versione uguale alle altre ma con un downgrade grafico. Questo aspetto è evidente e i giocatori non sono altrettanto dettagliati o rifiniti come la versione PS4, ma il gioco stesso appariva comunque lo stesso nel modo in cui si lasciava giocare, che è la parte più importante, soprattutto se si considera che le stesse caratteristiche come i pre-match show rendono la transizione un po' scattosa.

Tutto sommato, NBA 2K18 sembra un grande passo avanti rispetto al suo predecessore in termini di grafica e con Vita di Quartiere che aggiunge una modalità completamente nuova e social per provare le diverse filiere del gioco, siamo convinti che i giocatori ne saranno davvero entusiasti, anche dal suo debutto su Switch.

NBA 2K18NBA 2K18NBA 2K18