Gamereactor follow Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國 / Indonesia / Polski
Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
The Banner Saga 3

The Banner Saga 3 - Impressioni finali

È la fine del mondo come lo conosciamo.

Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

The Banner Saga è una serie che è sempre riuscita a ricreare quella tipica atmosfera scandinava. La neve copre le punte degli alberi e le persone si lamentano della mancanza di sole (e poi si lamentano se è troppo soleggiato). Sì, è difficile non sentirsi a casa in questo mondo. Questa sensazione viene mantenuta anche in questa terza iterazione - anche se stavolta Stoic ha fatto un passo avanti. L'atmosfera è ancora più cupa, il mondo un po' più in rovina, ed è impossibile non sentire che la fine è vicina. E questa sensazione si adatta bene al tutto, dal momento che questa sarà anche la fine della trilogia di The Banner Saga.

I personaggi che possiamo scegliere nel menu sono anche contrassegnati dall'Oscurità, una sostanza viola che sta lentamente conquistando il mondo. E già iniziamo a vedere segni di decadimento in alcuni dei nostri personaggi preferiti: Eywin, in qualche modo, è riuscito ad invecchiare a un ritmo allarmante, Juno ha fatto lo stesso, e Bolverk non si trova da nessuna parte, anche se la storia era focalizzata su di lui nel secondo gioco. Se non avete giocato al primo o al secondo gioco (e quindi non avete nessun file di salvataggio da trasferire), allora avete la possibilità di scegliere tra alcune delle scelte più difficili dei primi due giochi. Un po' come accadeva in Mass Effect 2.

The Banner Saga 3

Proprio come il secondo gioco era una continuazione del primo, questo terzo titolo riprende esattamente da dove si concludeva il gioco precedente. The Banner Saga 2 si è concluso con i nostri eroi ai confini del mondo. Iver, Juno e Eyvind sono arrivati a Manaherr e hanno iniziato a lottare con gli appaltatori locali prima che arrivassero Zefr e Bolverk. Tutto è finito nel caos ed è nel mezzo di questo caos che riprendiamo in mano il controller. Il gioco inizia letteralmente con due massicci combattimenti vicino alle mura di Aberrang. Qui notiamo il primo miglioramento e pensiamo che i vecchi fan apprezzeranno l'aggiornamento. Dove prima occorreva fare clic manualmente su ogni personaggio se si voleva scoprire quanti punti in armatura e forza avevano, ora basta solo tenere il puntatore sul personaggio e apparirà una casella di testo con tutte le informazioni necessarie. Sembra una minuzia, ma rende tutto molto più fluido.

Oltre a questo, però, il gioco sembra continuare quanto visto nei primi due giochi. Ma perché mai cambiare, se la formula funziona? Ci siamo imbattuti in un paio di bug, ad esempio quando il tempo si è fermato quando abbiamo inserito la mappa, ma sicuramente verranno risolti prima del lancio alla fine del mese. Se il mondo ci sarà ancora, prima di allora. Dopo aver lasciato i combattimenti ad Aberrang, siamo stati accolti da un filmato breve e tipicamente bello, prima di prendere il controllo di Iver, Juno e Eyvind, che avevano appena convinto gli ultimi Corvi a unirsi a loro per la loro causa. È anche qui che abbiamo il nostro primo assaggio della nuova mappa del mondo, e mostra un luogo contorto e oscuro. Se non siete riusciti a cogliere tutto il lore nei primi due giochi, ora è troppo tardi. Tutto è andato.

The Banner Saga 3

Mentre prendiamo il controllo di Iver notiamo una nuova aggiunta al gioco. Se una volta Iver aveva la capacità di suonare il suo corno da battaglia per dare a tutti una spinta, ora porta con sé un bastone Valka, con cui può sparare un fulmine. Un nuovo strumento efficace contro i nuovi nemici chiamati Warped, se riuscite a mirare bene. Dopo esserci goduti un singolo combattimento con la nostra nuova arma, posso già confermare che questa sarà un'altra sfida cui vale la pena dedicare il vostro tempo.

E questo è tutto ciò che possiamo dire a questo punto. Siamo molto sorpresi. Stoic ha mosso le pedine nel modo giusto in questo terzo e ultimo gioco, e si rivela davvero grandioso. La nostra unica preoccupazione è se perdono il controllo sull'aspetto umano e politico che era così forte nei primi due giochi. È eccitante che il mondo finisca, ma non dimenticate i personaggi che abbiamo imparato ad amare. Ma Stoic ha guadagnato la nostra fiducia, quindi speriamo che The Banner Saga 3 possa diventare una delle storie più epiche di quest'anno. Siate emozionati per il 26 luglio, noi lo siamo.