Gamereactor follow Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國 / Indonesia
Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
preview
Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!

Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!

Abbiamo provato per la prima volta il nuovo titolo di Game Freak in arrivo su Switch.

Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

Il 2018 rappresenta un anno importante per il mondo dei Pokémon Let's Go, Pikachu!/Let's Go, Eevee! non sono infatti solo i due nuovi giochi appartenenti all'intramontabile serie, ma soprattutto costituiscono i primi capitoli ad arrivare su Nintendo Switch. A casua delle sue caratteristiche uniche, la console ibrida di Nintendo permetterà ai fan del franchise di fare qualcosa che da molto tempo era da loro richiesta: potersi godere un'avventura Pokémon sullo schermo di un televisore (il che costituisce curiosamente l'opposto rispetto a quello che sta accadendo ad altre IP Nintendo, con il loro approdo sul mercato mobile).

Con i due Let's Go, Game Freak e Pokémon Company sperano di realizzare un'esperienza che possa attrarre sia i giocatori di home console che di portatili, ma anche tutti quei nuovi giocatori che hanno iniziato la loro carriera di allenatori tirando Pokéball per le strade tramite i loro smartphone. Si tratta di un titolo che ha il potenziale di connettere un pubblico casual ad uno più hardcore grazie al suo particolare mix di elementi: meccaniche convenzionali da RPG e aspetti tratti dal popolare Pokémon Go.

Insieme a Super Smash Bros. Ultimate, Pokémon Let's Go è stato uno dei protagonisti dell'E3 di quest'anno, e adesso siamo finalmente stati in grado di provarlo direttamente con mano. Siamo stati trasportati direttamente nel Bosco Smeraldo, che abbiamo visitato ben quattro volte in passato (su GB, GBC, GBA, e DS).

Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!

I veterani della serie che hanno visitato la regione di Kanto un centinaio di volte, si sentiranno a casa nel riconoscere le varie ambientazioni ad una sola occhiata, con la differenza che questa volta non si giocherà su un Game Boy avido di batterie.

Oltre all'evoluzione tecnica introdotta dal titolo, una delle principali caratteristiche è rappresentata dalla reale presenza dei Pokémon. I classici incontri casuali nell'erba alta sono stati totalmente eliminati, e adesso è possibile vedere i singoli Pokémon muoversi per gli ambienti in totale libertà. Inoltre alcuni di essi saranno occasionalmente circondati da un'aura blu o rossa (che indica se sono più piccoli o grandi del normale), permettendo così di scegliere quale catturare già prima del combattimento.

Ogni volta che si entrerà in contatto con una di questa creature, che sia un Pidgey, un Weedle, un Rattata, o persino un Butterfree, si viene trasportati attraverso una rapida transizione in una schermata che sarà sicuramente familiare ai giocatori di Pokémon Go. La telecamere passa alla prima persona, facendoci vedere il Pokémon in questione mentre decidiamo cosa fare: lanciargli una pokéball per catturarlo, usare un oggetto o fuggire. Negli incontri con i Leggendari (qualcosa che non ci aspettavamo, ma che abbiamo sicuramente apprezzato) sarà invece necessario combattere come nei giochi precedenti, cosa che ha perfettamente senso trattandosi di creature molto potenti che costituiscono prede tutt'altro che facili. Si tratta anche di un modo per aiutare i neofiti a conoscere le meccaniche classiche di combattimento e di cattura.

Durante il nostro primo incontro con un Pokémon selvatico, abbiamo deciso di tentare immediatamente una cattura, ma il Bulbasaur che ci trovavamo davanti non sembrava avere la minima intenzione di entrare nella sfera. Per facilitarci il compito avevamo a nostra disposizione delle Baccalampon, Baccabanana e Baccananas, così come anche diverse varietà di Pokéball. Inizialmente abbiamo provato ad usare una Baccalampon per diminuirne la resistenza, ma i suoi rapidi movimenti rendevano quasi impossibile la cattura. Alla fine abbiamo optato per utilizzare una Baccabanana per rallentarlo nettamente. Questa volta, grazie ad un piccolo movimento della Pokéball Plus e ad un buon tiro, siamo riusciti a conseguire la nostra prima cattura.

Quanto detto potrebbe sembrare decisamente strano a coloro che non hanno giocato a Pokémon Go. Let's Go infatti presenta un sistema di cattura che è in tutto e per tutto ricalcato su quello presente nel titolo mobile, anche se abbiamo potuto notare alcune differenze (soprattutto nel lancio della sfera). Per catturare il bersaglio è necessario eseguire il lancio al momento giusto, tuttavia è presente anche un cerchio che diventa sempre più piccolo. Se si riesce a tirare la sfera all'interno del cerchio quando è di dimensioni ridotte sarà possibile ottenere punti esperienza aggiuntivi per l'intera squadra (anche lo stesso allenatore sale di livello). Inoltre, nel caso si avesse un team al completo, non è presente il solito PC in cui trasferire i Pokémon extra (per lo meno non nella nostra prova), che invece vengono raccolti all'interno di una borsa, dove possono essere convertiti in dolci.

Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!
Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!Pokémon: Let's Go Pikachu!/Let's Go Eevee!