Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
Fallout 76

Fallout 76 - Provato

Siamo andati nel West Virginia (per davvero!) a giocare a Fallout 76.

Facebook
TwitterReddit

Quando Bethesda ha annunciato la nuova iterazione del popolare franchise Fallout, Fallout 76, il pubblico dei giocatori si è letteralmente scatenato. Ma che cos'è Fallout 76, in soldoni? Un sequel? Uno spin-off alla Fallout: New Vegas? Una versione MMO della serie che trae ispirazione da Elder Scrolls Online? Recentemente siamo stati invitati ad un evento in anteprima dedicato al gioco in West Virginia, al Greenbrier Hotel, e grazie alle informazioni raccolte durante la nostra sessione di gioco (abbiamo potuto giocare solo per 1 ora e 20 minuti rispetto alle tre ore inizialmente previste, a causa di difficoltà tecniche con la console degli sviluppatori, quindi tenetelo a mente), possiamo finalmente fare un po' di chiarezza. E dunque, che cos'è Fallout 76?

Fallout è uno di quei franchise importanti che ha assistito a molti colpi di scena nel corso degli anni, anche ramificandosi in più generi. Si è partiti con Interplay, i quali hanno dato vita ad un CRPG top-down open world, con un sistema di combattimento a turni alla fine degli anni '90. Da allora abbiamo visto il franchise espandersi e diventare un RPG strategico tattico con Fallout Tactics, un RPG con particolare attenzione alle conseguenze con Fallout: New Vegas e Fallout 3 e, infine, un massiccio gioco di ruolo con l'ultima iterazione, Fallout 4. Per il nuovo Fallout 76, tuttavia, Bethesda ha rischiato più che mai, tentando di convincere sia i fan del multiplayer sia quelli degli MMO, oltre ai fan dei Fallout vecchia scuola, ad interessarsi al gioco e ciò, ovviamente, comporta dei compromessi - compromessi che non soddisfano pienamente le diverse tipologie dei giocatori, ma hanno comunque del potenziale.

Il più grande cambiamento della serie arriva con il termine spaventoso, almeno per gli amanti delle esperienze single player, "always online". Il mondo di Fallout 76 getta il giocatore in un delizioso wasteland nucleare tra le montagne del West Virginia con altri ventiquattro giocatori. L'utente può giocare al titolo come esperienza singleplayer, chiaramente, ma a quanto pare è un'esperienza che impallidisce rispetto a quando si gioca con gli altri. Il multiplayer, che si tratti di PvP o cooperativa, è l'obiettivo principale del gioco e anche se ci sono missioni da scovare su tutta la mappa massiccia dello Stato (questa mappa è quasi quattro volte più grande della sua controparte in Fallout 4) sono ovviamente semplificate per rendere più fluida l'esperienza multiplayer. Ad esempio, non ci sono personaggi NPC nel gioco a parte i robot, il che significa che non ci sono quest giver interessanti o discorsi divertenti con individui bizzarri. Questo, a sua volta, significa che le missioni che il giocatore potrà intraprendere verranno esclusivamente date tramite registrazioni, grazie a messaggi lasciati sui cadaveri o nel wasteand, chiacchierando con un robot o trovando informazioni sui terminali.

Fallout 76

Se vuoi divertirti in cooperativa con altri giocatori (e lo vorrai, visto che le missioni che abbiamo giocato rendono molto di più in multiplayer, specialmente le missioni "principali") è possibile trovare la quest selezionata dal leader del team grazie all'icona di una stella sulla mappa e sulla bussola, tuttavia è necessario selezionare la missione e passare per i checkpoint della missione da soli, il che significa non puoi fare affidamento sul tuo team leader per salire di livello in termini di esperienza. Se usi la chat di prossimità di Fallout 76, puoi comunque chiedere alla tua squadra informazioni sulle missioni e se la tua squadra vuole essere d'aiuto in silenzio (o semplicemente vuole mostrare alcune animazioni fantasiose come mandarti un cuore o un pollice in giù se hai fatto qualcosa di male) gli altri giocatori possono usare le emote per dirti cosa fare, dove andare o quando correre venendo in soccorso della tua squadra morente, una volta che ti sei allontanato troppo. A proposito del fatto di fare affidamento sulla tua squadra (ma anche su altri giocatori), ci sono alcuni vantaggi con l'online, uno dei quali è il nuovo sistema di trading. Senza PNG non ci sono, ovviamente, mercanti nel wasteland, ma con l'aiuto di altri giocatori puoi scambiare la roba che non ti interessa con una bella arma di cui un altro giocatore non ha bisogno ad un buon prezzo, se hai fortuna.

Per quanto riguarda altri aspetti del multiplayer, il PvP è ovviamente una parte importante di Fallout 76 (non badateci troppo, ci sono modi per combattere che variano da giocatore a giocatore). Non è possibile combattere contro un membro della tua squadra dato che c'è un sistema di fuoco amico, ma se colpisci un altro giocatore con un proiettile al ginocchio e ti colpiscono subito, voi due potete combattere fino alla morte (il che significa che puoi raccogliere alcuni equipaggiamenti dal cadavere in decomposizione in un secondo momento) e avete tempi di recupero rapidi se vuoi vendicarti dopo essere stato ucciso. Vale la pena notare se il sistema V.A.T.S. sarà il vostro metodo di combattimento preferito, in quanto è stato ottimizzato un po' e lo capiamo perfettamente, dal momento che la sosta di alcuni secondi avrebbe dato a qualsiasi giocatore un folle vantaggio in combattimento. Il piccolo aiutante ora rallenta il tempo anziché fermarlo ma ti consente comunque di mirare a parti del corpo specifiche se scegli una delle carte Perk collegate al sistema di combattimento.

Fallout 76
Fallout 76
Fallout 76
Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.