Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
Magic: The Gathering Arena

Magic the Gathering: Arena - Provato

"Preparatevi a TAPpare le vostre terre: è il momento di una nuova Adunanza!"

Facebook
TwitterReddit

Il successo di Hearthstone ha indubbiamente reso i videogiochi di carte più appetibili che mai. Molti hanno provato a inseguire il successo, senza però mai avvicinarsi. Persino Wizards of the Coast, che da oltre un quarto di secolo produce Magic: The Gathering, il più popolare gioco di carte collezionabili, non è mai riuscita a raggiungere i livelli di Blizzard. I precedenti tentativi di Wizards of the Coast di entrare nel mondo dei videogiochi ci ha portato alcuni rispettabilissimi prodotti, che tuttavia non sono mai riusciti ad imporsi. Certo, esiste Magic Online con la sua fiorente community, ma si tratta di un prodotto poco accessibile, decisamente poco accattivante e, in definitiva, riservato a una cerchia di appassionati.

Così, con l'avvento di Magic the Gathering: Arena, ecco giungere il primo vero tentativo di trasformare Magic in un videogioco popolare, oltre che in un popolarissimo trading card game. E, naturalmente, questa missione passa attraverso la formula del free-to-play. Abbiamo trascorso le ultime due settimane giocando alla beta di questo prodotto, e ne siamo rimasti positivamente colpiti.

Magic: The Gathering Arena

Magic the Gathering: Arena non è altro che una versione digitale del popolare gioco, che ne ripropone sia le meccaniche che, ovviamente, tutte le strategie sottese al deck building. Si acquisiscono dunque le carte attraverso dei pacchetti, che si suddividono tra il set base e le quattro ultime espansioni, ossia Amonkhet e L'Era della Rovina (ispirate all'Antico Egitto), oltre a Ixalan e Rivali di Ixalan (che si rifanno alle civiltà mesoamericane). Non c'è molto da dire sulla qualità delle illustrazioni di ogni carta: il gioco di Wizards è, da sempre, uno dei migliori giochi di carte collezionabili in questo senso. Lo stesso vale per le meccaniche di gioco che non vi spiegheremo di certo in questa anteprima, limitandoci a dire che Magic: The Gathering è un gioco che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita, come Risiko o Monopoly.

Dunque, come funziona il sistema di acquisizione delle carte? Esattamente come chi vi scrive, chi ha vissuto la propria adolescenza negli anni Novanta ha probabilmente da raccontare alcune storie (talvolta dolorose) fatte di paghette, regali e risparmi spesi nell'acquisto di queste carte. Chi è stato abbastanza lungimirante da conservare i mazzi delle prime edizioni, oggi probabilmente ha da parte un bel gruzzoletto derivante dalla vendita delle suddette carte. Insomma: Magic non era solo un gioco, ma era anche una comunità di appassionati che si ritrovava in fumetterie, ludoteche e locali fumosi per scambiare, comprare e vendere le carte. Ecco, questo aspetto è totalmente assente in Magic the Gathering: Arena, che - come detto - è un gioco free-to-play in stile Hearthstone, dove si acquistano pacchetti tramite una currency ottenuta giocando o, ovviamente, investendo qualche piccola somma.

Magic: The Gathering ArenaMagic: The Gathering Arena

La progressione per chi non intende spendere soldi è piuttosto lenta: per ottenere un bonus sufficiente ad acquistare un singolo pacchetto di carte occorrono svariate partite, ed è assai difficile riuscire ad acquisire più di un pacchetto gratuito al giorno: gli obiettivi da completare si aggiornano quotidianamente, e in alcuni casi è necessario attendere che essi si ripristino prima di poter ottenere nuove monete di gioco da spendere in carte. Il prezzo della moneta premium, in ogni caso, non è esagerato: con poco più di 4 euro si possono acquistare 750 gemme, sufficienti per 3 pacchetti di carte (con il resto di 150 gemme), per un costo totale che si aggira attorno a un terzo di quello che si spenderebbe in fumetteria acquistando carte reali: non male. Con una manciata di monete premium, inoltre, è possibile acquistare la partecipazione a tornei speciali che, ovviamente, danno ricompense in moneta di gioco e dunque permettono di ottenere altre carte.

In ogni caso, anche per il giocatore casuale che non intende investire un singolo euro nel gioco vi sono ore ed ore di divertimento: già con i set base ottenuti gratuitamente alla creazione dell'account è possibile giocare e vincere qualche partita nelle leghe più basse, mentre sarà necessario mettersi alla prova con la costruzione di un mazzo avanzato per riuscire a sopravvivere ai giocatori più forti: Magic è un gioco noto, amato e giocatissimo, e già in questa fase beta troverete numerosissimi giocatori che vi daranno il filo da torcere.

Magic: The Gathering ArenaMagic: The Gathering Arena

Per i principianti assoluti, gli sviluppatori hanno previsto un tutorial che spiega per filo e per segno come mettere in atto alcune semplici strategie di gioco. Alla fine dell'esperienza (della durata di un'ora o poco più) ne uscirete con una consapevolezza più che sufficiente delle regole di gioco e di come affrontare le partite, ma senza realmente sapere come costruirsi un buon mazzo di gioco. Questo, a nostro avviso, è uno dei problemi di questa beta, che si impegna per spiegarci come giocare a Magic ma non fa quasi nulla per renderci competitivi, con il risultato che gli appassionati di questo gioco partono enormemente avvantaggiati. Un tutorial sul deck building, dunque, sarebbe più che apprezzabile.

Per quanto riguarda l'infrastruttura online, abbiamo avuto a che fare con una beta solidissima: è raro che il procedimento di matchmaking richieda più di una dozzina di secondi e, nonostante la durata mediamente lunga delle partite a Magic: The Gathering non abbiamo quasi mai avuto problemi nel trovare un compagno di giochi, anche se non sempre al nostro livello (in alcuni casi ci siamo scontrati con giocatori decisamente imbattibili per il nostro povero mazzo base leggermente modificato). Buono anche il sistema di recovery in caso di disconnessione, che ci ha permesso di riprendere (e di vincere) un'intensa partita in seguito a un problema di connessione sulla nostra linea.

Magic the Gathering: Arena è un gioco promettente, e questa beta non fa altro che confermarci quanto questo gioco, nato nel 1993, sia ancora uno splendido passatempo anche in questa versione online. La formula free-to-play che fa il verso a Hearthstone funziona alla grande, e in generale siamo molto contenti che Wizards of the Coast abbia deciso di intraprendere questo percorso. Preparatevi a TAPpare le vostre terre: è il momento di una nuova Adunanza!

Magic: The Gathering ArenaMagic: The Gathering Arena
Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.