Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
Pro Evolution Soccer 2019

Pro Evolution Soccer 2019 - Impressioni dall'E3

È iniziata una nuova era per il gioco di Konami.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Ogni anno è sempre la stessa storia nel mondo del calcio virtuale: cosa scegliere tra Pro Evolution Soccer di Konami e FIFA di EA? Recentemente abbiamo visto l'edizione 2019 del primo all'E3 di Los Angeles, dove una breve presentazione con il brand manager europeo Lennart Bobzien ci ha offerto gli ultimi dettagli su quello che accadrà nel gioco di quest'anno, seguiti da una sessione hands-on in modo da poter arrivare sul campo e verificare i cambiamenti da soli.

Bobzien ha iniziato raccontandoci i pilastri chiave di PES 2019, e quest'anno rappresenta l'inizio di un'era in cui il team PES si concentrerà esclusivamente sulle console di attuale generazione. Questo è ben lungi dall'essere l'unico cambiamento, tuttavia, dato che quest'anno assisteremo ad un lancio del gioco il 30 agosto rispetto a settembre. Vedremo la più grande aggiunta di licenze nella storia della serie, e ci saranno leggende esclusive nel gioco come David Beckham e Romário (Beckham ha persino le sue scarpe esclusive).

Non sono solo volti famosi, ci sono anche un sacco di altre nuove licenze, inclusa l'aggiunta esclusiva del campionato russo (puntuale, considerando la Coppa del mondo che sta per iniziare da quelle parti) e l'aggiunta dei campionati argentino, danese, portoghese e scozzese, tra gli altri. Come sappiamo, lo Schalke 04 ha firmato recentemente una partnership (mentre Dortmund ha interrotto la collaborazione), e Konami ha fatto visita al loro stadio per scansionare l'intera arena, riproducendola fedelmente in-game in modo che possa affiancarsi ad oltre 40 stadi nel gioco, comprese le esclusive come Camp Nou e Allianz Parque.

Le modifiche non si limitano solo alle licenze nuove e in scadenza (come la perdita della licenza della Champions League, che ora è di FIFA 19), tuttavia, poiché sono state apportate modifiche in-game, tra cui l'affaticamento visibile. Ciò significa che quando mentre una partita va avanti, i giocatori mostrano segni più evidenti di stanchezza, sia nella loro postura che nel fatto che sono più lenti a rimettersi in posizione. Ci sono anche elementi che migliorano la velocità nel gioco di quest'anno, come la possibilità di scegliere il giocatore che decidete portare in campo tramite un semplice menu.

Poi arrivano le modifiche leggermente meno ovvie, quelle che non sono subito evidenti nel gioco ma si scoprono nel lungo periodo di tempo, incluso il contatto del corpo completo come parte dell'impatto del primo tocco (il che significa un migliore intrappolamento contestuale della palla, fondamentalmente). Sono stati introdotti anche dribbling più fluidi in base al posizionamento del giocatore, e i tiri sono stati rielaborati contemporaneamente, in quanto posizione e abilità agiscono come fattori determinanti più pronunciati quando si effettuano tiri in porta, con opzioni che includono anche tuffi e interventi.

Pro Evolution Soccer 2019

Non è un segreto il fatto che PES sia un franchise dall'aspetto fantastico e lo è stato per alcuni anni, e ora è addirittura meglio visto che l'attenzione alla current-gen significa la possibilità di avere il 4K e l'HDR su tutte le piattaforme (PC, PS4 e Xbox One). Inoltre, il software Enlighten è in grado di replicare luci e ombre reali per un fotorealismo contestuale, come mostrato in una selezione di immagini. Le ombre cambiano anche posizione mentre la partita procede, e questi cambiamenti aiutano a ricreare gli stadi della vita reale, così come il nuovo effetto neve.

Anche MyClub è stato sistemato un po', quindi ora ci sono i pacchetti giocatore invece di una palla rotante, così come quelli che sono chiamati giocatori ad alte prestazioni che vengono rilasciati durante la stagione e nuovi giocatori della settimana. La Master League, d'altra parte, ha migliorato la negoziazione e la gestione del budget, e grazie alla partnership con l'International Champions Cup (ICC), è stata aggiunta anche questa competizione come modalità.

Come potete vedere nel trailer qui sotto, ci sono un sacco di novità in arrivo in questa edizione oltre a quello che abbiamo già menzionato. I giocatori possono aspettarsi nuove abilità, migliorie al portiere, migliori intercettazioni e molto altro. Tuttavia, da quello che abbiamo giocato, sembra molto la stessa esperienza PES vista in precedenza. Beh, se non per il fatto che l'esperienza appare molto più pulita e dettagliata.

Per quanto la terminologia sia piacevole, è difficile notare i cambiamenti più piccoli mentre si gioca, ma considerando la solida base che hanno già creato, questo non è affatto male. Diciamo, però, che i passaggi erano imprecisi abbastanza di frequente (e stavamo giocando con il Barcellona, quindi non ce lo aspettavamo), che come potreste immaginare dà frustrazione abbastanza rapidamente. Una volta che abbiamo preso il nostro ritmo, ci siamo anche divertiti a calciare tiri con aggressività e palle nell'angolo della porta. Insomma, ci siamo goduti il nostro tempo sul campo da calcio.

Visto che le Finali Mondiali di PES League si terranno a Barcellona il 21 giugno, in questa occasione otterremo maggiori informazioni sulla demo (che arriverà su PC per la prima volta). Siamo anche incuriositi da ciò che verrà annunciato nei prossimi mesi. Ciò che abbiamo visto al momento ci lascia fiduciosi sul fatto che PES possa rafforzare la sua base ancora una volta con un'altra iterazione solida, e nonostante alcuni problemi, è chiaro che la qualità c'è.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Pro Evolution Soccer 2019Pro Evolution Soccer 2019Pro Evolution Soccer 2019