Italiano
Gamereactor
recensioni
Still Wakes the Deep

Still Wakes the Deep

Con la sua eccellente ambientazione, i mostri grotteschi e la trama emozionante, il titolo horror di The Chinese Room è essenziale per tutti i fan dell'horror.

HQ
HQ

Sono sicuro che c'è già stata una storia dell'orrore ambientata su una piattaforma petrolifera, ma non riesco a pensare a nessuna che mi venga in mente, il che è strano, perché con la sua posizione remota sul mare aperto e la sua costruzione scricchiolante, è un luogo che attinge alla paura dell'isolamento e dell'ignoto.

The Chinese Room - che hanno già dimostrato con Everybody's Gone to the Rapture, ad esempio, di poter creare spazi digitali avvincenti - prende questo punto di partenza e lo porta così lontano che posso solo battere le mani sudando freddo. Vesti i panni di Cameron McLeary, un elettricista della piattaforma petrolifera di Beira. Le circostanze della vostra presenza si rivelano rapidamente di natura discutibile. Un uomo è finito in ospedale e tu cerchi di eludere la polizia allontanandoti il più possibile e sperando che tutto vada per il verso giusto, il che comprensibilmente non va bene alla tua dolce metà, che è anche la madre delle tue due figlie.

Still Wakes the Deep
Annuncio pubblicitario:
Still Wakes the Deep

C'è qualcosa di meravigliosamente realistico in questa premessa, che è supportata dai battibecchi dell'equipaggio. Qui, il cuoco è un uomo grande e calvo con una grande pancia e il direttore è un piccolo fantino da scrivania con un complesso di inferiorità. Fumano, imprecano e parlano con un forte accento scozzese, proprio come ci si aspetterebbe.

Beira è un luogo intimidatorio fin dal primo secondo. I corridoi e le stanze sono angusti e metallici, e fuori il vento sferza un gelido colpo di frusta mentre il mare scuro minaccia di inghiottire chiunque vi cada dentro. Un destino non improbabile considerando le condizioni incerte della piattaforma petrolifera, che si sentono e si sentono ad ogni passo che si fa. Ciò è supportato dall'approccio tattile alle azioni piccole e grandi che The Chinese Room ha scelto. Svitare i pozzi di ventilazione o scassinare le serrature richiede più input della semplice pressione di un pulsante, gli incendi devono essere spenti con estintori che vengono sparati come un'arma da fuoco normalmente e lo sviluppatore ha persino trovato spazio per brevi sequenze platform che potrebbero non essere impegnative, ma comunque darti una sensazione inquietante. No, non è un gioco meccanicamente profondo, ma è più coinvolgente nei classici simulatori di camminata con cui The Chinese Room si sono fatti un nome e, cosa più importante, evidenzia quanto sia difficile e inospitale il luogo di Beira.

Still Wakes the Deep riesce a creare un senso di disagio anche prima che le cose vadano a rotoli. Perché, naturalmente, lo fa. Va all'inferno, cioè. Ma per la prima ora o giù di lì, il gioco ti permette di vivere Beira e i suoi dipendenti in un giorno normale. Navighi nelle stanze e nelle aree esterne mentre svolgi piccoli compiti e chatti con i tuoi colleghi. In questo modo, stabilisce una normalità che non fa altro che amplificare l'effetto degli eventi che inevitabilmente si verificano. Dopotutto, è un gioco horror.

Annuncio pubblicitario:

I pezzi sono allestiti al punto giusto per l'evento che trasforma il luogo da inquietante a da incubo. Sarebbe un peccato entrare nei dettagli, ma dato che abbiamo a che fare con una piattaforma petrolifera, penso di poter rivelare che Beira risveglia qualcosa che non avrebbe dovuto. Presto l'impianto viene fatto a pezzi da una misteriosa sostanza che trasforma persino coloro che entrano in contatto con essa in mostruosità schiumanti di Cronenberg.

Oltre ad essere allegramente grotteschi, gli incontri con queste terrificanti creature sono anche uno degli elementi meccanici chiave del gioco. Se hai giocato a titoli horror come Alien: Isolation, Outlast o Amnesia, che hanno gettato il combattimento fuori dalla finestra a favore della furtività e della fuga negli anni 2010, hai un'ottima idea di cosa aspettarti. Non ci sono armi e il confronto diretto con i mostri si traduce in una schermata di game over, quindi si tratta di sgattaiolare in giro usando manovre diversive, piccoli pozzi in cui nascondersi e, naturalmente, armadi in cui nascondersi. Non c'è niente di nuovo sotto il sole qui, ma poiché il design dei mostri è così spaventoso e gli ambienti così suggestivi e credibili, molte delle sequenze sono incredibilmente memorabili. Questo vale anche per le sequenze di fuga, che possono verificarsi sia in modo naturale che come calci piazzati. In modo ingegnosamente sadico, Still Wakes the Deep ha dedicato un pulsante per guardare indietro. Non è utile in quanto tale, ma ciò che manca in termini di funzionalità grezze, lo compensa con l'essere una fonte agghiacciante e deliziosa di alcune delle immagini più memorabili dell'anno, quando ti guardi alle spalle a tutta velocità e ti rendi conto che la mostruosità di Cronenberg sta correndo lungo il corridoio mezzo allagato diretto dritto verso di te.

A volte, tuttavia, il design dell'incontro è in contrasto con l'aspetto altrimenti naturalistico. C'è una grande differenza nell'aspetto delle aree che ospitano le sequenze del gatto e del topo rispetto al resto del gioco. Ad esempio, circa a metà del gioco mi stavo muovendo attraverso le sale macchine dove oggetti sciolti, armadi e alberi aperti davano un'indicazione molto chiara che stavo per tornare indietro da questa parte con un mostro alle calcagna. Si potrebbe obiettare che questo aiuta a creare paura per l'immediato futuro, ma è anche stridente quando il resto degli ambienti è così credibile.

Tuttavia, i mostri non sono l'unica cosa che minaccia ripetutamente di porre fine alla vita di Cameron. The Chinese Room trattiene saggiamente le mostruosità e ti mette contro le condizioni sempre più orribili di Beira. È snervante mentre ti tieni in equilibrio sui pali sottili che sono l'unica cosa che ti separa dal mare ghiacciato ed è decisamente claustrofobico mentre nuoti attraverso il petrolio e l'acqua nelle profondità allagate di Beira senza vedere il prossimo spazio per respirare.

Still Wakes the Deep
Still Wakes the DeepStill Wakes the Deep

Anche con questa moderazione, Still Wakes the Deep perde gran parte della sua capacità di spaventare verso la fine, perché i trucchi usati da The Chinese Room fondamentalmente non cambiano. È un peccato, ma per fortuna gli aspetti più emotivi diventano più evidenti. Poiché il gioco si è preso il tempo necessario per introdurre i diversi personaggi, colpisce anche quando incontrano un destino crudele, con il migliore amico Roy che è particolarmente memorabile. È lui che ha fatto ottenere a Cameron il lavoro e in generale si è preso cura di lui, ma durante la crisi, i ruoli si invertono perché Roy manca di coraggio. Il filo conduttore, però, è il desiderio di Cameron di tornare a casa dalla moglie e dalle figlie. Un efficace espediente narrativo che alza la posta in gioco e l'investimento nella missione di Cameron. Se me lo chiedete, The Chinese Room avrebbe potuto impegnarsi ancora di più nel rapporto di Cameron con sua moglie e i suoi figli, perché con un po' più di background, la base emotiva del gioco avrebbe potuto essere ancora più forte senza rimanere troppo a lungo.

Se mi sto lamentando del fatto che Still Wakes the Deep perde un po' della sua capacità di spaventare e avrebbe potuto usare un nucleo emotivo ancora più forte, è solo perché c'è così tanto potenziale. The Chinese Room è riuscito brillantemente con il loro pitch originale di The Thing su una piattaforma petrolifera, infondendo l'orrore con l'emozione che caratterizza un gioco come Everybody's Gone to the Rapture. È il tipo di gioco che, con relativamente poche meccaniche, riesce a creare immersione con un ottimo sound design, immagini evocative e una narrazione credibile. Se sei il tipo di persona che preferisce il cervello e il cuore nel tuo orrore, Still Wakes the Deep è il cocktail ghiacciato ma stranamente caldo che stavi cercando.

HQ
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Crea immersione con poche ma efficaci meccaniche. Narrazione credibile. Ambientazione quasi perfettamente realizzata. Mostri meravigliosamente grotteschi.
-
Il design degli incontri è caratterizzato da un level design un po' troppo evidente. Perde la sua capacità di spaventare verso la fine. Avrebbe potuto usare un ancoraggio emotivo ancora più forte.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Still Wakes the Deep Score

Still Wakes the Deep

RECENSIONE. Scritto da Ketil Skotte

Con la sua eccellente ambientazione, i mostri grotteschi e la trama emozionante, il titolo horror di The Chinese Room è essenziale per tutti i fan dell'horror.

Still Wakes the Deep Score

Still Wakes the Deep

RECENSIONE. Scritto da Ketil Skotte

Con la sua eccellente ambientazione, i mostri grotteschi e la trama emozionante, il titolo horror di The Chinese Room è essenziale per tutti i fan dell'horror.



Caricamento del prossimo contenuto