Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
recensioni
Nioh

Nioh

La nuova avventura di Team Ninja è finalmente arrivata ed è sicuramente una buona notizia per quei giocatori alla ricerca di una bella sfida.

A livello concettuale, Nioh ci è sembrato sin da subito perfetto per noi, trattandosi di un titolo piuttosto impegnativo, ambientato nell'estremo Oriente, in veste contemporanea. È un action-RPG in stile Dark Souls, ma con l'aggiunta di spiriti soprannaturali, poteri demoniaci, e un combattimento rapido con le spade. Solitamente non siamo grandi amanti delle atmosfere nipponiche, ma questi connubi così originali riescono a catturare da sempre la nostra attenzione.

Nioh racconta la storia di William e della sua lotta contro i demoni. Nel diciassettesimo secolo, l'Inghilterra e la Spagna si contendono la leadership mondiale grazie ad una fonte di energia misteriosa chiamata Amrita. Questi cristalli stanno arrecando danni incredibili che minacciano il mondo intero. Ma, naturalmente, nessuno vuole che questo accada all'inizio. William è un pirata sotto bandiera britannica, ma il suo viaggio lo porta nel Giappone feudale. Nella terra del Sol Levante, insegue uno sconosciuto che ha rapito il suo maestro Saoirse per poi ritrovarsi nel bel mezzo del conflitto tra due signori della guerra rivali.

NiohNioh

Tra una missione e l'altra, Nioh offre una trama piacevole, che ci viene offerta quasi esclusivamente attraverso cutscene. Gli oggetti nascosti e i vari incontri rivelano regolarmente informazioni di background interessanti, raccontati in modo molto suggestivo. Durante il viaggio di William scopriamo varie aree del Giappone, che esploriamo attraverso la mappa del mondo. Nel corso del gioco visiteremo le varie location più volte, anche se ci saranno cambiamenti marginali. Purtroppo, la struttura della missione perde quasi tutto il suo fascino in queste attività opzionali, anche perché Nioh si concentra esclusivamente sul suo gameplay, il quale, sotto ogni aspetto, trasuda chiaramente atmosfere à la Dark Souls.

La serie action-RPG di From Software è ovviamente una chiara fonte di ispirazione per Nioh. Il level design, la difficoltà e, soprattutto, il gameplay sono tutti elementi molto simili al franchise dello studio nipponico. Questo forse potrebbe spaventare un po' i fan, ora che questi titoli sono oramai in fase di saturazione, ma Nioh riesce al contempo ad offrire qualcosa di suo, di unico. C'è ben più di qualche differenza tra i due titoli, che sono significativamente più importanti di quanto possano sembrare a prima vista.

Chi se ne intende un po' di samurai e dei loro artefatti, sa benissimo che i guerrieri giapponesi non usano scudi per proteggersi dagli attacchi avversari. Nioh, tuttavia, non assomiglia automaticamente a Bloodborne per il fatto che non sono presenti gli scudi. William è così incredibilmente abile a maneggiarel a spada che riesce a parare con grande maestria qualsiasi attacco ravvicinato e anche quelli a distanza. Fintanto che non è esausto, non prenderemo alcun danno.

NiohNioh

Un'altra caratteristica interessante di Nioh sono le tre posizioni di combattimento. Ogni arma, infatti, può essere usata in tre posizioni diverse che cambiano il set di mosse a disposizione. Ad esempio la Katana ad una mano può essere tenuta in alto, con attacchi più lenti e potenti, a metà davanti al busto per attacchi di media potenza oppure rivolta verso il basso con attacchi veloci. Ogni posizione consente di effettuare diversi attacchi speciali ed è possibile cambiare posizione in maniera fluida durante la battaglia e in alcuni casi questo fornisce addirittura dei bonus.

Un altro aspetto molto interessante del combattimento è la stamina denominata "Ki", e anche questa svolge un ruolo fondamentale sul campo di battaglia. Gli Yokai a volte producono delle aree oscure morte, che permettono di collegare il nostro mondo a quello degli spiriti. Qui, i demoni malvagi ricevono un bonus danni e riescono persino a bloccare la nostra rigenerazione Ki. Se la Ki ha successo, riusciamo a "ripulire" questo portale, rigenerare la nostra resistenza e grazie a questo possiamo compiere nuove mosse. Ogni colpo di un avversario riempie la nostra energia Amrita. Quando questa barra è completamente piena, possiamo attivare il nostro guardiano e ripristinare l'arma attualmente selezionata. Questa modalità di attacco speciale ci offre invulnerabilità per un breve periodo di tempo e ci dà un evidente impulso in termini di danni. Il nostro guardiano è anche attivamente coinvolto nella battaglia, se preferite, ma questo riduce la durata della modalità Amrita. Se si viene colpiti, questo riduce anche la barra.

Il design del gameplay è, ovviamente, ancora pensato per sorprenderci e lasciarci spiazzati il più possibile: ci sono buchi difficilmente visibili nel terreno, Yokai mimetizzati nelle pareti e brutali trappole con piastre a pressione. Se perdiamo una vita, viene creata una spada nel luogo della nostra morte, un aspetto che i giocatori dei Souls e di Bloodborne conoscono fin troppo bene.

NiohNioh
NiohNioh