Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
recensioni
ARK: Survival Evolved

ARK: Survival Evolved

Il titolo di sopravvivenza dedicato ai dinosauri arriva anche su console, ma come si comporta?

  • Testo: Ford James

ARK: Survival Evolved è uno di quei giochi di sopravvivenza che si sono evoluti (scusate il gioco di parole!) rispetto al loro primo approdo su Steam ed è ancora uno dei giochi più popolari del suo genere anche dopo il suo lancio, in quanto la combinazione tra i dinosauri e la possibilità di progredire verso una tecnologia moderna come razzi e lanciafiamme è un ottimo elemento di equilibrio rispetto ad altri giochi di sopravvivenza come Conan Exiles, che invece si basano solo ed esclusivamente su un tema. Nonostante abbia visto un video ogni tanto per capire le basi del gioco, chi scrive si è approcciato all'esperienza di ARK sapendo molto poco del gioco, proprio per ottenere una prima impressione quanto più reale possibile.

Quando si inizia, ci si ritrova su una spiaggia e subito ci siamo resi conto che c'era già molto da vedere - un triceratopo alla nostra destra e un enorme brontosauro alla nostra sinistra, oltre ad alcuni animaletti che scorrazzavano in giro. Abbiamo anche tentato di colpirli a pugni a morte per ottenere cibo o altri materiali, ma è fuggito sotto l'acqua, il ma ciò ci ha costretto ad inseguirlo sott'acqua... e ci siamo imbattuti nella nostra prima morte subacquea.
Dopo aver scelto di rinascere nella stessa area, abbiamo iniziato dall'altro lato della stessa isola. Pensando che sarebbe stato meglio muoversi un'arma, abbiamo iniziato ad "attaccare" gli alberi, perché così funziona in ogni altro gioco di sopravvivenza, e voilà, abbiamo ottenuto legno e paglia. Abbiamo comunque bisogno di una pietra per fare la punta della nostra piccozza e le punte delle rocce non funzionavano; così ci siamo diretti verso le coste per recuperare alcune piccole pietre e, dopo aver schiacciato a caso qualsiasi bottone, abbiamo capito che era il tasto triangolo quello che permette di raccogliere le cose. Abbiamo costruito una piccozza tradizionale, poi abbiamo tentato di saltare sulla recinzione di qualcuno perché avevano bloccato la spiaggia, ma siamo rimasti incastrati tra la loro recinzione in legno e una barricata spinosa. Impossibile scappare, abbiamo fame. Seconda morte.

Terza volta, abbiamo optato per una delle altre aree meridionali della mappa, ma comunque considerata facile in termini di difficoltà. C'erano molte piante e alberi intorno, quindi abbiamo creato un'altra piccozza e abbiamo capito che il triangolo ci permette anche di nutrirci con bacche e fibre. Mentre raccoglievamo il cibo, tuttavia, è apparso un Dilophosaur e ci ha ucciso prima ancora potessimo colpirlo. Terza morte.

ARK: Survival Evolved

Dopo aver compreso le basi, abbiamo rapidamente costruito una capanna di paglia come nostra base riporre e conservare i nostri beni. Abbiamo creato e messo giù alcuni blocchi, ma un altro Dilophosaur si è avventato su di noi e mette fine alla nostra vita prima ancora che siamo riusciti a creare le pareti. Quarta morte.

Dal momento che siamo respawnati vicini al nostro cadavere e siamo andati più avanti l'ultima volta rispetto a prima, siamo riusciti a recuperare i nostri oggetti e sfuggire al dinosauro persistente. Nel tentativo di trovare un posto meno abitato da creature ostili, abbiamo cercato di nuotare lungo un fiume per raggiungere un'isola vicina, ma ci hanno mangiato i piranha. Quinta morte.

Il nostro sesto tentativo è durato poco, dal momento che abbiamo cercato di recuperare la nostra roba sott'acqua ma siamo stati mangiati dai piranha per la seconda volta. Con grande frustrazione, abbiamo rinunciato e abbiamo optato per un approccio diverso il giorno successivo.

Dopo aver avviato il gioco per la seconda volta, abbiamo trovato un nuovo server, avendo aperto la pagina Getting Started e siamo arrivati a lavoro. Il gioco in Early Access è lo stesso di ogni altra esperienza di sopravvivenza (come avrete di certo intuito leggendo fino a questo punto): abbattere alberi, recuperare legname, raccogliere altre risorse di base fino a quando non se ne ha abbastanza per costruire un rifugio, tutto mentre si monitorano i livelli di cibo e acqua e si evitano le bestie ostili. ARK non fa molto in termini di innovazione, ma tutto ciò che fa è buono e tiene testa ad altri titoli.

Se livellate il vostro personaggio, ricevete una ricompensa con un punto abilità da investire in qualsiasi attributo, come la salute, l'ossigeno o il peso. È abbastanza semplice, ma diventa leggermente più complesso con gli Engrams, che sono essenzialmente schemi che bisogna imparare per riuscire a creare i vari oggetti, e più ti alleni, più punti Engram ricevi e la matrice di opzioni diventa molto più ampia. All'inizio si è limitati a cose semplici come la lancia, un'ascia di legno e materiali da costruzione di paglia, ma prima di tutto dovete raggiungere il livello 20 e potrete fare cose come tubi d'irrigazione per trasportare acqua, granate di fumo e pistola lanciarazzi. Continuate a perseverare per raggiungere livelli molto più alti e alla fine troverete razzi, torrette, sistemi elettrici e altro ancora.

ARK: Survival Evolved
ARK: Survival Evolved
ARK: Survival Evolved
ARK: Survival Evolved