Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands /
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
recensioni
The Surge

The Surge: A Walk in the Park

Siamo tornati ad avventurarci nel futuro distopico di Deck 13 in un'espansione dai toni molto diversi.

  • Testo: Kieran Harris

Uscito a metà di quest'anno, sfortunatamente The Surge è sfuggito all'attenzione di molti. Il titolo, pur essendo chiaramente ispirato alla serie Souls, è di ambientazione dichiaratamente sci-fi e vede i giocatori lottare con le unghie e con i denti per sopravvivere all'interno di una struttura fatiscente, in cui bazzicano macchine e operai squilibrati. Dopo una manciata di pacchetti di armi e mezzo anno sugli scaffali dei negozi, The Surge ha ricevuto la sua prima massiccia espansione, A Walk in the Park. Abbandonando il tono cupo del gioco principale, l'espansione vi consegna le chiavi di un parco a tema abbandonato e avrete la possibilità di guadagnare nuove armi, innesti e armature.

C'è un aspetto che ci preme sottolineare sin da subito, ed è il fatto che il DLC può essere acquistato solo se si possiede il gioco base. Anziché essere un'espansione standalone, A Walk in the Park funziona proprio come i DLC degli Old Hunters di Bloodborne, nel senso che è parte integrante del gioco. È possibile accedere al Creo World salendo a bordo di un treno fatiscente all'interno del secondo livello, che per alcuni può significare una discreta quantità di backtracking. Dal momento che siamo partiti da un salvataggio effettuato alla modalità New Game Plus, abbiamo trovato il viaggio di ritorno in quest'area piuttosto complesso e avremmo tanto voluto che gli sviluppatori avessero implementato una sorta di sistema di viaggio veloce. Comprendiamo le ragioni dello sviluppatore per aver aggiunto contenuti in questo livello, ma ci arriveremo più tardi.

Come accennato in precedenza, Creo World, il parco a tema per famiglie collegato alla struttura Creo, è il luogo in cui si svolge l'azione del DLC. Attraversando il parco, potrete salire sulle montagne russe, potete picchettare una mascotte che tiene in mano una ciambella con un enorme bastoncino di zucchero e affrontare un gigantesco gatto meccanizzato. È un mondo coinvolgente da esplorare, pieno di vibranti strisce di colore e tante sorprese mai viste nel mondo industrializzato del gioco base.

The Surge

Gran parte della storia ci vede sulle tracce di quello che è apparentemente l'ultimo sopravvissuto del parco, che comunica con voi tramite un drone hackerato. Seguirete le sue istruzioni per riconquistare il potere in alcune zone, individuare i sopravvissuti scomparsi e scoprire i resti di un incidente in elicottero. Ci viene detto molto poco sul motivo per cui il parco si sia trasformato in un caos totale, e ci tocca scoprirlo unendo i vari punti attraverso una serie di registrazioni audio. Ci è sembrata un'enorme opportunità mancata e non nascondiamo una certa delusione, dal momento che i trailer del gioco ci avevano stuzzicato la curiosità sul fatto che avremmo potuto assistere a qualcosa di diverso nel modo di raccontare la storia rispetto al gioco base.

Ma questo non è molto importante, in fin dei conti, e vogliamo concentrare piuttosto la nostra attenzione su alcuni boss e nemici che incontreremo in questo nuovo mondo. Il momento clou più impegnativo e memorabile per noi è stato il gigantesco gatto meccanizzato che tenta di schiacciarvi con la sua coda rotante e vi balza addosso. Attraversando il parco, vi imbatterete anche in un paio di nuovi tipi di nemici tra cui droni con attacco da mischia, mascotte del parco impazzite e nemici che possono curarsi da soli. Il primo e il secondo richiedono principalmente di adattare il vostro stile di gioco per riuscire a manipolare i loro set di mosse.

Tornando al punto, A Walk in the Park risolve anche i difetti presenti all'interno del gioco base, rendendo l'esperienza complessiva più completa. The Surge assiste ad un picco di difficoltà piuttosto agguerrito verso i 3/4 del gioco, che è stato un ostacolo non da poco per i nostri progressi. L'espansione ora risolve questo problema in quanto fornisce una nuova area in cui costruire alcuni scarti tecnologici e trovare alcuni impianti e armi migliori. Questo potrebbe persino fungere da tentazione per coloro che si sono arresi in un impeto di rabbia nel gioco base. Certo, pagare per rendere il gioco più equilibrato e arrotondato non è esattamente da professionista, ma almeno gli sviluppatori hanno lavorato per risolvere questo difetto.

The Surge

Il DLC non cambia nessuna delle meccaniche di The Surge, un aspetto che può essere visto sia come positivo sia come negativo, a seconda dei vostri sentimenti nei confronti del gioco base. Per quanto ne sappiamo, mancano ancora le armi a distanza, cosa che avevamo già segnalato nella nostra recensione del gioco principale. Questo è particolarmente fastidioso in quanto molti di questi nuovi tipi di nemici hanno una portata maggiore della vostra. Detto questo, si ripropone allo stesso modo del gioco base. Le battaglie con i boss sono coinvolgenti e metteranno davvero alla prova le vostre abilità (sottolineando l'ironia del titolo dell'espansione), e l'ambiente è magnificamente interconnesso in quanto non c'è mai un percorso sbloccabile troppo lontano dalla base.

Ci sono volute circa quattro ore per completare A Walk in the Park, il che non è stato troppo offensivo per le nostre tasche e il nostro tempo, considerato il prezzo richiesto di 14,99€ (se possedete il gioco base). Per coloro che magari sono attratti dal DLC e non hanno mai giocato prima a The Surge, c'è un'edizione completa disponibile a 29,99€ (è attualmente in sconto su Steam al 40%, perché il prezzo pieno è di 49,99€). A questo punto, però, non sappiamo se ci saranno ulteriori DLC di The Surge dal momento che è già disponibile la Complete Edition, e questo sembra chiaramente suggerire che difficilmente ce ne saranno altri. Quindi, anche se A Walk in the Park ci ha soddisfatto, sarà probabilmente l'ultimo assaggio di contenuti che vedremo in questo titolo. L'ironicamente intitolato A Walk in the Park ha il coraggio di essere diverso e si allontana in modo drammatico dal titolo base, offrendo un'assurda run da brivido dall'inizio alla fine. Offre tantissime nuove armi e innesti, alcuni scontri con i boss memorabili e persino fa in modo di appianare la fine del gioco base. Magari è breve e non risolve tutte le carenze del gioco principale, ma alla fine A Walk in the Park offrirà qualche ora di divertimento che vi lascerà sia sorridenti sia in preda alla rabbia.

08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Si distacca in modo audace dal mood del gioco principale; Ci sono molte più armi, impianti ed equipaggiamenti e aiuta a smussare la conclusione del gioco.
-
Non ci sono armi a distanza; Mancano cutscene e contenuti relativi alla storia; Breve.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi