Gamereactor follow Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國
Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
recensioni
PlayerUnknown's Battlegrounds

PlayerUnknown's Battlegrounds

PUBG 1.0 è ora disponibile e finalmente possiamo dare il nostro verdetto sul più grande fenomeno videoludico del 2017.

Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

Non lo abbiamo eletto come il nostro gioco dell'anno, ma sotto molti aspetti PlayerUnknown's Battlegrounds è indubbiamente il gioco del 2017. Nonostante abbia trascorso la maggior parte del suo tempo in uno stadio incompleto su Early Access, è riuscito comunque a vendere un sacco di copie, prima su PC e poi più recentemente su Xbox One. Siamo saliti a bordo della nave di PUBG sin dai suoi primi passi e abbiamo deciso di fare ritorno non appena sono state apportate le ultime modifiche e rifiniture al momento del suo lancio. Bene, è giunto finalmente quel momento e abbiamo testato per qualche giorno la sua versione definitiva, 1.0, con cui abbiamo trascorso le nostre vacanze di Natale.

Lo facciamo adesso nonostante abbiamo la sensazione che, al giorno d'oggi, come in molti giochi online, in particolare quelli più popolari, il supporto sarà costante anche se oramai fuori dall'Early Access. Questa furia inarrestabile non sembra, infatti, mostrare segni di cedimento, e chissà che forma avrà il prossimo anno. Questa versione appena pubblicata contiene una versione più raffinata della mappa dell'isola Erangel e la nuova mappa desertica Miramar. È prevista anche un'altra mappa nei prossimi mesi, quindi il futuro del gioco sembra assicurato.

PUBG, al suo nucleo, offre un'esperienza molto semplice. Saltiamo giù da un aereo e ci dirigiamo verso un obiettivo. Sei tu contro il mondo. Uccidere o essere ucciso. Quando si riduce tutto a questa essenza, è più facile notare l'eredità che questo titolo condivide con DayZ. I giochi di sopravvivenza basati su questa stessa idea sono spuntati ovunque come funghi, tutti interessati ad intercettare quello stesso pubblico online, i medesimi che si divertono a combattere fino allo stremo delle forze per sopravvivere. Ma nonostante il sottogenere sandbox survival abbia iniziato lentamente ad implodere per poi stagnare (ironicamente prima che la versione finale di DayZ vedesse il suo lancio definitivo), PUBG è esploso sulla scena e ha preso d'assalto il mondo videoludico.

PlayerUnknown's Battlegrounds

Ma se DayZ e i suoi "discepoli" propendevano per profondità e dettagli, PUBG ha preferito concentrarsi su un'accessibilità esplosiva. La dinamica di ogni partita è in costante cambiamento mentre il cappio si stringe attorno all'azione, incanalando i giocatori verso un obiettivo comune e un conflitto inevitabile, in cui l'azione si sposta sulla mappa ad ogni nuovo tentativo. Qui non rovisterete in ogni anfratto in cerca di materiali per sopravvivere, ma vi dirigerete verso l'edificio più vicino e prenderete le armi che trovate. C'è una buona varietà e le armi sono distanti abbastanza l'una dall'altra da garantire che i ripetuti tentativi non appaiano mai troppo uguali. Esistono mod di armi che migliorano ulteriormente l'equipaggiamento che trovate negli edifici, il che significa che non prenderete la stessa build ogni volta, ma anzi dovrete adattarvi a ciò che trovate.

Se trovate un fucile e una pistola, ad esempio, giocherete una partita completamente diversa da una in cui, invece, trovate un fucile e un mirino. Se invece trovate una padella, beh, probabilmente siete fregati. Un altro grande elemento di varietà è rappresentato dalle mappe, che sono assolutamente enormi. Avevamo appena iniziato a conoscere Erangel quando è arrivata la mappa Miramar, ed entrambe le mappe sono piene di dettagli. Non sono tutti dettagli particolarmente interessanti, e si fa un certo abuso di molte risorse, ma sono mappe talmente immense che ad ogni nuova partita troverete sempre cose nuove da scoprire. Questo aspetto è ulteriormente amplificato dal lancio con il paracadute all'inizio della missione, quando tutti si lanciano da un aereo mentre questo attraversa la mappa (di nuovo, ogni partita vede un nuovo angolo di approccio).

PlayerUnknown's BattlegroundsPlayerUnknown's Battlegrounds

Il salto in apertura e la costruzione attorno ad esso è un aspetto per cui riteniamo che PUBG possa essere un po' più rapido. È vero che il gioco base è di gran lunga migliore rispetto alla build pubblicata a marzo, ma l'intero processo di caricamento di una partita potrebbe funzionare decisamente meglio. Almeno molti dei problemi audio che hanno afflitto il gioco durante i suoi primi mesi di vita sono stati quasi tutti risolti, e nonostante non manchino fenomeni di clipping, alcune stranezze, i pop-up sulla lunga distanza rappresentino ancora un problema, e i server lagghino di tanto in tanto, nel complesso bisogna dire che PUBG è molto più in forma. Tuttavia, c'è ancora molto lavoro da fare.

PlayerUnknown's Battlegrounds
PlayerUnknown's BattlegroundsPlayerUnknown's Battlegrounds
PlayerUnknown's BattlegroundsPlayerUnknown's Battlegrounds