Gamereactor follow Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國
Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
recensioni
Bayonetta 2

Bayonetta 2 per Nintendo Switch

«Ho dimenticato di dirti perché do la caccia a quelli come voi. È per compassione, siete troppo brutti per vivere.»

Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

Quasi due lustri e sentirli appena. Dopo essere approdato su PlayStation 3 e Xbox 360 nel 2009, l'action Bayonetta - con protagonista l'omonima e irriverente strega ideata da Hideki Kamiya - ha fatto breccia, per la prima volta, nel cuore dei giocatori Nintendo approdando nel 2014 su Wii U e accompagnando il suo eccezionale sequel, Bayonetta 2, quest'ultimo in esclusiva per la piattaforma doppio-schermo di Nintendo. E mentre i grandi appassionati delle due opere di Platinum Games si stanno già sfregando le mani in attesa del nuovo Bayonetta 3 - annunciato in concomitanza con l'E3 2017, durante un apposito Nintendo Direct, ma di cui ancora non conosciamo la data di lancio - che si appresta ad arrivare in esclusiva su Switch, la grande "N" ha deciso di rinfrescarci la memoria, proponendo un pacchetto davvero eccezionale (contentente entrambi i giochi) da godersi sul nuovo hardware ibrido.

Non dovremo attendere troppo a lungo per la sua pubblicazione, dal momento che questo straordinario pacchetto sarà disponibile il prossimo 16 febbraio, ma in queste ultime settimane abbiamo avuto l'occasione di mettere alla prova l'amata Strega di Umbra sull'ultima console di Nintendo per capire se, nonostante il suo passato illustre che lo precede, il franchise è ancora capace di adattarsi perfettamente a questo nuovo formato. In particolare, abbiamo analizzato i singoli episodi, e non il bundle nel suo complesso, in quanto a nostro parere sono entrambi titoli validi di una recensione a sé. Potete leggere la recensione della versione Switch di Bayonetta a questo link.

Bayonetta 2

Un aspetto che abbiamo amato sin da subito di Bayonetta 2, anche quando approdò la prima volta su Wii U, è la sua straordinaria varietà di colori. Abbandonando i toni più tendenti all'oro e al marrone/bronzo del primo gioco, il secondo episodio del franchise firmato dai Platinum Games è una vera e propria esplosione di colori che, anche a distanza di quasi 4 anni dal suo debutto sulla console doppio-schermo di Nintendo, è riuscita ad essere preservata in modo egregio anche su Switch. Se, infatti, una delle critiche che abbiamo mosso nei confronti del primo Bayonetta sulla piattaforma ibrida di Nintendo è stata nei confronti del suo reparto grafico oramai vecchio e stantio, la versione Switch di Bayonetta 2 è in grado di restituire un titolo ancora incredibilmente potente in termini visivi, con colori sgargianti e vivaci anche in modalità docked.

Ad esaltarci ulteriormente in Bayonetta 2 è, senza dubbio, la sua incredibile solidità in termini di prestazioni. Con i suoi 720p a 60 fps, il secondo capitolo del franchise di Platinum Games si dimostra un prodotto estremamente fluido, che restituisce un'esperienza di gioco davvero ottima, sia in modalità portatile sia in modalità TV. A differenza del suo predecessore, che è più debole in modalità TV risultando molto sgranato e poco definito, Bayonetta 2 si comporta in maniera impeccabile in entrambe le modalità, offrendo un prodotto indubbiamente di grande qualità, nonostante i suoi 4 anni.

Bayonetta 2Bayonetta 2

A beneficiare ulteriormente di una qualità grafica di così alto livello è, ovviamente, il gameplay. Per chi non fosse nuovo al franchise, sa perfettamente che la serie Bayonetta è caratterizzata da un sistema di gioco estremamente rapido e frenetico, basato essenzialmente su un sistema di tecniche e combo che la Strega di Umbra apprende avanzando nella storia. Esattamente come nel primo episodio, il giocatore viene letteralmente catapultato in combattimento sin dai primissimi frame, apprendendo - tramite un semplice ed intuitivo tutorial - le tecniche base che gli permettono di muovere la conturbante strega nera. Queste tecniche si affiancano, a poco a poco, a combo e attacchi sempre più complessi che Bayonetta può imparare acquistandole dal suo sempre presente Rodin.

Gestore di un locale notturno chiamato "Le porte dell'Inferno" e contrabbandiere di armi e oggetti, Rodin è un personaggio tanto misterioso quanto utile a provvedere al nostro equipaggiamento: in cambio di aureole (la valuta in-game che Bayonetta ottiene uccidendo orde di Angeli e Arcangeli) e LP d'oro angelici (che si ottengono uccidendo alcuni mini-boss), il nostro scapestrato amico provvede ad offrirci oggetti, pozioni, e, soprattutto, armi che si rivelano preziose alleate, soprattutto quando le battaglie si faranno via via più intense. Rispetto a Bayonetta, Bayonetta 2 permette un utilizzo più intensivo degli Amiibo, le iconiche figure di Nintendo, che permettono di sbloccare oggetti, accessori e abiti a tema della statuina in nostro possesso. È possibile utilizzare fino a 32 Amiibo, ciascuno con effetti ed equipaggiamenti differenti a nostra disposizione, con l'unico limite dettato dal fatto che è possibile utilizzare ciascuno di questi boost solo una volta al giorno.

Bayonetta 2Bayonetta 2

Ciò che ha reso la serie Bayonetta così popolare - esattamente come tanti altri titoli di Platinum Games - è senza dubbio la convulsa esperienza che offre. Prendere respiro nel gioco è praticamente impossibile, a maggior ragione in Bayonetta 2, che risulta di gran lunga più complesso rispetto al primo gioco. Se il primo capitolo aveva una curva di apprendimento meno ripida e più agevole, Bayonetta 2 è l'apoteosi del caos, ma un caos bello, entusiasmante, di quelli che ti spingono a provare e riprovare. E anche se la schermata "Sei morto" ci perseguita sin dai primi istanti, e in modo di gran lunga più frequente rispetto a Bayonetta, siamo continuamente spronati a giocare di nuovo, ancora e ancora, soprattutto se abbiamo la possibilità di portare con noi la nostra console fuori casa.

La forza straordinaria che Bayonetta 2 porta con sé è ancor più evidente dalla portabilità che la versione per Nintendo Switch ha da offrire: il fatto che possiamo goderci un'analoga esperienza su un supporto portatile a quella che viviamo sulla TV del salotto è ciò che rende questa riedizione ancora più affascinante. Sconfiggere orde di Arcangeli e Angeli mentre si aspetta l'autobus o si è in viaggio in treno o in aereo è un'esperienza unica, sublime, possibile solo grazie all'estrema versatilità offerta da una piattaforma eccellente come Switch. Tutto questo è ancora più appagante se si pensa che, come dicevamo poc'anzi, la versione handheld riesce a restituire la medesima qualità, senza compromessi, della versione TV.

Come nella versione per Wii U, anche Bayonetta 2 sfrutta i controlli touch (la medesima funzione si rintraccia anche nella versione Switch di Bayonetta), sistema che non abbiamo mai utilizzato in quanto, a nostro parere, poco precisa e meno "tattile" rispetto alla sensazione eccezionale che si ottiene pigiando i pollici sui pulsanti dei Joy-Con. Se è vero che alla fine di una lunga sessione di gioco (perché ce ne saranno molte e lunghe, sappiatelo!) avremo vesciche alle dita, nulla è più soddisfacente nel premere pulsanti per effettuare combo precise e complesse. Soprattutto quando il nostro punteggio in termini di danni ai nemici continua a fluttuare inesorabilmente verso l'alto!

Bayonetta 2Bayonetta 2

L'unico difetto che ci sentiamo di rintracciare in questa edizione, esattamente come nel primo episodio nella sua riedizione per questa nuova console, è la mancanza di contenuti aggiuntivi in vista del suo rilancio su Switch. Nintendo avrebbe potuto cogliere l'occasione per attirare i vecchi giocatori di Wii U offrendo un po' di valore aggiunto in più da questo punto di vista, essere, insomma, meno "avara". Non che questo aspetto comprometta un'esperienza di gioco comunque divertente e squisitamente caotica, ma ci saremmo aspettati una ricompensa in più per quei giocatori fedeli che decideranno di (re)investire in questo gioco.

Al netto dell'unica critica che ci sentiamo di fare, Bayonetta 2 è e resta un gioco straordinario, Molto più complesso e più caotico del primo episodio, il secondo episodio del franchise di Platinum Games per Nintendo trova perfettamente la sua casa nella console ibrida della compagnia nipponica, offrendo, forse, tra le esperienze action più interessanti e vivaci per questa piattaforma. Colorato, frenetico e squisitamente kitsch, Bayonetta 2 è il titolo che la vostra Switch merita di avere e noi non possiamo fare a meno di consigliarvelo con grande entusiasmo.

09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Una qualità grafica eccellente; Un gameplay ricco e frenetico; Si adatta perfettamente al concept di Nintendo Switch; Fluido e solido in termini di framerate; Avvincente e dannatamente divertente.
-
Nessun contenuto aggiuntivo rispetto all'edizione Wii U.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi