Gamereactor follow Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國
Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
recensioni
Life is Strange: Before the Storm

Life is Strange: Before the Storm - Addio

"Friends never say goodbye".


Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

Life is Strange è entrato nelle vite dei giocatori in modo dirompente, inusuale, magico. Ha permesso loro di connettersi inaspettatamente ai personaggi, alle loro storie, ma soprattutto alle loro emozioni, tessendo un indissolubile legame con l'universo creato dai Dontnod. Gli stessi sviluppatori, probabilmente, non si aspettavano un feedback così positivo da parte della community videoludica e il fenomeno Life is Strange è esploso tra le loro mani senza preavviso, in cui Max, Chloe e persino Rachel sono diventati nomi di cui si è chiacchierato a lungo sui forum di discussione, anche dopo la conclusione della prima straordinaria season.

Costruendo un apparato narrativo solido e rafforzandone le fondamenta anche grazie a Life is Strange: Before the Storm - un prequel altrettanto eccellente, ma questa volta sviluppato dai Deck Nine Games - nella storia perfetta di Max e Chloe mancava solo un ultimo grande tassello a ritroso, quello che ci raccontasse quanto grande fosse l'amicizia tra le due giovani protagoniste, poco prima che Max si trasferisse a Seattle; un modo per fornire materiale narrativo ulteriore ai fatti raccontati nel gioco episodico del 2015 e suggellarne la sua importanza.

"Addio" è il piccolo, grande episodio bonus contenuto nella Deluxe Edition di Life is Strange: Before the Storm - a cui anche i giocatori dell'Edizione Standard possono accedervi, effettuando un upgrade alla Deluxe Edition al costo di €9,99 - in cui, come vi anticipavamo, vengono raccontate le ultime ore di Max ad Arcadia Bay poco prima che dica addio alla sua migliore amica Chloe. A differenza di Before the Storm, qui torniamo ad interpretare Max, mentre la osserviamo dilaniata dal dubbio e dall'incertezza poco prima di rivelare il suo trasferimento a Seattle alla sua best friend Chloe. Il contenuto bonus, dalla durata di meno di un paio d'ore, esplora come in una macchina del tempo le due protagoniste allora tredicenni, ripercorrendo grazie alle fotografie, ai loro dialoghi e ai loro pensieri ciò che ha permesso loro di stringere un legame così solido.

Life is Strange: Before the StormLife is Strange: Before the Storm

Più che mai, il gameplay in "Addio" è ridotto praticamente a zero. Se in Life is Strange e in Life is Strange: Before the Storm questa componente era, in qualche modo, presente in misura più o meno maggiore, in questo episodio bonus l'interazione del giocatore è ancor più limitata, dove l'unica effettiva manifestazione di quest'ultimo passa principalmente nel capire quando sia il momento giusto per rivelare a Chloe il nostro tormentato segreto, dilatando il più possibile il tempo in modo da goderci ancora qualche ora in più di spensieratezza con lei. Tuttavia, nonostante la nostra interazione con il gioco in sé sia stata messa completamente in secondo piano, la partecipazione emotiva alle vicende raccontate in questo breve episodio basta da sé per offrirci, ad oggi, uno dei momenti più toccanti e spiazzanti della storia del franchise.

La bellezza di "Addio" sta nel suo modo gentile di condurci per mano nella vita di queste due pre-adolescenti, vivendo sulla nostra pelle ciò che c'è di prezioso nella loro amicizia. Il fatto che i Deck Nine ci invitino ad esplorare gli anfratti di casa Price - che oramai conosciamo come le nostre tasche - è un modo naturale e fluido per scoprire ulteriori sfumature e pezzi mancanti sui vari personaggi che, in un modo o nell'altro, sono entrati nelle nostre vite videoludiche in modo eccezionale. Ma non solo: ciò che rende speciale questo episodio bonus è la riflessione straordinaria che ne scaturisce, la messa in immagini di un "addio" tormentato che ha interessato tutti i noi: il traumatico passaggio dall'infanzia all'età adulta.

Che sia il trasferimento in un'altra città o la scomparsa di una persona amata, poco importa: quegli anni rappresentano una fase delicata della vita di ogni giovane uomo e giovane donna, in cui le nostre insicurezze iniziano a venire a galla, in cui alcune certezze, fino ad allora incrollabili, si sgretolano sotto le nostre dita senza riuscire a trattenerle. La forza di "Addio" risiede esattamente qui, ossia nel rivivere, attraverso le vite di Max e Chloe, un momento difficile che accomuna tutti noi e rileggerlo, magari con occhio più adulto, a cuor leggero. "Ciò che non uccide, fortifica", dice un vecchio detto. Ed è esattamente lo straordinario messaggio che l'episodio bonus di Life is Strange: Before the Storm porta con sé. Perché è esattamente dalle ceneri di quell'età così complessa e tormentata che si costruisce il nostro "io", la nostra individualità, esattamente come accade a Max e Chloe.

Congedarsi definitivamente da Max e Chloe non è affatto facile. Dopo aver vissuto e condiviso con loro eccezionali avventure ad Arcadia Bay in questi tre anni, separarsi da loro con questo episodio è più doloroso di quanto ci aspettassimo. Regalandoci ancora una volta un'ondata di feels travolgenti, con un finale che tocca le corde più profonde del nostro cuore, i Dontnod e i Deck Nine (qui al timone dell'esperienza) hanno affondato un ultimo fendente carico di emozioni, quello letale, che rende ancora più difficile la nostra separazione da due delle eroine più complesse, intriganti e uniche che abbiamo incrociato sul nostro cammino videoludico. Nonostante la sua brevità, "Addio" conclude in modo ineccepibile una storia tra le più preziose degli ultimi tempi di cui, probabilmente, si continuerà a parlare ancora a lungo.

Life is Strange: Before the StormLife is Strange: Before the Storm
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Il ritorno di Max e Chloe, di nuovo insieme; Straziante, emozionante, indimenticabile; Una conclusione perfetta ad una serie che è già entrata di prepotenza nei nostri cuori.
-
È un po' breve e il finale è stato ingiustamente affrettato.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi