Gamereactor follow Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國 / Indonesia / Polski
Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
recensioni
TT Isle of Man: Ride on the Edge

TT Isle of Man: Ride on the Edge

Uno dei migliori racing dedicati alle due ruote di questa generazione.

  • Testo: Ernesto J. Pérez-Durias
Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

Ci sono piloti coraggiosi, senza paura, quelli che sono assolutamente spericolati ... e poi, ci sono i piloti che gareggiano nella leggendaria gara dell'Isola di Man, e quello sono fatti di tutt'altra pasta. Sono piloti che sono quasi in grado di volare, raggiungendo velocità fino a 320 km/h, su strade progettate per velocità fino a 60 km/h, senza pareti e barriere di appena pochi centimetri. Sembra interessante? Volete saperne di più sulla gara al TT dell'Isola di Man? Allora questo è il posto giusto per scoprirlo.

C'è sempre un motivo per festeggiare un titolo sportivo dedicato ai motori che preferiscono propendere per il lato simulativo, poiché la maggior parte dei giochi attuali preferisce un focus più arcade. Quando il gioco è anche un simulatore motociclistico, che è ancora più raro, allora i motivi per festeggiare si moltiplicano.

I migliori titoli di genere al giorno d'oggi sono probabilmente le iterazioni annuali della serie MotoGP di Milestone, incluse le loro edizioni speciali, come quella pubblicata nel 2016, incentrata sul pilota italiano Valentino Rossi, meglio conosciuto dai suoi fan più accaniti come The Doctor. Tuttavia, stiamo parlando di giochi che si muovono su quella linea sottole che separa le simulazioni più pure da racing arcade accessibili creati per soddisfare un più ampio spettro di giocatori.

Bigben Interactive, in collaborazione con lo studio francese Kylotonn Racing Games (che ci ha dato WRC 7 l'anno scorso), ha rivolto la sua attenzione ad una competizione molto speciale nel mondo del Motorsport come la TT Race dell'Isola di Man. La gara è stata inaugurata nel 1907 quando un'organizzazione intelligente decise di organizzare una gara su quest'isola per evitare i limiti di velocità del Regno Unito. Grazie a questa mossa, è nata la famosa pista che attraversa la Snaefell Mountain. È una gara storica, che oramai va avanti da 110 anni. La pista sembra spettacolare sia per l'ambientazione sia per la gara in sé, con la sua rete di strade progettate per il traffico residenziale, lontane dalla competizione ad alta velocità che invece ospita.

TT Isle of Man: Ride on the Edge

Il percorso della Snaefell Mountain è qualcosa di unico, così come il pellegrinaggio fatto ogni anno da fan e piloti spericolati. Non per niente, stiamo parlando di un tracciato di 60.725 km con 264 curve e un record attuale di 16 minuti e 53.929 secondi, ottenuto da Michael Dunlop nel 2016. Ciò dimostra, senza dubbio, quanto siano incredibili le sue proporzioni.

Ma non è solo una questione di lunghezza. Questa pista, nella sua sezione migliore, ha solo due corsie con la larghezza esatta per due auto, lontano dagli attuali standard di piste competitive. E questo senza menzionare le curve brusche, le sezioni che attraversano villaggi, dossi e cordoli ovunque. Più di 250 piloti valorosi hanno perso la vita in questa gara; una triste realtà che fa riflettere

TT Isle of Man: Ride on the Edge
TT Isle of Man: Ride on the EdgeTT Isle of Man: Ride on the EdgeTT Isle of Man: Ride on the Edge