Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
recensioni
Super Smash Bros. Ultimate

Super Smash Bros. Ultimate

Deliziosamente brutale.

Facebook
TwitterReddit

Da vent'anni a questa parte, c'è una grande certezza che accompagna l'uscita di ogni piattaforma Nintendo approdata sul mercato e si tratta del franchise Smash Bros. Approdato per la prima volta su Nintendo 64 con Super Smash Bros. nel 1999, la serie - ideata da Masahiro Sakurai - ha in qualche modo rivoluzionato e in parte riscritto la storia del genere "picchiaduro", offrendo un marchio che nel corso degli anni ha continuato a crescere ed evolversi con costanza, cambiando la forma ma mai la sostanza. Già, perché Super Smash Bros. è sempre stato sinonimo di garanzia per quanto concerne la qualità dei contenuti, offrendo un titolo che, seppur per certi versi abbia mantenuto intatti alcuni capisaldi che hanno contribuito a scriverne la storia, ha voluto costantemente migliorarsi, aggiungendo o togliendo elementi tali da permettere una iterazione innovativa ed entusiasmante ad ogni nuova uscita. Super Smash Bros. Ultimate, il nuovo capitolo per Nintendo Switch, si inserisce perfettamente all'interno di questo percorso di crescita e maturazione portato avanti in questi due decenni, apportando importanti novità rispetto al passato, ma al tempo stesso rimanendo coerente con le sue radici più profonde. Ma è davvero il gioco Smash Bros. definitivo, come vuole suggerire il suo titolo? Scopriamolo insieme.

Super Smash Bros. Ultimate

Prima di scavare a fondo nei tanti contenuti e modalità che Super Smash Bros. Ultimate ha da offrire, vale la pena capire per quale motivo il nuovo gioco di Sakurai e Nintendo è da considerarsi "definitivo": in primo luogo, ma questo era già intuibile sin dalle massicce presentazioni cui abbiamo assistito durante i vari Direct di Nintendo tenuti nel corso dell'ultimo anno, Ultimate include tutti, ma proprio tutti i personaggi che hanno calcato le scene della serie nei suoi vent'anni di storia. Con oltre 70 personaggi, di cui sei inediti - Inkling (Splatoon), Ridley (Metroid), King K. Rool (Donkey Kong), Fuffy (Animal Crossing), Incineroar (Pokemon) e Simon (Castlevania) - e diversi DLC in arrivo nei prossimi tempi (a partire da Pipino Piranha e Joker di Persona 5), il roster di Super Smash Bros. Ultimate è tra i più completi e variegati attualmente a disposizione, dove ogni personaggio vanta un set di mosse unici che permettono ai giocatori di spaziare e capire quale sia il combattente che meglio si addice al suo stile di gioco.

Tuttavia, aspetto molto importante di questo nuovo episodio, è il fatto che, quando si inizia a giocare, il numero di combattenti a disposizione è estremamente ridotto. Quelli a disposizione agli inizi, tra cui Mario e Kirby, sono quelli maggiormente bilanciati, un modo da permettere sia ai vecchi sia ai nuovi giocatori - quest'ultimo il pubblico che affolla in buona misura la nuova piattaforma ibrida di Nintendo, vista la grande popolarità che la console è riuscita a conquistarsi in questi quasi due anni di permanenza sul mercato - di iniziare a muovere i primi passi all'interno dell'esperienza senza sentirsi sopraffatti. Nonostante sia presente una modalità Allenamento, Super Smash Bros. Ultimate manca di una modalità Tutorial che permetta ai giocatori di apprendere i fondamenti di gameplay durante i primi combattimenti, e dunque la scelta di optare per un numero di lottatori inferiore è volto essenzialmente a non sovraccaricare eccessivamente (e di conseguenza, scoraggiare) i nuovi arrivati. Ma i giocatori veterani della serie non hanno nulla da temere, in quanto - anche se il nuovo Smash Bros. mira ad essere più accogliente sotto certi aspetti con i neofiti - mantiene inalterata la sua brutalità.

Super Smash Bros. Ultimate

Per iniziare a fare pratica e sbloccare i numerosi personaggi che il titolo offre, i giocatori hanno la possibilità di farsi le ossa nella nuova modalità "Stella della Speranza", una sorta di modalità avventura a metà tra il gioco di ruolo e il gioco da tavolo. Dopo una lunga sequenza cinematografica introduttiva, scopriamo che, dopo una difficile e complessa battaglia, i numerosi eroi dell'universo di Smash Bros. sono stati sconfitti e le loro anime sono state intrappolate, dando vita a dei veri e propri spiriti. Nei panni dell'unico sopravvissuto, la simpatica pallina rosa Kirby, il giocatore si trova a percorrere diverse tappe di una ricca mappa con l'obiettivo di liberare non solo le anime dei lottatori - e sbloccare, di conseguenza il personaggio ad esso associato e renderlo così giocabile - ma anche una serie di piccoli spiriti utili per procedere nella nostra avventura. Questi spiriti, in particolare, si rivelano decisivi sul campo di battaglia di questa modalità: questi, infatti, sbloccano abilità attive o passive che permettono al nostro eroe di avere la meglio durante lo scontro.

Gli spiriti sono suddivisi in due tipologie, Combattenti (primari) e Aiutanti (secondari), dove i primi offrono bonus e perk per le tre diverse statistiche (Attacco, Scudo e Presa), mentre invece gli altri garantiscono bonus passivi. A mano a mano che i giocatori sbloccano questi spiriti, è possibile sperimentare con le diverse combinazioni, creando dei veri e propri dream team con cui affrontare le varie sfide. In caso contrario, potete comunque affidare la scelta degli spiriti che meglio si addicono a quel particolare incontro direttamente al gioco, premendo il tasto "Y", una funzione pensata principalmente per i giocatori meno esperti o per quelli più pigri che non hanno voglia di pensare ad un'eventuale strategia sul campo.

Super Smash Bros. Ultimate
Super Smash Bros. Ultimate
Super Smash Bros. UltimateSuper Smash Bros. Ultimate
Super Smash Bros. Ultimate
Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.