GR STREAMING
Gamereactor follow Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國
Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
recensioni
Resident Evil: Revelations

Resident Evil: Revelations

Dopo la delusione di Mercenaries, arriva il primo "vero" Resident Evil per Nintendo 3DS. Il gioco riuscirà a prenderci sottobraccio in attesa di Resident Evil 6?

Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

Potete vedere Revelations come il precursore dell'ultima mutazione di questo franchising: i due filamenti distinti di DNA, composti da survival horror e azione, le due classificazioni di genere che hanno contraddistinto i suoi 17 anni di storia si stanno intrecciando e infine mescolando.

Questo gioco non è tanto un palliativo in attesa di un titolo più importante, ma un insignificante prologo all'uscita più attesa di novembre: quello che è stato promesso in Resident Evil 6 viene qui messo in gioco con significativo successo.

Si tratta di un passo logico per la serie e per i diversi strati di gameplay, la cui struttura irregolare favorisce colpi di scena e di vari stili gioco in modo uniforme. Il gioco viene diviso in una parte survival horror con protagonisti Jill e il suo nuovo compagno Parker, alternata a delle sequenze di azione nel ruolo di due coppie BSAA, a loro volta dislocate in due luoghi diversi.

Resident Evil: Revelations

Per la maggior parte del tempo, tutto ciò avviene bilanciato in maniera estremamente positiva, con gli scambi tra le due coppie che si alternano in maniera continua. Inoltre, il passaggio da sequenze in cui si risparmiano i proiettili al esplosivi assalti a perdifiato mostrano due diverse dinamiche che lavorano in sincronia per offrire un'esperienza più ricca.

I due stili alternati fanno sì che la storia di Resident Evil si faccia episodica, divisa per capitoli. Sia che si ricominci o si prosegua, ogni capitolo è diviso da un "precedentemente in Resident Evil...", facilmente skippabile con la pressione di un pulsante.

Alla fine dei livelli si rivelano le classifiche dei tempi e i voti, sempre incredibilmente brevi. Revelations, tuttavia, non è stato mutilato a causa del suo formato portatile: presto si vedrà l'orologio superare la mezz'ora e sfiorare l'ora intera. Il giocatore medio impiegherà circa otto ore per terminare la campagna principale. Il gioco offre due slot di salvataggio, entrambi cancellabili in caso di stesse chiedendo se il gioco ha subito la stessa sorte di Mercenaries.

Resident Evil: Revelations

A proposito di Mercenaries, il minigioco di Resident Evil diventato un titolo retail, Revelations ne possiede una versione sbloccabile dopo aver completato la storia.

La modalità Ride divide le varie sezioni della campagna, offrendo una difficoltà più alta e sollevando barre di energia sopra ogni nemico, con personaggi aggiornabili ed armi da padroneggiare, e persino la possibilità di giocare on-line e in locale.

Resident Evil: Revelations

Gli aggiornamenti per le armi si possono collezionare anche nella campagna, aggiungendo danno extra, fuoco più rapido e caricatori più capienti. Il gioco ci consente di portare solo tre armi alla volta - granate a parte - e il classico inventario "a scatola" è tornato.

Per Jill e Parker, i proiettili sono sempre un problema: fare una parsimoniosa incetta di proiettili è un passo indietro per la serie, ma è certamente la direzione giusta. Abbinando tutto ciò a una prospettiva in prima persona che si attiva ogni volta che si punta un'arma, si pone maggiore enfasi sui colpi alla testa, molto importanti, e si insegna al giocatore a utilizzare gli attacchi ravvicinati quando possibili.

Comunque, uno dei più grandi difetti del gioco consiste nell'aver cercato di bilanciare la conta dei proiettili con una mossa per schivare alquanto scomoda. Questa meccanica viene spiegata in uno sottomenù all'inizio, ma non viene definita come meccanica necessaria di gioco fino a quando una sequenza presente nella storia ci lascia senza armi.

Resident Evil: Revelations

Si tratta di una meccanica che, nel tentativo di dare più enfasi alle parti horror, mette immediatamente il giocatore a disagio quando incontra un nemico.

Quando ci si trova per la prima volta ad usarla, si viene uccisi ripetutamente. Anche con le scritte sullo schermo, non è chiaro quale pulsante premere. La tattica si fa presto scommessa, e l'incertezza spinge il giocatore ad evitare i nemici piuttosto che ad affrontarli.

Genesis è un'aggiunta più interessante, uno strumento di scansione che sembra essere uscito da Dead Space e che consente di trovare oggetti nascosti in modalità prima persona. È pesante e scomodo, ma garantisce di ricaricare la propria energia dai nemici e consente una leggera diversione dalle meccaniche standard di esplorazione e di risoluzione di puzzle.

Resident Evil: Revelations

Il design dei nemici varia in termini di qualità. Il cattivo standard ricalca il classico zombie, senza però spaventare. Con la pelle biancastra, la loro naturale luminosità si scontra con l'ambiente oscuro offrendo al giocatore un bersaglio facile ma lasciando trasparire un designer non completo. Le loro versioni più evolute e i boss, al contrario, sono ottimi e riescono a mettere in scena un vero e proprio incubo.

Dal punto di vista grafico il gioco offre alcuni dei migliori momenti presenti su questa console portatile: la Queen Zenobia, la nave in cui la parte principale del gioco ha luogo, offre alcune aree di lusso dove l'illuminazione mette in gioco le forze del 3D. La colonna sonora, al contempo, è una delle migliori della serie.

Resident Evil: Revelations

Resident Evil: Revelations è il primo titolo per 3DS ad offrire il supporto di un secondo stick analogico. Non abbiamo avuto l'opportunità di provarlo durante la nostra recensione, ma non abbiamo mai sentito il bisogno di manipolare la telecamera - se non quando desideravamo dare uno sguardo ad alcune delle più belle stanze presenti sulla nave. Pertanto, non crediamo di sentirne la mancanza.

Quindi: le classiche meccaniche di questa serie con qualche extra, alcune che funzionano, altre che non funzionano affatto. Ciononostante, abbiamo voluto continuare a giocare fino a terminare la campagna e scoprire cosa sarebbe arrivato dopo. Con una buona durata, qualche ricompensa aggiuntiva da sbloccare e una modalità secondaria che offre alcune ore di gioco aggiuntive per raggiungere il tanto agognato voto S, Revelations ha tutta l'aria di essere un Resident Evil in scala ridotta piuttosto che un suo mediocre spin-off.

08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Campagna divertente, tanta varietà, colonna sonora eccezionale
-
Le schivate sono spiegate male, rigiocabilità limitata
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi