Italiano
Gamereactor
recensioni
Remnant II

Remnant II

Gunfire Games è tornato con il suo seguito del brillante Remnant: From the Ashes.

HQ

Da quando Remnant: From the Ashes ha debuttato anni fa, sono stato un grande fan di questa serie. La natura di azione-avventura, abbinata a mondi strani e insoliti pieni di nemici raccapriccianti e mortali, e una profonda suite di costruzione sono tutti elementi chiave che spuntano le caselle giuste per me. Quindi, quando ho visto la rivelazione di Remnant II a The Game Awards, sono diventato molto entusiasta di vedere cosa lo sviluppatore Gunfire Games aveva in serbo con il suo concetto per un sequel.

Dopo essermi completamente consegnato a Remnant II negli ultimi giorni, giocando religiosamente il titolo durante la settimana, sono giunto alla conclusione che Remnant II è semplicemente più Remnant, nel bene e nel male. Quello che voglio dire con questo è che da un lato, questo è esattamente ciò che la gente vuole da un sequel. Mondi più grandi e complessi, una vasta collezione di nuovi tipi di nemici, grafica e grafica migliori e una storia più coerente. Tuttavia, d'altra parte, alcuni dei problemi che hanno afflitto questa serie rimangono, il che significa che si ottiene un sistema di costruzione piuttosto rudimentale e limitante, abbinato a un design dei livelli in cui è molto facile perdersi e perdere traccia di ciò che la storia sta cercando di mettere insieme narrativamente. Quindi, come ho detto, se hai amato Remnant: From the Ashes, c'è molto da aspettarsi qui, ma in caso contrario, non aspettarti un enorme cambiamento o miglioramento della formula. Ma entriamo nel merito.

HQ

Prima di tutto, parliamo della storia. Gunfire Games ha preso spunto dal libro di Diablo IV. Non letteralmente ovviamente, entrambi i giochi sono stati in sviluppo per anni alla fine della giornata. Quello che voglio dire è che ora il giocatore assume un ruolo più centrale nella storia, uno in cui, nonostante manchi un vero nome (sei indicato come il Anomaly), hai una parte molto importante nella narrazione. Significa che diventi molto più coinvolto nella storia che Remnant II sta cercando di raccontare, ma la trama affronta ancora gli stessi problemi di quella di From the Ashes, poiché i ritmi narrativi sono così insoliti e peculiari che diventa un po 'troppo complesso tenerlo d'occhio per la maggior parte del tempo.

Annuncio pubblicitario:

Fortunatamente, il design mondiale è ancora una volta di prim'ordine. Ti consigliamo di esplorare ogni angolo nella caccia a equipaggiamento, risorse, dungeon e segreti. Che si tratti di dirigersi verso le lontane giungle di Yaesha o nel regno fantascientifico di N'Erud, i regni sono incredibilmente diversi e unici, e ognuno porta le proprie sfide e nemici da affrontare, capire e superare. Su questo fronte, Remnant II ancora una volta eccelle. Non ti mancheranno mai le sfide o annoiati dai tipi di nemici, poiché proprio quando inizi a sentirti a tuo agio, qualche altro orrore striscia fuori dalla falegnameria per scuotere le cose. Gunfire Games ha chiaramente un talento per progettare tipi di nemici inquietanti e terrificanti e in Remnant II, abbiamo solo un altro esempio di questo.

A proposito di nemici, sarai felice di sapere che Remnant II ha una vasta gamma di nemici di tipo boss, alcuni dei quali sono fondamentali per la narrazione e altri che sono semplicemente disponibili per trovare e affrontare nella caccia a bottino ed equipaggiamento migliori. Sembra che Gunfire abbia flesso un po' le dita con il loro design dei boss questa volta, poiché gli incontri sembrano più vari e complessi rispetto a From the Ashes, il tutto oltre ad essere uno spettacolo visivo più grandioso con meccaniche più ambientali che influenzano l'ambiente, come i campi di battaglia distruttibili. Nel mio tempo finora, alcuni dei boss più interessanti che ho incontrato includono un nemico di tipo cacciatrice che cavalca un grande segugio e persino un'enorme farfalla aliena che mi ha fatto pensare agli Ikrans di Avatar combinati con Mothra.

Remnant II
Remnant IIRemnant II
Annuncio pubblicitario:

Anche il gameplay e il gunplay sono ancora una volta eccellenti. Il combattimento sembra fluido ed elettrizzante, ed è progettato in modo tale che l'attenzione del giocatore sia dedicata principalmente a sparare e tagliare i nemici che incrociano il loro cammino. Il buildcrafting in Remnant II, tuttavia, sembra meno convincente di quello che From the Ashes offriva. In sostanza, nel tentativo di ridurre la complessità della suite buildcrafting, Gunfire ha praticamente eliminato armature e capi di abbigliamento dall'equazione. Certo, puoi ottenere nuovi oggetti in questa categoria, e offrono piccoli cambiamenti, ma per la maggior parte, la personalizzazione di impatto si presenta sotto forma di armi, tratti e la nuova iterazione del sistema di archetipi.

Per armi e tratti, questo è praticamente lo stesso di quello che From the Ashes ha offerto. Trovi o acquisti nuove armi e poi puoi usare le risorse trovate durante il gioco per migliorarle. Puoi anche acquisire e inserire mutatori che offrono vantaggi unici ora, come effetti di sanguinamento sui colpi, e puoi giocherellare con modificatori che forniscono abilità aggiuntive per ogni arma. Secondo i tratti, questo è l'approccio di Remnant a un sistema di vantaggi e ti vede spendere punti tratto per migliorare permanentemente determinati attributi, ad esempio, salute totale, gamma di evasione, cooldown delle abilità. È un sistema che ha già funzionato e non è stato fatto molto per cambiarlo.

Per quanto riguarda gli archetipi, è qui che le cose diventano un po 'funky. In Remnant II, verso l'inizio del gioco scegli un tipo di classe, che definisce come gioca il tuo personaggio. Vuoi avvicinarti e personalizzare? Se è così, il tanky Challenger è per te. Preferisci farti strada attraverso i nemici a distanza? Prova Gunslinger. Vuoi un compagno per il viaggio? Il Handler e il suo fidato alleato canino è la classe da scegliere. Ogni archetipo ha il suo stile di gioco e le sue abilità uniche, e apre anche l'accesso al proprio set di tratti speciali e può essere migliorato guadagnando esperienza.

Il problema è che puoi avere solo due archetipi attivi contemporaneamente, con il tuo archetipo primario che ha il maggiore impatto su come gioca la tua classe. Allo stesso modo, non hai accesso al resto degli archetipi solo dopo aver scelto il tuo primo, no, devi trovare oggetti durante il gioco e aggiornarli per essere in grado di acquisire e utilizzare un tipo di classe secondaria. Questo sistema è molto semplice da capire e funziona, ma non posso fare a meno di pensare che abbia tolto un po' del divertimento del buildcrafting a favore di un sistema più rudimentale, che per me va un po' contro i principi fondamentali di ciò che un gioco Remnant dovrebbe essere.

Remnant IIRemnant II

Anche se non sono particolarmente colpito dalle suite di costruzione e progressione di Remnant II, non si può negare il brivido e il divertimento che questo sequel offre. Che sia da solo o con gli amici, Remnant II è un'esplosione fin dall'inizio, ed è, come From the Ashes, progettato da zero per essere altamente rigiocabile. Gunfire Games ha assicurato che questo sia proprio il caso, e sia che si tratti di tentare difficoltà più difficili o semplicemente di passare al Adventure Mode per esplorare liberamente e dare la caccia ai boss per risorse ed equipaggiamento, ci sono molti modi per godersi questo sequel.

E questo è esattamente il motivo per cui penso a Remnant II come più Remnant nel bene e nel male. È ancora una serie molto avvincente con un gameplay serrato e coinvolgente, ma non si può negare che abbia anche i suoi nodi. È più appariscente, più bello, ha tonnellate di profondità, e se hai amato il primo gioco, ti divertirai anche con questo seguito.

08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Mondi più grandi e dettagliati. Gli archetipi sono un grande miglioramento. Tonnellate da fare. Combattimenti, nemici e boss sono emozionanti da affrontare.
-
La progressione e il buildcrafting sembrano un po 'carenti. Qualche strano bug visivo qua e là.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
Remnant IIScore

Remnant II

RECENSIONE. Scritto da Ben Lyons

Gunfire Games è tornato con il suo seguito del brillante Remnant: From the Ashes.



Caricamento del prossimo contenuto