LIVE
Live broadcast
Skip
logo hd live | Anthem - Update 1.1
Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
recensioni
Sekiro: Shadows Die Twice

Sekiro: Shadows Die Twice

Un nuovo capolavoro firmato FromSoftware.

Skip

Sekiro: Shadows Die Twice è un gioco sviluppato in modo evidente da FromSoftware. Storia di vendetta e con un personaggio incredibilmente affascinante, il nuovo titolo dello studio prodotto da Activision ha molti elementi comuni con le opere precedenti dei creatori della serie Souls, a partire dai sistemi di gameplay già presenti nei precedenti progetti dello studio nipponico. Eppure, per quest'ultima creazione, From Software ha voluto mettere in pratica qualcosa di molto importante: conferire al gioco sua anima unica.

In Sekiro: Shadows Die Twice interpretiamo uno shinobi senza nome, ma molto forte, spesso definito Wolf. Una nazione straniera vuole ardentemente entrare in possesso di un potere, che si ritiene provenga dalla venerabile linea di sangue del nostro impero. Il giovane Lord Kuro è l'erede di questa dinastia e nella fase di apertura del gioco, Wolf non riesce a proteggerlo da questi invasori. Secondo il codice shinobi, dobbiamo fare ammenda e liberare il nostro padrone dalla sua prigionia, meditando vendetta per suo conto, uccidendo orde di soldati e nemici ispirati all'antica tradizione giapponese. Quella che sarebbe stata una trama sufficiente nei giochi precedenti dallo sviluppatore è solo il preludio dell'avventura spirituale di Sekiro sull'indomabile volontà di un leggendario spadaccino.

Tuttavia, nel difendere il suo padrone, Wolf è stato ferito mortalmente e ha perso il braccio sinistro. Così, un vecchio misterioso lo trascina fuori dal campo di battaglia depredato e rimpiazza il suo arto perduto con una protesi meccanica, permettendoci di riprendere il nostro lavoro incompiuto. Questa protesi può essere migliorata con tanti strumenti shinobi, come un'ascia che permette di distruggere gli scudi di legno e un attacco a fiamma progettato per danneggiare alcuni nemici, anche se il suo uso è limitato. In un certo senso, questa meccanica sostituisce il complesso sistema di classi dei vecchi titoli Soulsborne, poiché la progressione dei personaggi qui è molto più semplice e offre poca varietà in termini di opzioni di personalizzazione, nonostante siano presenti gli alberi delle abilità.

Un cambiamento più ovvio alla formula Souls di FromSoftware va rintracciato nel gameplay stealth. Wolf può nascondersi nell'erba alta, aggrapparsi alle sporgenze o arrampicarsi sui muri per evitare di essere visto dai suoi avversari. Quando ci avviciniamo abbastanza ai nostri obiettivi, possiamo colpire nell'ombra con un attacco mortale critico. La maggior parte dei nemici muore all'istante a seguito di questo attacco brutale, quindi diventa molto utile assegnare priorità ai nemici e assottigliare il gruppo. Le meccaniche stealth sono rozze e semplici, ma sta a noi capire se e come utilizzarle.

Sekiro: Shadows Die TwiceSekiro: Shadows Die Twice

Sekiro sostituisce la ben nota meccanica di resistenza implementando un sistema incentrato sulla postura di un personaggio. I nostri attacchi non sono più volti ad azzerare la barra della salute di un nemico, ma sono destinati a far vacillare un avversario e offrirci apertura per un attacco. Il gioco punisce pesantemente tutti gli errori - sia i tuoi che quelli dei tuoi nemici - con la precisione mortale di un samurai. Per riuscire dobbiamo usare l'impeto di un attacco nemico e contrattaccare di conseguenza.

Gli attacchi di spada e lancia, per esempio, richiedono reazioni diverse agli attacchi radicali, che di solito hanno un raggio d'effetto più ampio. D'altra parte, non possiamo difenderci quando provano ad afferrarci, quindi la nostra unica opzione è di evitare il nemico spostandoci lontano dalla sua portata. È importante valutare quali attacchi è possibile sopportare e quando è opportuno evitare del tutto una zona pericolosa. Allo stesso tempo, non dobbiamo dare al nostro rivale un attimo di respiro, poiché la loro postura si rigenera lentamente nel tempo.

I samurai più esperti e le bestie assassine che affrontiamo nel corso del gioco mostrano poco rispetto per i nostri attacchi più leggeri, e un solo colpo mortale non sarà sufficiente per sconfiggere avversari così pericolosi. Solo chi riesce a capire i pattern di attacco e impara a farne uso uscirà vittorioso dalla battaglia - questo non è mai stato più vero, nemmeno in un gioco Souls. Mantenere la velocità e la finezza di queste danze sanguinose è tanto stimolante quanto gratificante. La cosa più interessante è che le battaglie di alto livello di solito non durano troppo a lungo, poiché spesso il vincitore può essere determinato dopo un breve, intenso scambio di colpi.

Sekiro: Shadows Die TwiceSekiro: Shadows Die Twice
Sekiro: Shadows Die TwiceSekiro: Shadows Die Twice