Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Severed

Severed

Drinkbox Studios offre una delle ultime esclusive di PS Vita, un dungeon crawl con uno stile davvero unico.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio

Era da un po' di tempo che non accendevamo la nostra PS Vita. In realtà abbiamo dovuto addirittura impostare l'ora e la data sul dispositivo, per farvi capire da quanto tempo l'abbiamo tenuta spenta. Non è che non ci piace più la piattaforma di Sony, è solo che in qualche modo siamo andati avanti. E non dipende dal fatto che manchino giochi, è solo che la nostra attenzione è rivolta altrove. Ma tutte le piattaforme meritano un proprio canto del cigno. E siamo contenti che una delle ultime grandi esclusive per la console portatile di Sony sia il nuovo titolo di Drinkbox Studios, Severed.

Si tratta di un dungeon crawler che dispone di combattimenti touch-based molto simili a Infinity Blade. È ambientato in una sorta di infero o realtà alternativa, dove la protagonista, una ragazza, ha perso un braccio e ha bisogno di ritrovare i membri scomparsi della sua famiglia (un fratello, un padre e una madre); ma tra lei e loro si frappongono labirintici dungeon, mostri e scontri con i boss. Ma questa non è la classica storia tradizionale in cui bisogna salvare la propria famiglia, è un gioco che si concentra, piuttosto, sul modo in cui si gestisce una perdita e lasciare andare ciò che non si può cambiare. Non entreremo a fondo nei dettagli per non rovinarvi la sorpresa, ma la storia, che viene raccontata con mezzi semplici e lascia molto dell'interpretazione al giocatore, è probabilmente una delle più belle che abbiamo visto negli ultimi tempi.

Severed

Abbiamo accennato ad Infinity Blade e questo titolo è senza dubbio un buon punto di partenza per descrivere il sistema di combattimento presente in Severed. Affrontiamo mostri caratterizzati da diversi modi di attacco e altrettanti modi in cui noi possiamo attaccarli. Dopo un po' saranno inoltre caratterizzati da vantaggi e svantaggi, e ciò che è davvero unico qui è che possono provenire da tutte le direzioni, il che significa che dovrete passare da uno all'altro per fare in modo di non beccarsi danni da dietro, mentre si sta tentando di infliggere danni a propria volta.

Il sistema è brillante, molto coinvolgente, e raramente ci siamo trovati di fronte ad un sistema combattimento con questo trasporto, che va ben oltre il semplice avanzare di stanza in stanza, o di oggetto in oggetto. In diversi punti del gioco, si affronta un nuovo tipo di sfida, che si tratti di un nuovo tipo di mostro, più mostri di prima, un nuovo mix di mostri, o di un vantaggio particolarmente difficile (ci vengono in mente la magia di difesa o la velocità), ed a questo punto si è costretti a rivalutare la propria tattica e approcciarsi al combattimento proprio come se fosse un puzzle da risolvere. Scivolando sullo schermo molto velocemente vi aiuterà a procedere, ma per avere successo è necessario capire il modo migliore in cui eliminare i nemici e su quali concentrarsi, cercando di annullare inizialmente i loro attacchi. I controlli sono precisi, ma come sempre con i controlli touch-based, a volte non si andrà a segno e le dita si saranno ustionate a furia di usarle sullo schermo, e quando si strisciano le dita in modo frenetico, si corre il rischio di spostarsi accidentalmente a destra o sinistra del nemico, portando ad epiloghi tragici.

Il gioco è molto indulgente nel senso che quando muore, si viene respawnati appena prima di dove si è morti, quindi non c'è mai frustrazione quando accade. A molti questa mossa potrebbe apparire un po' troppo indulgente, ma noi siamo più dell'idea che i designer abbiano deciso di non punire il giocatore nel caso in cui questo commetta un errore. Questo non significa che il gioco non sia difficile, ma semplicemente non siamo obbligati a percorrere gli stessi percorsi più e più volte, fino allo sfinimento.

SeveredSevered

Detto questo, c'è comunque un certo livello di backtracking, nel caso in cui vogliate sbloccare tutti i segreti (e ce ne sono un sacco) mentre accedete a nuove aree e guadagnate nuove abilità. Il gioco offre anche un sistema di loot brillante e un albero delle abilità. Mentre si uccidono i nemici si riempie una barra combo, che una volta piena sblocca la possibilità di tagliare gli arti dei vostri nemici sconfitti mentre vanno giù. Ali, tentacoli, occhi, mani ... sono tutti utilizzati per sbloccare e aggiornare le vostre abilità. Troverete anche rigaglie che possono essere trasmutate (suggerimento pro: sbloccate l'abilità di trasmutazione il più presto possibile) in vari arti per aiutarvi ad aggiornare le abilità più velocemente. Il gioco è molto equilibrato, forse grazie al fatto che i nemici non respawnano, quindi se siete alle prese con un dato combattimento, basta solo trovare alcune rigaglie al fine di sbloccare una magia più potente o aumentare la potenza dei danni. Se trovate pezzi di cuore e pezzi di cervello, questi aumenteranno rispettivamente le barre di salute e mana.

Il nostro viaggio nel mondo di Severed è durato circa nove ore, stando al file di salvataggio, e che ha compreso anche un po' di ritorni per scovare segreti e sbloccare un'abilità per affrontare al meglio il boss finale (un particolare aggiornamento dell'abilità è stato fondamentale). Ci è sembrata una lunghezza adeguata, anche perché non c'è nessun riempitivo e si ha sempre l'impressione che le nuove meccaniche, i nuovi nemici e le nuove capacità abbiano sempre un senso.

Severed offre un stile grafico che può non piacere a tutti, ma se avete apprezzato quanto fatto da Drinkbox in passato, questo gioco è sulla stessa linea. Ha uno stile colorato e pulito. Non è ciò che solitamente ci si aspetta in un dungeon crawler, ma è facilmente leggibile e questo a nostro avviso basta e avanza.

SeveredSevered

Abbiamo detto che questo è un dungeon crawl e ovviamente esplorerete un sacco di angoli e nascondigli presenti nelle varie stanze. Va detto che è tutto molto accessibile, e forse anche in modo vistoso, dal momento che i segreti sono solitamente segnati sulla mini-mappa con un grande punto interrogativo verde fino a quando non si capisce come raggiungerlo. Non è una scelta di design che abbiamo apprezzato, perché forse facilita un po' troppo l'esplorazione. Detto questo, è comunque abbastanza impegnativo riuscire a scovare tutti i segreti e raggiungere l'ambito trofeo che si ottiene dopo aver esplorato il 100% di ogni area esplorata.

Anche se Severed potrebbe non essere il tipo di gioco che fa gridare al miracolo, è comunque un prodotto interessante, caratterizzato da uno stile davvero unico.

Severed
Severed
Severed
Severed
Severed
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Bel concept; Battaglie tattiche coinvolgenti; Un sacco di segreti; Un design facilmente leggibile; Sorprendentemente profondo.
-
Magari si è guidati con troppa facilità ai segreti; I controlli touch non sono propriamente perfetti.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi