Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
preview
Skater XL

Skater XL - Provato

Mentre Session si sta già affermando come successore spirituale di Skate, ora è arrivato un altro contendente.

Ora che Skate sembra morto e sepolto dai tempi di Skate 3 uscito nel 2010 (sì, è quasi un decennio ormai) nonostante i complimenti e la voglia da parte della community di rivedere la serie con uno Skate 4, i fan hanno dovuto iniziare a guardare altrove, specialmente da quando il franchise di Tony Hawk è stato un vero e proprio disastro con un Pro Skater 5 da dimenticare. In un certo senso, Session di Crea-ture Studios è un gioco che prova a suo modo a venire incontro agli appassionati di skateboard, ma Skater XL di Easy Day Studios è un altro concorrente interessante presente sulla scena, che è approdato su Steam Early Access poche settimane fa.

Quando diciamo che il gioco è arrivato su Early Access, va precisato che si tratta di una sandbox molto piccolo (poche sporgenze, binari e rampe da sperimentare) dal costo di 16,79€, quindi prima di andare ad investire i tuoi soldi in un nuovo gioco di Skate, è fondamentale saperlo. Al momento, è più corretto parlare di una demo tecnica, che mostra le meccaniche di base, con la promessa di nuove aggiunte in futuro che trasformeranno questo concept in un gioco più completo.

Quello che tutti vogliono sapere più di ogni altra cosa in questi giochi è come funziona in termini di controllai, e ci sono sia buone sia cattive notizie. La buona notizia è che si ispira chiaramente a Skate invece di Tony Hawk, il che significa che è un gioco realistico come Session, ma la cattiva notizia (non necessariamente per noi, ma per chi si aspetta una sorta di Skate 4) è che i controlli non sono identici. Non approcciarti a questo gioco fondandoti sui tuoi ricordi: i fan esistenti avranno bisogno di ricablare il loro cervello.

Skater XL

Abbiamo giocato con un DualShock 4 su PC e per avanzare devi usare il tasto X, mentre freni con cerchio e volteggi con R2 e L2, rispettivamente a destra e a sinistra. Qui arriva la parte difficile: essenzialmente lo stick sinistro mappa il piede sinistro, mentre lo stick destro il piede destro. Ciò che significa in pratica è che puoi fare un ollie con la levetta destra rivolta verso il basso e poi verso l'alto come faresti con un vero skate, ma per andare più in alto dovrai farlo nello stesso momento con lo stick destro.

Anche i trick fanno uso di entrambi gli stick. Ad esempio, per fare un kickflip dovrai effettuare un ollie alto e quindi premere la levetta sinistra a sinistra in modo che il tuo piede sinistro capovolga la tavola di 360 gradi. Per fare uno shuvit, tuttavia, dovrai ruotare la levetta destra mentre giochi, poiché il piedino posteriore è quello che controlla la rotazione. Allo stesso modo, un manual è controllato dal piede destro, restando sul retro della tavola, e il nose manual è controllato da sinistra.

Per volteggiare in aria è necessario utilizzare R2 e L2, ma in realtà abbiamo avuto un sacco di problemi nel fare quello che il gioco chiama una rotazione veloce. Ci è sembrato troppo complicato, perché hai bisogno di un ollie alto con entrambi gli stick, tenere premuto R2 e L2 per girare, mentre tiri entrambi gli stick in direzioni opposte. I comandi a cinque pulsanti per una rotazione rapida sono un po' eccessivi a nostro parere ed è una delle cose che vorremmo vedere ottimizzato nel prodotto finale.

Parliamo anche del grinding, perché questa è un'altra parte fondamentale dello street skateboarding. In questo momento è un po' approssimativo, perché non ti porta verso sporgenze e binari tanto quanto Skate (non sappiamo se questo aspetto sarà implementato, ma lo speriamo), e ancora una volta è necessario utilizzare entrambi gli stick per ottenere l'effetto desiderato. Per un nosegrind, ad esempio, dovrai inclinare entrambe le levette per inclinare lo skateboard completamente verso l'alto, mentre per un boardside il piede destro dovrà andare a destra mentre il sinistro andrà a sinistra, facendo in modo che la tavola si posizioni lateralmente.

Skater XL

Un'ottima caratteristica che ci è piaciuta è che puoi fare un solo fermo durante i trick, dato che premendo a sinistra o a destra il rispettivo piede ferma la tavola a mezz'aria, il che significa che puoi sistemarti prima di atterrare per fermarti. Ci sono anche altre semplici funzionalità, come premere sul d-pad per impostare un marker, premere su sul d-pad per tele-trasportarti lì (perfetto per provare nello stesso punto più volte), R2 o L2 che ti permettono di raggiungere un binario o una sporgenza facilmente, e usando sinistra e destra sul d-pad per cambiare l'angolazione della telecamera.

In questo momento l'esperienza sembra molto fluida, con molte animazioni varie e adattive che rendono le cose realistiche e la sensazione è come se non si stesse mai facendo esattamente la stessa cosa due volte. Inoltre, è sensato e gli ambienti fino ad ora sono realistici senza essere noiosi. Fondamentalmente, ci siamo sentiti come quando abbiamo giocato per la prima volta as Skate e Skate 2 (il 3 era un po' più fumettistico ed eccentrico), e anche se mancano ancora i grab - così come elementi vert come quarter e half pipe - ci siamo divertiti a sperimentare con il piccolo parco giochi qui offerto.

Non ci piace paragonare i giochi come abbiamo fatto qui, ma con Session e Skater XL i confronti con il franchise di Skate sono inevitabili, soprattutto considerando che Skate è morto e il vuoto lasciato nel cuore è pronto per essere riempito. È ancora troppo presto per dire se uno di questi giochi sia ancora all'altezza, ma quello che possiamo dire è che Skater XL è molto promettente nelle sue fasi iniziali, e anche se al momento c'è ancora poco da vedere, sicuramente ci ha lasciato molto, il che è davvero un buon segno.

Skater XLSkater XLSkater XL