Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
news

Sony ha imposto proprie regole sui contenuti sessuali

La compagnia ha confermato di aver preso questa decisione, soprattutto alla luce del movimento #MeToo.

I metodi di valutazione come ESRB e PEGI sono stati progettati per offrire linee guida sui contenuti dei giochi, ma sembra che Sony abbia sviluppato delle proprie regole per quanto concerne i contenuti di natura sessuale in particolare, come confermato dalla stessa compagnia al Wall Street Journal.

Una portavoce ha detto al WSJ che gli sviluppatori possono "offrire contenuti ben bilanciati" pur non inibendo "la sana crescita e lo sviluppo" dei giovani giocatori con queste regole, che sono separate dagli altri sistemi di rating.

Lo stesso articolo, tuttavia, afferma che i rappresentanti di Sony sono anche preoccupati per le implicazioni di determinati contenuti sessuali provenienti dal Giappone che appaiono sulla piattaforma, da qui la necessità di sistemarlo. "Sony è preoccupata che la compagnia possa diventare un obiettivo di azione legale e sociale", ha detto un portavoce, aggiungendo che l'aumento del movimento #MeToo è stato un fattore determinante nella creazione di queste regole.

Pensi che questa sia una buona mossa da parte di Sony?

Si ringrazia Engadget.