Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
testi gadget

Steelseries Rival 710

Anche se non è il mouse perfetto, ha comunque un prezzo davvero competitivo.

La serie SteelSeries Rival, vista la sua fascia di prezzo, è praticamente senza rivali (perdonate il gioco di parole!). Ora che è stata resa disponibile la seconda edizione del modello con cavo top - Rival 710, l'erede di Rival 700 - ci sono molte analogie con il modello precedente, ma totalmente giustificate. Molti elementi basilari sono comuni all'intera serie Rival, incluso il fatto che siano prodotti relativamente economici.

SteelSeries ha cercato di cambiare questo aspetto con la serie Rival X50 con Rival 650 Wireless, che offre prestazioni migliori e allo stesso tempo è molto più costoso rispetto ad altri modelli Rival.

Tutti offrono grande ergonomia e un design curvo, offrendo in generale una build ben congegnata. Dal punto di vista estetico non c'è molta differenza rispetto a Rival 700, in quanto è ancora presente uno schermo OLED accanto al tasto sinistro del mouse. C'è anche l'illuminazione RGB del logo, che si illumina quando non usi il mouse, e nella rotella di scorrimento. È molto bello ed elegante, e non così invadente come in altri prodotti sul mercato.

Sono ancora presenti vibrazioni tattili di feedback che funzionano alla perfezione, con l'avvertimento che è necessario programmarli da sé. Puoi farlo attraverso l'apposito software Steel Series Engine, ma non ci sarebbero dispiaciute un paio di set preimpostati per i giochi recenti più importanti e popolari. È un po' una seccatura per utenti standard ed è un peccato perché la funzionalità è davvero utile. Siamo a conoscenza del fatto che hai accesso ad alcuni giochi tramite "App Engine", ma questa funzionalità potrebbe avere un appeal molto più ampio. Counter-Strike: Global Offensive è davvero l'unico titolo importante che supporta il feedback tattile, ed è un peccato.

Steelseries Rival 710


L'unica grande differenza rispetto al Rival 700 è che al posto della superficie liscia, ora questa è rivestita da una copertura gommosa che offre una presa brillante. C'è anche il nuovo sensore TrueMove3 che sostituisce il classico Pixart 3360.

E qui ci imbattiamo in un leggero dilemma. Prima di tutto, fatto che Rival 700 è modulare e lo è ancora. È quindi possibile acquistare un modulo sostitutivo con un sensore TrueMove3, oppure è possibile sostituirlo con un modulo laser. Allo stesso modo, è possibile acquistare nuovi pannelli laterali in gomma e sostituire la parte superiore del mouse. Puoi anche acquistare sovrapposizioni "soft touch" lisce e rivestite di gomma nella stessa confezione.

Qual è la differenza effettiva tra una Pixart 3360 e TrueMove3? Non molta. È Pixart a sviluppare il sensore TrueMove3 e, in realtà, è solo un sensore 3360 con firmware personalizzato che riduce il rumore digitale quando la sensibilità è impostata a più di 3500 CPI/DPI. Quindi per le persone che giocano principalmente agli shooter non farà molta differenza.

Ma dopo tutti questi pregi, ci sono anche dei difetti e cose che mancano in Rival 710? Sì, chiaro, ci sono. Qui prima tutto il lift-off non funziona in modo ottimale: c'è una netta distinzione tra il Rival 710 e il 650 Wireless, che ha un sensore dedicato a questo scopo. Certo, è più costoso, circa il 25% in più rispetto al Rival 710, ma ragionevolmente la maggior parte di quel prezzo è dovuto al suo sistema di peso elaborato e al fatto che è wireless. A nostro parere, è una cosa che SteelSeries avrebbe potuto includere, in quanto si tratta di un modello premium, dopo tutto.

Steelseries Rival 710


Inoltre, la rotellina del mouse è un po' debole. Scatta piacevolmente, ma quando si scorre non c'è quella resistenza che si trova tipicamente nei mouse di qualità premium. Parlando di aspetti più positivi, i pulsanti laterali sono puliti e hanno persino il loro suono per aiutarti. I pulsanti stessi sono del tipo double shot e SteelSeries li chiama "Split Trigger". Sono switch meccanici, come quelli delle tastiere, e si dice che durino 60 milioni di clic.

La parte migliore del pacchetto è la sua pesantezza, la resistenza che il mouse offre quando viene utilizzato. Combinato con grandi attributi ergonomici e con un peso di 135 grammi, è un mouse che può essere un po' pesante per alcuni, ma per altri offre la giusta quantità di resistenza fisica.

Non siamo completamente soddisfatti degli switch sotto il pulsante del mouse, o piuttosto, della loro capacità di ritornare alla loro posizione originale al momento dell'attivazione. Non c'è un grosso ritardo, ma quando giochi principalmente con armi semiautomatiche, e fai clic e fai doppio clic con il pulsante sinistro del mouse, la differenza è evidente. Cliccando sul pulsante in primo luogo appare reattivo e solido, ma è quella leggera lentezza che restituisce a rappresentare il problema.

Rival 710 è un aggiornamento importante rispetto al vecchio modello tale da giustificarne l'acquisto? No. È comunque pesante, offre grande precisione ed ergonomia. Lo schermo OLED è ancora una volta solo un espediente e il feedback tattile funziona bene anche se è semplicemente troppo macchinoso. Detto questo, SteelSeries dovrebbe assumere qualcuno che programmi le impostazioni per i giochi più popolari usciti negli ultimi due anni. Gli interruttori per i pulsanti avrebbero potuto anche essere più veloci per registrare i doppi clic, ma il rivestimento soft touch e i pannelli in gomma morbida sui lati rendono Rival 710 davvero piacevole da usare per lunghi periodi di tempo. Il prezzo è aumentato, ma resta comunque di gran lunga il modello più economico realizzato da un produttore premium.

Steelseries Rival 710

08 Gamereactor Italia
8 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi