Italiano
Gamereactor
recensioni
The Lord of the Rings: Return to Moria

The Lord of the Rings: Return to Moria

Free Range Games ci riporta nel regno di Moria per aiutarlo a riconquistarlo dagli orchi e per ricordare ai fan perché amiamo i titoli de Il Signore degli Anelli.

HQ

Siamo stati abbastanza fortunati con The Lord of the Rings giochi nel corso degli anni. Che si tratti dei tie-in cinematografici, delle avventure Lego, della serie Middle-earth Shadow of, ci sono stati molti titoli interessanti e avvincenti The Lord of the Rings. Ma sfortunatamente, all'inizio di quest'anno, The Lord of the Rings: Gollum ha cambiato tutto questo e ha messo una macchia enorme su questo universo fantasy, e per estensione ha messo un'enorme quantità di pressione sullo sviluppatore Free Range Games per non fregare il cane con il suo titolo di creazione di sopravvivenza, The Lord of the Rings: Return to Moria. Per fortuna, non è stato così.

HQ

Return to Moria è uno dei pochi progetti in tutta la serie della Terra di Mezzo che ha cercato di esplorare la Quarta Era e ciò che è successo dopo gli eventi di The Lord of the Rings. Come suggerisce il titolo del gioco, vede un gruppo di nani guidati dal Gimli della Compagnia tornare nel regno montuoso di Moria, con l'intenzione di reclamarlo dai goblin e dalle altre creature malvagie che si nascondono all'interno e riportarlo al suo antico splendore. Il problema è che la storia non arriva mai così lontano, poiché proprio all'inizio del gioco trovi il tuo nano solitario (o una coppia di nani se fai squadra con un amico) intrappolato a Moria senza una chiara via d'uscita a seguito di un crollo, il che significa che ti rimane solo un'opzione: avventurarti più in profondità nell'oscurità nella speranza di trovare un'uscita alternativa.

Da qui, il gioco ti lancia ogni sorta di meccanica di sopravvivenza. Devi gestire la fame e la fatica, la salute e la resistenza e vari altri sistemi minori, come la temperatura e l'oscurità, che se lasciati incontrollati ti vedranno sopraffatto da debuff inutili che influenzano il tuo nano finché non li risolvi. I sistemi di sopravvivenza non sono così impegnativi come Sons of the Forest, ad esempio, ma dovrai prestare attenzione se intendi rimanere in vita nelle oscure profondità della montagna.

Annuncio pubblicitario:

Per aiutarti a mantenerti in vita, il tuo astuto nano è in grado di costruire e costruire ogni sorta di oggetti e strutture che gli consentiranno di creare un rifugio sicuro dove possono prendere fiato, preparare cibo, immagazzinare risorse estratte e raccolte e altro ancora. Questa è una suite di costruzione che ricorda Fallout 76 e altri giochi di sopravvivenza con elementi di crafting, in quanto si tratta più di mettere insieme blocchi di costruzione definiti per costruire la struttura e le strutture di cui hai bisogno. In effetti, in generale, Return to Moria è meno di un gioco di costruzione e più di un titolo di crafting esplorativo.

The Lord of the Rings: Return to MoriaThe Lord of the Rings: Return to Moria

E questa è una cosa fondamentale da sapere perché, a differenza di alcuni giochi di sopravvivenza, c'è una sorta di storia al centro di Return to Moria. Anche se puoi prenderti tutto il tempo che vuoi per estrarre e costruire cose, l'obiettivo è principalmente quello di fuggire da Moria e per farlo devi vagare costantemente per le sale abbandonate, combattendo orde di goblin e orchi e scoprendo nuovi materiali e ricette che ti permetteranno di costruire oggetti di qualità migliore da estrarre attraverso materiali più duri e ti permetteranno di combattere con minacce più pericolose. Per assicurarti di sapere dove andare, segui i waypoint che tendono a condurti sullo stesso percorso che il Fellowship of the Ring ha preso prima di te, mentre trovi note di Gandalf che aprono la strada a voci di storia che aggiungono ulteriore colore al mondo. In sostanza, immagina Minecraft, ma invece di non tenerti affatto per mano, segui una serie di obiettivi che ti dicono come creare oggetti migliori, trovare materiali più rari e costruire strutture utili.

Vale la pena dire che mentre il gioco ti incoraggia a seguire un percorso specifico, c'è anche una discreta quantità di azione del giocatore coinvolta. In alcune parti dell'avventura, ad esempio, ti verrà detto di scavare attraverso un certo muro, ma per attraversarlo avrai bisogno di un piccone più forte, uno strumento che il gioco non ti dice come acquisire. Invece, devi esplorare l'area circostante e trovare una soluzione scoprendo nuovi materiali e oggetti per sbloccare nuove ricette di creazione. Per questo esempio, la soluzione consisteva nel riparare una vecchia fucina dormiente e poi difenderla da un'orda di goblin. Inutile dire che questa si è rivelata una vera sfida.

Annuncio pubblicitario:

Return to Moria affronta alcuni dei problemi del genere survival crafting. Puoi rimanere bloccato nelle routine mentre ti sforzi costantemente di scoprire e ordare i materiali di cui hai bisogno per creare oggetti più potenti, e allo stesso modo, poiché questo è un gioco che si basa più sull'esplorazione orizzontale che verticale, il livello tentacolare ti significherà passare un'enorme quantità di tempo semplicemente camminando dalla tua base e agli obiettivi successivi, almeno fino a quando non scoprirai nuove posizioni della base lungo la strada o non troverai il materiali rari necessari per creare marcatori di viaggio rapido. Poi ci sono tutte le complessità che il gioco è semplicemente orribile da spiegare. Metà della sfida di Return to Moria è capire quale materiale fa cosa e dove trovarlo. È un gioco di tentativi ed errori, che a volte ha i suoi vantaggi, ma influisce gravemente sul ritmo di questo gioco.

The Lord of the Rings: Return to Moria
The Lord of the Rings: Return to MoriaThe Lord of the Rings: Return to Moria

Per fortuna, le meccaniche dell'orda e i diversi obiettivi aggiuntivi che troverai durante il tuo viaggio fanno il possibile per mantenere le cose fresche. Proprio quando ti senti a tuo agio nell'estrarre una vena di minerale, un'orda di goblin attaccherà, lasciando il tuo nano alla mercé di decine di nemici, e senza un'adeguata preparazione questo significherà praticamente sempre la morte, portandoti al panico fino a quando non sconfiggerai l'orda. Allo stesso modo, gli obiettivi secondari che compaiono e ti chiedono di aprire forzieri chiusi a chiave e/o trovare e restituire oggetti da collezione significano che hai qualcosa da fare oltre alla semplice estrazione mineraria, anche se come nano questo è il tuo pane quotidiano.

Con tonnellate di opzioni di personalizzazione e modi per costruire il tuo nano come meglio credi, un mondo davvero enorme da esplorare e elementi cooperativi competenti che ti consentono di fare squadra con un amico per conquistare e sopravvivere a Moria, ci sono molte cose che questo gioco fa bene, specialmente per gli accaniti The Lord of the Rings fan che non ha voluto altro che un gioco che li lasciasse liberi in una porzione della Terra di Mezzo. Non vorrai mai posare il tuo piccone, in modo simile al modo in cui Minecraft ha ispirato tutti noi quando ha iniziato a prendere d'assalto il mondo.

HQ

Quindi, certo, il combattimento è un po' elementare, la narrazione mediocre nella migliore delle ipotesi, l'IA e le azioni nemiche sono terribili e altamente prevedibili, il ritmo troppo costante e ci sono una discreta collezione di glitch quando si scava e si fa a pezzi un muro con il piccone, ma a parte questi problemi Return to Moria è un buon ritorno per la forma per il solitamente piuttosto divertente The Lord of the Rings videogiochi. Ed è un gioco completo. Molti titoli di survival crafting debuttano come progetti in accesso anticipato, ma Return to Moria è un'esperienza completa fin dal primo giorno, e questo dovrebbe essere celebrato in quest'epoca di pagamento a prezzo pieno per prodotti poco cotti che portano promesse di grandi futuri lontani. Bravo, Free Range Games.

07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Enorme quantità di contenuti. Tonnellate di personalizzazione. Autenticamente Il Signore degli Anelli. Buoni sistemi cooperativi. Sistemi di sopravvivenza equilibrati.
-
Diventa ripetitivo. Non riesce a spiegarne le complessità. Glitch a volte. Cattiva IA nemica. Ritmo duro.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
The Lord of the Rings: Return to MoriaScore

The Lord of the Rings: Return to Moria

RECENSIONE. Scritto da Ben Lyons

Free Range Games ci riporta nel regno di Moria per aiutarlo a riconquistarlo dagli orchi e per ricordare ai fan perché amiamo i titoli de Il Signore degli Anelli.



Caricamento del prossimo contenuto