Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
They Are Billions

They Are Billions

Abbiamo giocato alla versione console dell'RTS steampunk di Numantian Games.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio

They Are Billions ha recentemente lasciato l'Early Access su PC e ora è approdato su console. Questo titolo di strategia in tempo reale steampunk è ambientato in un mondo post-apocalittico brulicante di zombi e il compito di Numantian è quello di costruire una colonia per proteggere i sopravvissuti dalle orde di non morti, bilanciando attentamente le risorse mentre si cerca di espandere il proprio dominio. Insomma, premesse assolutamente ottime.

Fondamentalmente abbiamo tra le mani un base builder che sembra fare molto affidamento sul tower defense. Se sei un fan dei vecchi giochi di Warcraft o Command & Conquer, ti sentirai a casa. Si parte con un centro di comando, alcune truppe e alcune risorse. Da lì, metti giù la tua base ed espandi. Il legno e l'oro sono le prime risorse necessarie. L'oro si genera nel tuo quartier generale mentre costruisci segherie per raccogliere il legno. In poco tempo è necessario costruire case per nuovi lavoratori, strutture come fattorie per raccogliere cibo, cave per la pietra, e così via. Mentre bilanci le tue risorse per riuscire ad espanderti il più possibile, va anche detto che nel frattempo ci sono orde di non morti che vagano e infettano i vostri sopravvissuti. Puoi provare a ritardare l'avanzata, ma poco dopo sarai invaso da sciami.

Costruire muri, torri e una caserma per difendere la tua base quanto prima è fondamentale, e oltre a creare risorse, devi pensare ai lavoratori. Naturalmente, più case richiedono più spazio, tuttavia, espandere il tuo insediamento da un lato può renderti più vulnerabile su un altro fianco, specialmente quando gli sciami più grandi si presentano con scarso preavviso. Bilanciare la gestione delle risorse e fare in modo di non espandersi oltre i propri limiti aggiunge un enorme elemento tattico all'esperienza che ci è piaciuta davvero. In effetti, ci siamo ritrovati a giocare, perdere e poi tornare più e più volte.

They Are Billions

La versione console offre Weekly Challenge e c'è una modalità Survival. La sfida settimanale ti consente di giocare su una mappa solo una volta e di pubblicare il tuo punteggio in una classifica. La modalità di sopravvivenza, d'altra parte, è dove abbiamo trascorso la maggior parte del nostro tempo. Quando giochi per la prima volta, c'è solo un'opzione disponibile sulla mappa, ma puoi sbloccarne altri giocando. Le mappe sono tutte generate in modo casuale e rendono ogni partita un'esperienza nuova. Devi costruire, sopravvivere a piccoli sciami di zombi ed espanderti prima che una super orda arrivi a spazzarti via. Prima di iniziare, imposti i parametri per la tua partita, come il tempo che hai a disposizione prima che arrivi l'orda. Il problema è che anche nell'impostazione più semplice, il gioco è davvero impegnativo.

Anche se il fatto che il gioco fosse un po' più difficile è stato molto gradito, a volte ci è parso un po' troppo brutale. Un minuto prima pensi di avere tutto sotto controllo e il minuto successivo ti ritrovi un'orda di zombie sfrenata e i tuoi edifici in fiamme. Un semplice errore ed è game over. Anche se i fan del genere gradiranno senza dubbio questo aspetto, a volte le difficoltà si sono rivelate divertenti, ma per i giocatori occasionali potrebbe rappresentare un grosso problema, soprattutto quando un errore viene punito in modo così brutale.

L'altro grosso problema che abbiamo evidenziato, a parte la difficoltà, è stato il testo a schermo. Stavamo giocando su una TV da 48 pollici ad una distanza di 1,5 m e abbiamo trovato difficile leggere il testo a schermo. È un po' troppo piccolo e ci siamo ritrovati a guardare lo schermo e provare a leggere quello che c'era. Possiamo accettare i picchi di difficoltà, ma questo problema ci ha ricordato che stavamo giocando a un gioco originariamente pensato per PC. A volte i controlli si sono rivelati scomodi, e sarebbe stato sicuramente meglio giocare con un mouse e una tastiera (su PS4 è supportato, va detto).

They Are Billions

Questo è un gioco in cui devi davvero imparare dall'esperienza, in quanto non esiste un tutorial. Stando così le cose, ci siamo sentiti un po' confusi nel nostro primo playthrough. Dopo un po', tutto diventa intuitivo, ma una piccola guida all'inizio sarebbe stata gradita. Ad esempio, c'è un edificio che ti aiuta a fare ricerca su nuove tecnologie, ma ci siamo persi nella prima partita. Un narratore o un compagno molto simile a quello di Tropico avrebbe potuto darci una mano notevole.

Sarebbe stato anche bello avere una storia o una modalità campagna per dare a They Are Billions un fascino un po' più duraturo (c'è una modalità simile nella versione PC del gioco, che è stata lanciata il mese scorso, ma non è arrivata su console). Mancano anche alcuni personaggi oltre al nuovo sindaco che ti dà un bonus quando raggiungi un obiettivo relativo alla popolazione. Stando così le cose, non ci siamo davvero preoccupati delle persone della nostra colonia.

La grafica è perfetta per un RTS top-down, grazie ad uno schema di colori sgargianti che ti mette nel mood giusto per un'apocalisse zombie. Gli edifici sembrano tutti tipicamente steampunk e visivamente ci siamo goduti l'esperienza. Detto questo, i menu avrebbero potuto essere migliori in termini di dimensioni e qualità visiva in quanto, proprio come i nostri commenti sul testo del gioco, le immagini erano un po' piccole. Avremmo preferito un menu opzioni che è possibile espandere e ridurre a nostro piacimento. Non è mancata della frustrazione un paio di volte dopo aver costruito l'edificio sbagliato o ricercato la tecnologia sbagliata. Ancora una volta, probabilmente non sarebbe stato un problema su una esperienza di primo piano per PC.

They Are BillionsThey Are Billions

La musica di sottofondo ti immerge bene nell'atmosfera del gioco e la maggior parte degli effetti sonori si sposa bene con l'esperienza grafica. Detto questo, quando i tuoi abitanti del villaggio sono in difficoltà, lanciano un grido d'aiuto. Nelle nostre partite, li abbiamo visti abbastanza spesso rimanere bloccati e continuare a urlare. Il rumore diventa presto davvero irritante, quindi, per non sembrare un sociopatico, abbiamo disattivato quell'effetto.

Tutto sommato, con tutto il potenziale che aveva, They Are Billions non ha mantenuto le sue promesse. Era ovviamente progettato per PC e soffre di un'interfaccia utente che avrebbe funzionato meglio su un monitor. Oltre ad essere eccessivamente difficile alle volte, ci siamo divertiti un bel po' e questo è decisamente un gioco pensato maggiormente per i giocatori hardcore RTS là fuori.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio
06 Gamereactor Italia
6 / 10
+
È buono, bello, divertente da giocare per la maggior parte del tempo; Gameplay teso.
-
Molto difficile; scritto piccolo; controlli un po' fastidiosi; nessuna modalità campagna su console; niente tutorial.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi