Italiano
Gamereactor
preview
Total War: Pharaoh

Total War: Pharaoh Anteprima della campagna: Tentiamo di conquistare l'Egitto

Siamo stati in grado di sperimentare una selezione del prossimo gioco di strategia di Creative Assembly, in una sessione di anteprima che ci ha permesso di giocare 60 turni ininterrotti della campagna.

HQ

Sappiamo da un po' di tempo che Total War si sta concentrando sull'Antico Egitto nel suo prossimo gioco, previsto per ottobre di quest'anno. In una precedente anteprima di Total War: Pharaoh, siamo stati in grado di provare solo un paio di battaglie, e allora, ci piacevano gli effetti meteorologici aggiunti e l'aggiunta del degrado dell'armatura, tra gli altri. Questa volta, sono stato in grado di provare i primi 60 turni della campagna del gioco. Giocando nei panni di Ramesse III tra una serie di possibili fazioni, sono stato in grado di avere una buona impressione di cosa significhi governare parte del Nuovo Regno d'Egitto alla vigilia delle invasioni del Popolo del Mare.

HQ

Le mie prime impressioni sulla mappa della campagna sono che sembra molto simile al suo predecessore, A Total War Saga: Troy. Questa è una buona cosa. Invece di solo oro dei vecchi titoli TW, ci sono più risorse da bilanciare in tutte le tue regioni: cibo, legno, bronzo, pietra e oro. Gli edifici costano per lo più pietra e legno, mentre un esercito richiede cibo, bronzo e oro. Regioni diverse hanno risorse diverse, il che significa che potresti avere molto cibo ma nessun accesso alla pietra, a meno che tu non baratti con altre fazioni. Inoltre, ora hai bisogno di lavoratori inattivi nelle tue città per iniziare la costruzione. Nel complesso, è un buon sistema che incoraggia la diplomazia a scambiare risorse e ti costringe a scegliere strategicamente i tuoi obiettivi per la conquista.

La mappa della campagna si estende dalle terre nubiane a sud dell'Egitto alla penisola del Sinai, al Levante e a gran parte dell'Anatolia. Questo corrisponde alle principali fazioni del gioco: ci sono le fazioni egiziane nel sud, le fazioni cananee nel centro e le fazioni ittite nel nord. Oltre a Ramesse III, c'è il cananeo Irsu o l'ittita Suppiluliuma II tra cui scegliere, tra gli altri. Inoltre, ci sono due campi verso cui i giocatori possono puntare le loro ambizioni: puoi provare a conquistare il trono egiziano o ittita. Una volta scelto uno, entri in quella corte e dovrai conquistare le regioni centrali della corte per diventare faraone o re ittita.

Annuncio pubblicitario:

Nella mia prima campagna a 60 turni a difficoltà facile, ma con tutte le impostazioni impostate su default, ho iniziato nella posizione predefinita di Ramesse nel Sinai. Qui ho cercato di mantenere le altre fazioni egiziane amichevoli per la maggior parte, concentrandomi invece sulla conquista delle vicine fazioni cananee. All'inizio ho avuto un certo successo, ma ho avuto rapidamente problemi. Avevo una carenza strutturale di cibo, il che significa che ho deciso di scambiare altre risorse per più cibo con fazioni amichevoli. Lentamente, ma costantemente, riuscii a conquistare la maggior parte del Sinai, con le invasioni della gente del mare che spesso rovinavano i miei piani, e poiché gli eserciti richiedono un generale e molta manutenzione, riuscii ad avere solo un grande esercito alla volta, che dovevo mescolare continuamente intorno al mio impero tentacolare.

Total War: Pharaoh

Oltre a concentrarmi sulle mie conquiste, volevo esplorare le altre meccaniche del gioco. Creative Assembly ha eliminato gli elementi mitici da A Total War Saga: Troy e invece ha aggiunto più profondità storica alla campagna. Sembra che anche gli agenti, come assassini e diplomatici, siano scomparsi del tutto. Invece, alla Corte Reale è possibile rivendicare una delle posizioni di corte tramando, ad esempio, mettere uno dei tuoi uomini nella posizione di Tesoriere ti consente di appropriarti indebitamente di denaro, mentre il Primo Comandante ha accesso alle unità d'élite. In alternativa, puoi ottenere il favore delle persone in queste posizioni per ottenere temporaneamente l'accesso a questi benefici e, per complicare ulteriormente le cose, c'è un evento chiamato Shemshu Hor ogni sei turni quando le posizioni possono essere rimescolate.

Durante il mio periodo di anteprima, non sono stato davvero in grado di capire l'uso della Corte Reale e Shemshu Hor. Ottenere il favore delle persone in tribunale sembrava un po 'come un lavoro ingrato, dove ho finito per fare clic sulla stessa opzione intrigante per diffondere voci quasi ogni turno senza davvero capire perché. Se diffondere voci per ottenere temporaneamente l'accesso ad alcune unità d'élite è tutto ciò che è, allora è un'aggiunta piuttosto unidimensionale. Inoltre, non vedevo nemmeno come avrei potuto rivendicare una qualsiasi delle posizioni. Forse non sono stato in grado di afferrare il suo pieno utilizzo perché non sono riuscito a progredire oltre il 60 ° turno, però.

Annuncio pubblicitario:
Total War: PharaohTotal War: Pharaoh
Total War: PharaohTotal War: Pharaoh

Altre cose per tenerti occupato oltre a costruire e conquistare sono un eccellente albero tecnologico con tecnologie ricercabili. Puoi scegliere di investire in cose come più XP per alcune unità dell'esercito, migliori relazioni con le fazioni ittite o egiziane, costruzioni più economiche e altro ancora su queste linee. È anche necessario adorare gli dei per ottenere bonus aggiuntivi, anche se svolgono un ruolo molto minore rispetto a A Total War Saga: Troy. Poi c'è anche una meccanica "Pilastri della civiltà". Qui un equilibrio tra guerra, disastri naturali e invasioni dei popoli del mare contro la pace e la costruzione di monumenti influenza i raccolti e altre cose. Ancora una volta, a causa del limite di 60 giri, non sono stato in grado di vedere molto di questo in azione. Tuttavia, presumibilmente quando la civiltà si rompe a causa di guerre civili, le invasioni dei popoli del mare aumenteranno, così come i disastri naturali, e ciò dovrebbe comportare interessanti sfide aggiuntive.

Un'altra cosa che ha attirato la mia attenzione è la possibilità di scegliere un'eredità antica da seguire. Ho provato un'eredità concentrandomi inizialmente sul commercio, ma l'ho trovata difficile da capire e senza molti benefici. Ho deciso invece di scegliere l'eredità degli antenati conquistatori di Ramesse dopo aver caricato indietro di qualche turno, scegliendo la città di Ashkelon come mio obiettivo per la conquista. La schermata Ancient Legacy mi ha permesso di costruire il supporto locale investendo oro ogni pochi turni, il che avrebbe dovuto darmi un enorme esercito locale per supportarmi in caso di assedio. Mi avrebbero persino aperto le porte. Purtroppo, non ho ottenuto il climax che speravo. Avevo già il mio esercito che assediava la città, costruivo armi d'assedio ed ero pronto per iniziare l'assalto. Tuttavia, l'IA ha attaccato il mio esercito assediante da fuori città, costringendomi a combattere. Ciò significava che il bonus Ancient Legacy non si attivava e dovevo combattere la battaglia solo con le mie unità. Ho comunque vinto e preso la città risolvendo automaticamente la battaglia, ma non ho visto nessuna delle cose che avrei dovuto vedere usando il sistema Ancient Legacy.

Parlando di battaglie, ho trovato l'IA difficile da battere anche a difficoltà facile. Ottenere l'accesso a unità d'élite come spadaccini Khopesh o carri cananei sulla mappa della campagna sembra che tu stia finalmente mettendo insieme una forza potente, ma avrai ancora bisogno di abilità e comprensione del principio sasso-carta-forbici per sconfiggere l'IA. Anche il movimento sulla mappa della campagna influisce sul tuo esercito in battaglia, con solo alcune unità in grado di muoversi attraverso i deserti senza soffrire di logoramento, ad esempio. Mi sono meravigliato di alcune delle città più grandi durante gli assedi, che hanno templi, mercati, mura e altre fortificazioni davvero belli che forniscono persino bonus quando li catturi o li difendi in una battaglia d'assedio. In ogni caso, sia le battaglie che la mappa della campagna sono meravigliose, con tutti i dettagli a cui siamo abituati da Total War. C'è un ciclo giorno e notte sulla mappa della campagna, e ora c'è anche un'opzione per rimpicciolire ulteriormente su una mappa colorata nello stile di un gioco Paradox, come la serie Crusader Kings. Questo rende più facile immaginare il tuo impero e la tua diplomazia nel gioco.

Total War: Pharaoh

Un'ultima cosa da toccare deve essere l'IA della campagna. Sulla base della mia esperienza, l'IA sembra piuttosto intelligente e un miglioramento rispetto a A Total War Saga: Troy. Non ho visto alcuna diplomazia bizzarra in due campagne di 60 turni. L'unica decisione un po' strana fu quando il vicino stato cananeo chiamato Hetch dichiarò guerra e fece irruzione in alcuni dei miei avamposti e poi chiese la pace pochi turni dopo, offrendo una modesta quantità di cibo. Potrebbe essere una decisione discutibile, ma certamente non è così irrazionale come l'IA in alcuni precedenti giochi Total War. In precedenza, l'IA poteva offrire ingenti somme di denaro per chiedere la pace dopo aver iniziato una guerra un turno prima, e fare tutto di nuovo pochi turni dopo. In ogni caso, ero felice di accettare il cessate il fuoco perché stavo combattendo altri nemici. Poco dopo, ero pronto a punire Hetch per le loro precedenti incursioni. A quel punto mi piaceva che il sistema diplomatico del gioco mi avvertisse che ricominciare una guerra poco dopo un trattato di pace avrebbe avuto un impatto molto sulla credibilità della mia fazione, abbassando immediatamente i miei rapporti con tutte le altre fazioni. Mi ha costretto a riconsiderare, proprio come la diplomazia tiene sotto controllo gli stati nella realtà.

Nel complesso, giocare Total War: Pharaoh per 60 turni è stato divertente e mi ha incuriosito di più. Ci sono molte cose rimaste che non ho ancora (completamente) sperimentato. Ad esempio, le guerre civili si innescano quando le fazioni acquisiscono abbastanza legittimità da diventare un pretendente al trono. Sfortunatamente non sono stato in grado di progredire abbastanza per provarlo da solo. Ci sono anche alcuni punti critici. Non sono troppo entusiasta di come funziona finora la Royal Court, e sono rimasto deluso da come il mio uso attentamente pianificato del sistema Ancient Legacy non sia riuscito a innescare affatto. Quello che mi piace è il ritorno a una forma più pura di storia, lontano dai miti. Accoppiando meccaniche di campagna solide e familiari e livelli aggiunti di immersione storica come la meccanica Ancient Legacies e Pillars of Civilization con i nuovi effetti meteorologici e altre aggiunte al sistema di combattimento, c'è un sacco di novità da esplorare per i fan dei giochi Total War. Allo stesso tempo, significa che sarà più difficile entrare se non hai mai giocato a nessuno dei giochi precedenti prima. Total War: Pharaoh uscirà l'11 ottobre su PC.

HQ

Testi correlati

0
Total War: PharaohScore

Total War: Pharaoh

RECENSIONE. Scritto da Kim Olsen

Regola o essere governato. Un sistema di combattimento più complesso eleva la serie.



Caricamento del prossimo contenuto