Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
preview
Total War Saga: Troy

Total War Saga: Troy - Provata la campagna

In vista del suo lancio tra poche settimane, abbiamo potuto dare un'occhiata da vicino alla campagna del prossimo Total War.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Devo ammettere che sono un fan della serie Saga quando si tratta dei giochi Total War. Questo approccio più mirato alla strategia e alle battaglie epiche consente agli sviluppatori di Creative Assembly (in questo caso, lo studio di Sofia) di scavare davvero a fondo in un determinato periodo e luogo, creando meccaniche attorno a quelle epoche che permettono davvero al giocatore di calarsi in profondità in questo scenario. Non sono per tutti, va detto, e dopo due giochi Warhammer e le massicce iterazioni della serie principale ambientate a Roma e in Cina, la serie sembra oramai seguire tre percorsi differenti, ma ben delineati.

Fall of the Samurai, che è stato riproposto e trasformato in un gioco Saga, e Thrones of Brittania, che ha ripercorso un periodo storico a cui sono particolarmente interessato, sono entrambi titoli di dimensioni simili ambientati su isole che sono nella morsa dei tumulti. Total War Saga: Troy, d'altra parte, è ambientato intorno all'acqua e non circondato da esso, dal momento che il Mar Egeo è circondato da stati greci e troiani che verranno colpiti da una delle guerre più leggendarie e misteriose della storia.

Sono rimasto piuttosto sorpreso quando ho scoperto che non ci sarebbe stato nessun combattimento navale a Troia, dato il ruolo centrale che il Mar Egeo svolge qui (gli eserciti che si incontrano sull'acqua risolveranno le loro controversie in una battaglia dell'isola), ma non mi ha sorpreso che la mappa della campagna fosse fantastica. Devo ammetterlo, sono un fanatico delle belle mappe e, su questo fronte, CA ha fornito ambienti per le campagne sempre più sbalorditivi. Troy non è diverso a questo proposito, con una nebbia di guerra a tema decorata con un'iconografia greca che si stacca mentre esplori per rivelare isole baciate dal sole che luccicano alla luce del sole.

Total War Saga: Troy

Ho iniziato la mia esperienza nella campagna nel sud della Grecia, interpretando il ruolo di Menelao, sovrano di Sparta. Ci sono otto leader tra cui scegliere e ho potuto scegliere il vecchio Menelao o il vivace Paride di Troia (entrambi i quali avevano una somiglianza di passaggio con le loro controparti di Hollywood nel film del 2004 diretto da Wolfgang Petersen). Anche se ci sono otto leader, ognuno dei quali ha dei battibecchi locali da risolvere all'inizio, l'obiettivo finale è controllare l'intera regione entro la fine del gioco, sia attraverso una vittoria totale oppure seguendo obiettivi basati sulla trama. Purtroppo, non mi sono avvicinato a nessuno di questi obiettivi in una battaglia d'assedio vicino a Troia, che senza dubbio giocherà un ruolo importante nel gioco, e anche se ci sono alcune differenze notevoli tra questa e altre iterazioni della serie Total War, il primo gioco mi è sembrato molto familiare nonostante il numero di modifiche che sono state apportate.

Il mio primo compito è stato quello di unire le mie terre, sopprimendo una ribellione locale prima di ingoiare una vicina città-stato a sud. La diplomazia gioca un ruolo centrale in Troy e ci sono alleanze che si formeranno ovunque. Durante il turno dell'IA, c'è stato un via vai di diversi leader delle fazioni che facevano richieste in cambio di amicizia. È difficile dire come si svilupperanno queste cose perché ci sono alcune opzioni diplomatiche, molte delle quali costruite attorno alle cinque risorse del gioco (altre su di esse in seguito), ma la natura irrealistica di molte richieste mi ha fatto passare il tempo a venire con contro-offerte. Con così tante città-città con cui parlare, la mia preoccupazione è che passerò molto tempo a dire agli altri leader: "no, non puoi avere un terzo delle mie scorte alimentari in cambio di nulla".

Il complicato panorama politico significa anche che è importante stare attenti a chi si attacca e quando si attacca, poiché è molto fare il passo più lungo della gamba, che è esattamente quello che mi è successo. Dopo aver combattuto contro un esercito locale e il suo presidio nella successiva città-stato, e aver appena fatto abbastanza per limitare quella che ha finito per essere una brutale battaglia, prima che potessi rivendicare la mia ricompensa, gli alleati dei miei nemici si sono ripresentati e hanno distrutto completamente il rimanente delle mie forze, uccidendo entrambi i personaggi del mio eroe.

Total War Saga: TroyTotal War Saga: TroyTotal War Saga: Troy

Ho risolto automaticamente quella battaglia perché le probabilità erano irrimediabilmente contro di me, quindi non ho visto Menelao morire direttamente, ma è stato tutto un po' strano. Parte del motivo per cui tutto questo passaggio del gioco non era del tutto corretto era che i personaggi degli eroi sembravano molto potenziati. Usando una delle abilità di Menelao nel provocare il panico tra le unità nemiche, a un certo punto mi sono rimaste due unità eroe - solo due ragazzi - e sono stati in grado di inseguire le unità (esaurite) dalla mappa fino a quando non avessero vinto la battaglia. Sembrava un po' cheap.

Le battaglie che ho giocato lungo il percorso erano in genere avvincenti, e ce n'era una in particolare in cui sono riuscito a strappare una vittoria combattuta da una situazione improbabile grazie a un gioco di posizionamento intelligente. A tale proposito, come spiegato nel nostro precedente hands-on, Troy introduce interessanti nuove aggiunte alla serie con un campo di battaglia più realistico e reattivo che mai. Non ci sono grandi rivoluzioni, ma piuttosto CA ha continuato a ripetere e migliorare le sue serie di strategie già realizzate.

Tornando al lato campagna del gioco, c'è un nuovo sistema di risorse e mi piace molto. Invece di concentrarsi sulla generazione di pura ricchezza, ora ci sono cinque diverse risorse da considerare. I miglioramenti apportati alle tue città aumentano la produzione e puoi migliorarla ulteriormente con il commercio e seguendo una sorta di albero delle abilità in base al quale i decreti reali ti consentono di aumentare le diverse aree. Il cibo è la tua risorsa più importante, ma hai anche bisogno di legno, pietra, bronzo e oro (con l'oro come merce più rara) e ognuno si nutre di un aspetto diverso del tuo impero in espansione.

Total War Saga: TroyTotal War Saga: TroyTotal War Saga: TroyTotal War Saga: Troy

Un'altra caratteristica che mi piace è legata alla mitologia dell'epoca. Adorando divinità diverse, puoi ottenere ulteriori benefici per aiutare la tua espansione. 30 round non sono sufficienti per vedere i benefici di questo sistema, ma dopo aver sofferto per le decisioni su quale dio seguire e in cui investire i miei pensieri e le mie preghiere, sono estremamente interessato a capire in che modo la fede si ripercuota su un'intera campagna. Allo stesso modo sono incuriosito dalla prospettiva di vedere più agenti in azione, e di particolare interesse sono le sacerdotesse in quanto si collegheranno alla suddetta "volontà divina" degli dei. Se sei nuovo alla serie, gli agenti sono unità che puoi spostare nella mappa della campagna ma che non svolgono un ruolo diretto in combattimento, commettendo atti di sabotaggio e, a Troia, eseguendo rituali che aumenteranno il tuo favore con il dei e quindi ottieni benefici in-game.

Gli agenti epici sono un'altra aggiunta che si appoggia alla mitologia dell'epoca. La Gorgone, il Satiro e il Veggente hanno caratteristiche di gioco legate alle loro ispirazioni mitologiche, ma come ogni altra cosa in Total War Saga: Troy, CA ha impiegato un approccio di plausibilità alle leggende di una volta. Come le unità Minotauro e Ciclope in battaglia, qui non c'è alcun elemento mistico, piuttosto uno sforzo concertato per fondare il gioco al realismo, assicurandosi anche che mantengano quel qualcosa di speciale che ha aiutato la loro leggenda a risuonare nel corso dei secoli.

Riflettendoci, è difficile prevedere quanto sarà buono Total War Saga: Troy poiché non ho visto abbastanza cose che la renderanno un'iterazione unica e distintiva. Adoro i cambiamenti apportati al combattimento e gli approcci adottati per la gestione delle risorse, la fede e il radicamento della mitologia nella plausibilità, è solo difficile capire in che modo alla fine tutto si riunirà. Considerami timidamente entusiasta e sicuramente incuriosito. Tutto è lì sulla carta e vedremo se tutto quadrerà non appena il gioco approderà su PC (dove sarà completamente gratuito per un periodo sull'Epic Game Store) il 13 agosto.

Total War Saga: TroyTotal War Saga: TroyTotal War Saga: Troy

Testi correlati

Total War Saga: TroyScore

Total War Saga: Troy

RECENSIONE. Scritto da Marco Vrolijk

Il nuovo capitolo della celebre serie strategica ci porta ad affrontare gli eventi della leggendaria Guerra di Troia.



Caricamento del prossimo contenuto