Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
news
Subnautica

Unknown Worlds chiede a G2A 300,000$ di risarcimento

In seguito alle promesse fatte dal rivenditore di chiavi online, gli sviluppatori di Subnautica chiedono un risarcimento a seguito delle perdite scaturite dalle truffe con carte di credito rubate.

Come potreste facilmente ricordare alcune settimane fa è scoppiata un'accesa diatriba tra il rivenditore online G2A e alcuni sviluppatori indipendenti, i quali hanno affermato che preferirebbero vedere i loro giochi piratati piuttosto che acquistati dal suddetto sito. Per tutta risposta G2A ha offerto di implementare un tool che aiutasse gli sviluppatori a combattere le persone che vendono chiavi acquistate in maniera fraudolenta. La compagnia ha persino offerto agli sviluppatori danneggiati la possibilità di ricevere un rimborso pari a dieci volte le perdite subite a seguito di truffe con carte di credito rubate.

Sono solo 19 gli sviluppatori che hanno registrato il proprio interesse per questi nuovi tool, segno che le soluzioni proposte non siano poi così allettanti agli occhi degli sviluppatori. Tra gli studio maggiormente danneggiati dalle truffe inerenti alla vendita di chiavi c'è sicuramente Unknown Worlds, autore di Subnautica, il quale ha dichiarato di aver subito perdite pari a 30,000 dollari e di volere di conseguenza un rimborso da parte di G2A pari a dieci volte questa cifra.

La richiesta degli sviluppatori, diffusa su Twitter, evidenzia in maniera inequivocabile la loro opinione riguardo il rivenditore online, che si sarebbe approfittato, stando a quanto scritto, di aver tratto profitto da un mercato grigio e dalle truffe delle carte di credito rubate.

Le richieste di Unknown Worlds dovranno essere valutate da una commissione indipendente, pertanto è probabile che ci vorrà del tempo affinché giungano i risultati delle indagini. Vi terremo aggiornati.

Subnautica