Italiano
Gamereactor
articoli
World of Warcraft: Shadowlands

World of Warcraft: Un lupo solitario nelle Shadowlands

Da 10 a 60, in PvP e PvE, ci siamo goduti tutto ciò che WoW ha da offrire senza gilde o gruppi predefiniti.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Lo diciamo sin da subito: World of Warcraft è meglio con gli amici e partecipare a raid, dungeon e PvP con un gruppo di amici o membri di una gilda è qualcosa fantastico. Ma in passato ne abbiamo avuto abbastanza ed è così che al momento abbiamo deciso di goderci World of Warcraft al nostro ritmo. Pertanto, abbiamo cercato di vedere fino a che punto potevamo spingerci con la nuova espansione di WoW, Shadowlands, giocando principalmente da soli. E con nostra sorpresa, siamo riusciti ad andare lontano, molto lontano.

Da 10 a 50
Abbiamo creato un nuovo personaggio intorno a Natale, un "progetto" che volevamo realizzare da un po': un Mag'har Orc Death Knight. Gli Orchi Mag'har sono una razza alleata dell'Orda, il che significa che devi completare una serie di missioni e obiettivi con un altro personaggio per sbloccarli. Avendo soddisfatto questi requisiti, abbiamo finalmente creato il nostro Orco Mag'har, Maxcavalera, che è un tributo all'ex cantante dei Sepultura e Soulfly (e ammettiamolo, il vecchio Max sembra davvero un Orco, nel senso buono del termine, eh!).

Una delle peculiarità delle razze alleate è che partono dal livello 10, anche quando si gioca un Cavaliere della Morte: è sufficiente passare lungo una sequenza di racconti in cui il Re dei Lich, Bolvar, dà il benvenuto alle razze alleate. Dato che WoW ti lascia decidere sul modo in cui salire di livello, scegliamo di usare l'espansione Warlords of Draenor, dal momento questa espansione vanta una potente connessione con la trama degli Orchi Mag'har. In pochi giorni abbiamo raggiunto il livello 50, ottenuto la nostra Heritage Armor che solo le Razze Alleate ottengono e ci siamo avventurati nelle Shadowlands.

World of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: Shadowlands
World of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: Shadowlands

Da 50 a 60
Una volta a Shadowlands, abbiamo terminato rapidamente la sequenza introduttiva in The Maw, raggiunto Oribos e abbiamo dovuto prendere una decisione: ripetere l'intera campagna o saltare direttamente alla scelta di Covenant. Abbiamo scelto di andare avanti e giurare fedeltà ai Necrolords di Maldraxxus, un popolo di soldati non morti perfetti per il nostro Cavaliere della Morte, poiché anche noi siamo un soldato non morto.

Abbiamo anche colto l'occasione per esplorare meglio la zona centrale, Oribos, che ha una serie di curiosità per chi decide di dedicarci un po' di tempo. Ad esempio, sapevi che l'acquirente Ta'gosh vende una pozione che ti trasforma in una nuvola, permettendoti di percorrere lunghe distanze in sicurezza? O che Ta'wah beve una bevanda chiamata Sargeras Sangria che viene descritta come "una bevanda alcolica atipica"? Prima di lasciare Oribos abbiamo deciso di apprendere la professione di fabbro, poiché ci aiuterà a creare equipaggiamento da livellare e alla fine a creare oggetti leggendari del Runecarver.

Dopodiché siamo partiti per la nostra avventura, poiché anche se non dovevamo ripetere la campagna principale, dovevamo comunque salire di livello da 50 a 60, completando una serie di missioni distribuite nelle quattro aree principali di Shadowlands. È solo dopo aver raggiunto il livello 60 che inizi davvero a sbloccare il potenziale del tuo Covenant, ottenendo l'accesso alle numerose opzioni nel gioco finale.

Covenant
Dopo aver raggiunto il livello 60, abbiamo deciso di completare la campagna principale del nostro Covenant. È impressionante che Blizzard abbia storie distinte per ciascun Covenant, consentendo ai giocatori di rivisitare personaggi del passato di World of Warcraft, conoscere i Covenant e, naturalmente, sbloccare un fantastico set di oggetti. Abbiamo anche fatto alcuni dungeon, ma tutto il nostro equipaggiamento attuale è stato ottenuto tramite la campagna Covenant e le missioni del mondo.

Al momento abbiamo un livello oggetto di 177, che include un pezzo leggendario e sei epiche. Ciò è possibile grazie a una funzionalità che ti consente di aggiornare il tuo equipaggiamento Covenant in cambio di Anima. In altre parole, se hai abbastanza Anima puoi trasformare il tuo raro equipaggiamento in un equipaggiamento epico, semplicemente completando la storia principale e i contenuti offerti dal mondo.

Stiamo anche lavorando al rafforzamento del nostro Sanctum, che include una stazione per costruire abomini (che di per sé è un altro mini-gioco che ti permette di creare un abominio che ti accompagni nelle tue avventure), un sistema di portali sparsi su Maldraxxus, un meccanismo per sbloccare segreti sulla mappa, e un tavolo tattico per svolgere missioni con l'aiuto dei nostri partner (è una sorta di minigioco strategico).

Oltre a tutto questo, stiamo anche migliorando i nostri rapporti con i tre personaggi con i quali possiamo creare un legame dell'anima, sbloccando nuove abilità e vantaggi. Abbiamo anche vinto due cavalcature, oggetti cosmetici e molto oro, tutti giocando da soli tramite i contenuti Covenant. Con quell'oro abbiamo visitato la casa d'aste, comprato pozioni e cibo e ci siamo diretti verso il luogo più terribile delle Shadowlands: The Maw.

World of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: Shadowlands
World of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: Shadowlands

The Maw, Torghast e Runecrafter
Ci sono altre storie parallele nelle Shadowlands, legate ai personaggi principali intrappolati nella torre di Torghast, vale a dire Cairne Bloodhoof, Jaina Proudmoore, Thrall e Anduin. La Torre è divisa in più sezioni (che ruotano settimanalmente), e ogni sezione comprende otto piani, la cui difficoltà aumenta progressivamente. I livelli più avanzati possono essere piuttosto difficili, ma siamo riusciti a fare di più noi stessi, sbloccando nuovi partner e raccogliendo ceneri lungo la strada.

Queste ceneri vengono utilizzate per creare equipaggiamento leggendario con il Runecrafter, ma dovrai prima raccogliere una serie di oggetti. Fortunatamente, puoi ottenerli tutti giocando da solo, anche se è necessaria una visita alla casa d'aste. Infine, c'è The Maw, con le sue missioni secondarie, e Ve'nari, un personaggio misterioso che aiuta il giocatore e ha il suo sistema di reputazione, ma le cui vere intenzioni sono ancora sconosciute.

Come se tutto ciò non bastasse, si può anche andare avanti in dungeon e PvP, tutti facilmente accessibili tramite group finder, e anche il raid stesso, Castle Nahtria, può essere completato con un gruppo casuale, anche se in una versione soft offre minori ricompense.

Conclusione
Più che in qualsiasi altra espansione precedente, riteniamo di avere più libertà in World of Warcraft come desideriamo, in gruppo o da soli, in PvP o PvE. Non è un caso che WoW sia più popolare oggi che in qualsiasi altro momento dell'ultimo decennio, e ciò è dovuto a un viaggio molto accessibile e veloce da 1 a 50 e un end-game gratificante in termini di contenuto, bottino, trama e varietà. Non vediamo l'ora di vedere cos'altro ha in serbo per noi Blizzard mentre continuano a sostenere Shadowlands, ma per il momento abbiamo amato questo viaggio.

World of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: Shadowlands
World of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: Shadowlands
World of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: Shadowlands
World of Warcraft: ShadowlandsWorld of Warcraft: Shadowlands

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.