Italiano
Gamereactor
recensioni
WRC 7

WRC 7

Una gradita sorpresa.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Nel mondo dei videogiochi di rally c'è stato un momento in cui tutto è cambiato. Se, qualche anno fa, era il compianto Colin McRae Rally a dettare legge, dopo alcuni anni dalla scomparsa del pilota quello stesso studio di sviluppo confezionò DiRT, provocando un polverone: gli appassionati di rally avevano per le mani un prodotto che segnava il nuovo benchmark di tutti i giochi a tema. Questo, per molti versi, ha rappresentato un vero e proprio ostacolo per tutti gli altri giochi rallistici, costretti a fermarsi, riorganizzarsi e inseguire un franchise apprezzato da pubblico e critica.

Così, i ragazzi di Kylotonn Games, raccolta l'eredità del marchio WRC dai nostri connazionali di Milestone, hanno faticato ad imporsi per almeno un paio d'anni prima di riuscire a ingranare la marcia giusta. Che, a quanto pare, è stata realmente ingranata al loro terzo tentativo: abbiamo provato WRC 7 e ne siamo rimasti positivamente colpiti.

Prima di lanciarci nella descrizione dei contenuti - piuttosto scontati, data la licenza WRC a cui il gioco si vincola - è opportuno mettere in chiaro un fatto tangibile sin dalla prima curva a bordo di una delle potenti auto incluse nel gioco: la guidabilità è stata completamente rivista, e in senso positivo. Non occorrono che pochi metri per comprendere quanto Kylotonn Games si sia impegnata per rivedere un modello di guida che nei precedenti due titoli della saga aveva sollevato qualche sopracciglio. Kylotonn, infatti, aveva tentato la via dell'accessibilità, offrendo nei suoi precedenti giochi una via di mezzo tra la simulazione e l'arcade, con il risultato di non riuscire a mettere d'accordo né l'una né l'altra fetta di giocatori. Questa volta, invece, gli sviluppatori transalpini hanno lavorato sulla scalabilità del gioco, ottenendo un modello di guida capace di adattarsi praticamente a tutti i giocatori (anche in assenza di un volante da gaming), ma senza oltrepassare quel confine che rende il gioco anonimo e poco appagante.

WRC 7

Così, dopo un breve esame di guida in cui il gioco tiene conto dei nostri tempi di percorrenza di un paio di prove speciali e della nostra capacità di tenere l'auto in strada, WRC 7 ci suggerisce la difficoltà del modello di guida e degli avversari al fine di offrire la migliore esperienza possibile a seconda della nostra dimestichezza con il gioco. Questo sistema, sorprendentemente, funziona molto bene: ci siamo trovati immediatamente a nostro agio con il sistema scelto dal gioco, e per alcune sessioni non abbiamo sentito la necessità di modificare alcun parametro. Certo, dopo alcune ore è probabile che il gioco inizi a starvi un po' stretto, e un ritocchino alla difficoltà dell'intelligenza artificiale è pressoché scontato, ma in generale dobbiamo dire che questo sistema di analisi del giocatore sembra fornire risultati plausibili.

Una volta scesi nelle polverose strade del campionato WRC, le sensazioni alla guida sono molto buone: le diverse auto hanno il proprio peso, e si evita quella fastidiosissima sensazione di galleggiamento (il cosiddetto effetto hovercraft) che avevamo talvolta riscontrato nelle precedenti iterazioni della saga. Il feeling alla guida in curva è migliorato parecchio, e in generale non abbiamo avuto grosse difficoltà a interpretare le auto e le piste offerte dal gioco. Allo stesso modo, abbiamo riscontrato alcune difficoltà in fase di frenata, un problema che WRC 7 sembra ereditare dal proprio predecessore: non è facile valutare la distanza di frenata, e su alcune staccate ci siamo trovati ad andare a casaccio poiché anche il "freno pesante" chiamato a gran voce dal nostro navigatore sembra sortire effetti meno bruschi del previsto. Per quanto concerne le regolazioni dell'auto, questa volta Kylotonn concede ai giocatori di intervenire direttamente prima della partenza, ossia con pista e auto già caricate. In questo modo, qualora il giocatore decidesse di ricominciare la stessa gara con un settaggio diverso, non sarà più necessario uscire dalla partita: un'idea che permette ai giocatori più esigenti di risparmiare sui tempi di caricamento in maniera radicale.

Lo sviluppo del modello di guida è stato realizzato in collaborazione con dei piloti da rally, che hanno fornito il proprio feedback fino a ritenere il risultato più che soddisfacente. Dobbiamo ammettere che la frase "abbiamo chiesto a piloti veri" l'abbiamo sentita innumerevoli volte per innumerevoli giochi di guida, ma il passo in avanti rispetto a WRC 6 è tale da ritenere plausibile quanto affermato da Kylotonn.

WRC 7

A livello contenutistico, il gioco offre i campionati WRC, WRC 2 e Junior WRC, con auto, piloti e piste ufficiali. Queste ultime sono state completamente riviste per questo capitolo, e ora il fondo stradale è meno permissivo che in passato, mentre i bordi della strada sono realizzati con cura maggiore. Non si ha, dunque, la sensazione che la strada sia stata scavata in una trincea, con il risultato di avere a che fare con piste più realistiche che in passato.

Per quanto concerne le modalità di gioco, oltre alla consueta modalità a gara singola, è possibile iniziare una carriera che ci spinge a partire dalla classe Junior WRC fino a giungere alla classe regina. Questa modalità è indubbiamente il cuore del gioco, poiché il giocatore è chiamato a centrare gli obiettivi imposti dalla propria squadra (che includono, ad esempio, l'evitare i danni all'auto), a gestire i tempi di riparazione della vettura tra una tappa e l'altra e a seguire le regole del campionato. Il gioco è stato aggiornato anche da questo punto di vista, dato che ora segue le regole 2017 imposte dal marchio WRC. La carriera, però, fa davvero il minimo indispensabile per coinvolgerci: sono stati aggiunti i messaggi via social che decantano le nostre imprese, ma non vi è davvero altro per farci vivere una "vita da pilota". Da questo punto di vista, dunque, si poteva fare meglio.

Il multiplayer include sia lo split screen per due giocatori con suddivisione verticale dello schermo (dove abbiamo avuto alcune difficoltà nel vedere le icone che segnalano le curve, relegate in un angolino) che la modalità hot seat, in cui i giocatori giocano a turno. Infine, è presente una modalità mutiplayer online che, tuttavia, non abbiamo potuto testare in fase di review per la scarsa presenza di giocatori connessi.

WRC 7WRC 7

Il lato dolente di WRC 7 è, come prevedibile, puramente visivo: la grafica del gioco fatica a tenere testa alle produzioni più blasonate, e nonostante i grandi sforzi di Kylotonn nel rendere i tracciati piacevoli e più realistici grazie al motore grafico rinnovato, siamo ancora lontani dai risultati ottenuti da Codmasters e dalla serie DiRT. Ci sono dei notevoli passi avanti anche in questo reparto, ma è evidente che vi siano ancora ampi margini di miglioramento, a partire dal mancato supporto ai 60 FPS su console, persino su PlayStation Pro dove il gioco gira a risoluzione maggiore ma resta inchiodato sui 30 FPS. Molto buono, invece, l'audio del gioco, con i motori che ruggiscono nel nostro impianto 5.1 e provocano qualche gradevole sensazione alle viscere.

Dobbiamo ammettere che WRC 7 ci ha sorpresi in maniera alquanto positiva. Visti i risultati dei due precedenti capitoli in mano allo studio francese, eravamo partiti con poche aspettative per poi ricrederci nel giro di qualche gara. DiRT è ancora il marchio di riferimento per quanto concerne il mondo rallystico, ma WRC 7 - forte della sua licenza ufficiale - è indubbiamente un'ottima alternativa. Se Kylotonn riuscirà a migliorare anche l'aspetto grafico e a creare una carriera meno anonima e con qualche deviazione dalla routine, questo marchio è destinato a crescere rapidamente nelle prossime edizioni. Per il momento, però, ci troviamo di fronte a un bel gioco di rally che ha saputo divertirci e andare ben al di là delle nostre più rosee aspettative. Ben fatto, Kylotonn.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
WRC 7
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Modello di guida divertente; Buon reparto sonoro; Il miglior gioco WRC degli ultimi anni
-
Grafica non sempre convincente; Carriera poco coinvolgente.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Annunciato WRC 7

Annunciato WRC 7

NEWS. Scritto da Bengt Lemne

Diamo un'occhiata al primo trailer e alle immagini dell'edizione di quest'anno.



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.