Italiano
Gamereactor
recensioni
Age of Empires II: Definitive Edition

Age of Empires II: Definitive Edition - Lords of the West - La recensione

Questa nuova espansione è una degna aggiunta al già eccellente gioco base?

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Come abbiamo scritto nella nostra recensione di Age of Empires II: Definitive Edition, la grafica 4K Ultra-HD aggiornata, la colonna sonora rimasterizzata e molti nuovi contenuti rendono questo remake estremamente divertente, soprattutto se sei un fan dell'esperienza originale. L'espansione Lords of the West aggiunge altre due civiltà alle 35 già presenti nel gioco: i Burgundi e i Siciliani. Sono incluse anche tre nuove campagne per giocatore singolo completamente doppiate. Ho giocato all'espansione nelle ultime settimane e sono davvero entusiasta che ci siano contenuti nuovi e, cosa più importante, di qualità per rinfrescare uno dei giochi di strategia più popolari mai creati.

Una delle cose che mi è sempre piaciuta di Age of Empires è che apprendi un po' di storia con ogni campagna che stai giocando. In primo luogo, c'è una nuova campagna con i britannici che ruotano attorno al re inglese Edward Longshanks. La sua campagna ti mette contro una varietà di nemici, dagli scozzesi vicini a casa fino ai Mamelucchi in Terra Santa. Le campagne che mi hanno attratto di più, però, sono state quelle siciliane e borgognone, perché si concentrano su parti della storia che vengono toccate meno frequentemente.

La campagna siciliana "Gli Hautevilles" racconta la storia degli avventurieri normanni che hanno costruito un impero nell'Italia meridionale e in Sicilia, oltre a unirsi alle Crociate durante il 1100. Contrastando storie cliché sull'età delle Crociate, costruirai effettivamente una coalizione di popoli normanni, greci, musulmani e latini durante la campagna. Nel frattempo, la campagna borgognona "Granduchi d'Occidente" getta una luce diversa sulla Guerra dei cent'anni tra Inghilterra e Francia. Come scoprirai giocando la trama, la Francia era tanto impegnata a combattere se stessa quanto a combattere gli invasori inglesi.

Tuttavia, non ci sono solo trame per gli appassionati di storia. Le campagne hanno anche alcune interessanti meccaniche di gameplay che ti tengono impegnato. Ad esempio, ad un certo punto della campagna siciliana ci sono eserciti bizantini la cui salute si rigenera rapidamente, rendendoli invincibili all'inizio. Dovrai demolire gli edifici militari usando tattiche mordi e fuggi prima di poterli affrontare direttamente. In una missione borgognona, c'è la possibilità di arruolare l'aiuto degli inglesi, ma la mia incapacità di rispondere alla loro offerta in modo tempestivo li ha invece fatti schierare con i miei nemici. Per circa 15 ore, i giocatori che amano il singleplayer non resteranno delusi.

Age of Empires II: Definitive Edition

Venendo al multiplayer, le nuove civiltà si aggiungono al già vasto mix di civiltà da padroneggiare o contrastare. I Burgundi sembrano essere piuttosto potenti nelle partite multiplayer più lunghe. Hanno una forte combinazione di accesso anticipato a miglioramenti economici e due unità speciali. L'unità di cavalleria Coustillier ha un attacco d'urto unico durante la carica, in grado di uccidere un'unità più debole con un singolo colpo. Però necessita di ricaricarsi un po'. Hanno anche una tecnologia unica che trasforma tutti gli abitanti del villaggio in Flemish Militia, una potente unità di fanteria.

Nel complesso, ho scoperto che le nuove unità e tecnologie possono essere abbastanza potenti prese da sole, ma è comunque situazionale e dipende fortemente dall'abilità del giocatore se vengono messe a frutto. Ad esempio, durante la ricerca della tecnologia della milizia fiamminga, hai una possibilità di spingere con il tuo esercito, perché se fallisce sei rapidamente senza risorse. Inoltre, dovrai concentrare la maggior parte della tua attenzione sulla micro-gestione di nuovi abitanti del villaggio.

Lo stesso vale per la civiltà siciliana. Hanno un edificio unico chiamato Donjon, una sorta di piccolo castello che può essere costruito in età feudale. Il Donjon ti consente di reclutare Serjeants, l'unità unica siciliana, che può anche costruire nuovi Donjon. Questo tipo rispecchia le unità norrene di Age of Mythology, che possono anche costruire edifici. L'interfaccia utente fa ancora riferimento a Kreposts (l'unico edificio del castello bulgaro) invece che a Donjons qua e là, tradendo che probabilmente il fatto che sono serviti da modello durante lo sviluppo.

I siciliani sembrano essere una civiltà forte all'inizio, con la possibilità di una potente corsa alla torre di Donjon che può anche reclutare unità. Non sono affatto un giocatore esperto, quindi ho quasi fallito nei miei tentativi. Ciò non significa che non mi sia divertito. Ciò che mi è chiaro è che le civiltà aggiuntive, con stili di gioco leggermente nuovi, rendono più interessante il meta nelle partite multiplayer. Portano a nuove tattiche sia per l'offesa che per contrastarle.

Proprio prima e quando l'espansione è uscita, non sono mancate preoccupazioni all'interno della community di giocatori, secondo cui le nuove civiltà rischiano di essere troppo sbilanciate. Tuttavia, entro un mese dal lancio dell'espansione, è stato rilasciato un hotfix. L'unità Coustillier ha avuto il suo potente attacco d'urto nerfato e le tecnologie uniche sono state riequilibrate. La tecnologia siciliana della "Prima Crociata" ora genera meno sergenti normanni, per esempio. La soluzione relativamente rapida è un segno che è improbabile che gli squilibri durino a lungo.

In generale, sono molto contento dell'espansione Lords of the West. 10 euro è un buon prezzo per circa 15 ore di contenuti di qualità per giocatore singolo, anche se potrebbe sembrare alto rispetto al gioco base che costa appena 20 euro. Un altro motivo per cui mi piace questa espansione è che mi sto ancora divertendo con il multiplayer di Age of Empires II. L'aggiunta di varietà si aggiunge alla sfida. Anche se Age of Empires IV è oramai dietro l'angolo, di certo non mi dispiacerebbe una espansione aggiuntiva per Age of Empires II: Definitive Edition. Se non altro perché la storia ci insegna che una nuova Age of Empires non è necessariamente migliore.

Age of Empires II: Definitive EditionAge of Empires II: Definitive Edition
Age of Empires II: Definitive Edition

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Nuove campagne di qualità. Nuove civiltà. Aggiunte equilibrate.
-
È piuttosto costoso per un'espansione. Ci sono alcuni bug minori nell'interfaccia utente.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.