Italiano
Gamereactor
recensioni
Anarchy Reigns

Anarchy Reigns

Perché i picchiaduro ci piacevano tanto? Platinum Games ha cercato di rispondere a questa domanda con un gioco a tratti nostalgico, a tratti completamente fuori di testa.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Platinum Games conosce bene il patrimonio dei videogiochi. E non nella forma di un cinico "fare cassa" sulla base della nostalgia nei confronti della grafica pixellata, bensì con una particolare attenzione verso la giocabilità, il recupero di idee a lungo dimenticate e il loro inserimento all'interno di nuovi progetti. Il suo patrimonio ricorda le fumose sale giochi, gli altoparlanti gracchianti, le musichette ripetitive.

Con Anarchy Reigns, lo studio ha riconfezionato un beat 'em up della vecchia scuola, incrociandolo con un moderno picchiaduro on-line, con battaglie multipercorso, attraverso e all'interno di varie arene. Il risultato? Anarchia pura.

Il mondo è stato trasformato in uno scenario post-apocalittico sotto l'effetto di steroidi, in cui i sopravvissuti combattono una costante battaglia. Seguiamo due uomini, Jack Cayman di Mad World, e il cacciatore di taglie Leo, che cercano vendetta contro un unico uomo.

Anarchy Reigns

Il gioco ricorda molto di una versione giocabile di Ken Shiro. Reigns è un mix eccentrico e spesso spudorato di stili estetici e di gameplay pulsante. La parodia si fonde con il melodramma e con una serietà mortale. Il prodotto finale è disordinato, ma è difficile non amarlo.

Nei suoi momenti migliori, è buono come qualsiasi gioco senza pensieri. È coinvolgente, stimolante e affascinante. A differenza, per esempio, di Mad World, Anarchy Reigns non cerca mai di inserire temi nella storia, ma si concentra invece sull'essere un ottimo esempio di questo genere videoludico. Il peso dietro ad ogni attacco è quasi catartico.

Nei suoi momenti peggiori, è piuttosto noioso e monotono, una cosa che è sempre stata la malattia ricorrente dei picchiaduro, così come dei beat 'em up della vecchia scuola, e qualcosa che apparentemente nemmeno Platinum Games è in grado di risolvere.

Anarchy Reigns

C'è un vuoto tra le missioni, il mondo di gioco aperto e le battaglie. Ma la cosa peggiore che Anarchy Reigns commette, si riscontra nella mancanza di ampie opzioni di attacco.

Nonostante vi sia una pletora di personaggi incredibili, c'è poca variazione nella tecnica, se non nello stile. Troppo spesso abbiamo esaurito le combinazioni di tasti stessi e gli schemi d'attacco.

E anche se viene etichettato come un picchiaduro, Reigns funziona meglio nelle battaglie uno contro uno, anche perché quando c'è più di un nemico sullo schermo (ovvero, spesso), si può solo effettuare il lock on su di un singolo nemico alla volta.

Ma questi problemi sono solo presenti nella modalità storia. Online il gioco funziona molto meglio, perché tutti stanno improvvisamente combattendo a parità di condizioni. Ed è in modalità online che il gioco dà il meglio di sé, tanto che la campagna sembra più che altro un'appendice.

Online vi è un caos casuale indotto dai boss, dai grandi livelli e dagli attacchi speciali. Questo significa che, mentre la casualità impedisce ad Anarchy Reigns di diventare un gioco in cui si investe molto tempo, le brevi sessioni di gioco sono una vera festa. Assomiglia più a Power Stone che a Smash Bros.

Sedici giocatori online sono un numero giusto, e mentre le partite richiedono un po' di tempo per essere create, il codice online è stabile, e ci sono abbastanza personaggi e modalità di gioco per soddisfare gusti diversi.

Oltre alla consueta ricetta costituita dalle modalità cattura bandiera e deathmatch, c'è anche un violento Ball Death (ispirato a Speedball) e una modalità di sopravvivenza. L'assenza della modalità in split screen è alquanto incomprensibile, ma - magra consolazione - è possibile mettere in campo dei bot, se lo si desidera. Tutto sommato, la gamma di contenuti offerti per il gioco sia offline che online è incredibilmente vasta.

Anarchy Reigns

Anche se non è brutto, visivamente il gioco lascia molto a desiderare. Benché sembri farlo volutamente, il gioco mette in campo colori troppo sgargianti. La colonna sonora è kitsch - ma in senso positivo - con un audio gracchiante, un uso costante del lounge jazz che si mescola con l'elettronica e l'hip-hop.

Anarchy Reigns non è perfetto. Una modalità storia zoppicante e la mancanza di split-screen sono due problemi evidenti. Ma la sua una parte folle, che permette di comprendere ciò che ha reso i picchiaduro così popolari in passato, il tutto impacchettato in una violentissima festa on-line, differenzia il gioco da molte altre produzioni. In altre parole, il gioco è più grande della somma delle sue parti, e i fan di questo genere non dovrebbero lasciarselo scappare.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
Anarchy Reigns
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Splendida modalità online, personaggi meravigliosi, bella colonna sonora, tanta personalità, buon rapporto qualità prezzo
-
Nessuna modalità split screen, pessima modalità storia
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Anarchy ReignsScore

Anarchy Reigns

RECENSIONE. Scritto da Viktor Eriksson

Perché i picchiaduro ci piacevano tanto? Platinum Games ha cercato di rispondere a questa domanda con un gioco a tratti nostalgico, a tratti completamente fuori di testa.



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.