Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Apex Legends

Apex Legends

Respawn Entertainment torna con uno shooter battle royale che alza l'asticella da moltissimi punti di vista.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Titanfall 2 è stato uno degli sparatutto tripla A più criminalmente sottovalutati che abbiamo giocato negli ultimi anni, almeno se guardiamo ai dati di vendita. Schiacciato dai grandi titoli del 2016, il gioco non è mai riuscito ad attirare il pubblico che meritava, e così lo sparatutto di Respawn è scomparso nella notte con molti interrogativi sul futuro della serie. Ora, poco più di due anni dopo, lo studio è tornato con Apex Legends, ed è ora di rimediare a qualche errore e riportare Respawn sotto i riflettori.

Prima di tutto, come sicuramente sapete già a causa del nome del gioco, questo non è Titanfall 3. Non ci sono mech che scendono dall'orbita terrestre, non c'è una campagna per giocatore singolo, non c'è un multiplayer a squadre su piccola scala, e non si corre sui muri. Apex Legends è uno sparatutto ricamato sulla stessa stoffa di PUBG e Fortnite, ma ambientato negli anni dopo gli eventi di Titanfall 2. Anche se non è certamente una continuazione di quella storia, è la struttura su cui si regge il gioco, e l'ambientazione funziona bene.

Si potrebbe anche sostenere che si tratta di uno sparatutto a eroi sulla falsariga di Overwatch, o meglio di Realm Royale. Ad ogni modo, al momento del lancio ci sono otto personaggi nel gioco, sei prontpronti da usare appena scaricato il client e altri due che possono essere sbloccati con crediti in-game o denaro sonante. In realtà, questo dettaglio ci serve per discutere di uno dei problemi avuti con il gioco, ossia il prezzo di alcuni degli articoli cosmetici. Mentre i due personaggi giocabili aggiuntivi, Caustic e Mirage, hanno un prezzo ragionevole (una ventina di euro per entrambi) alcune delle armi sono ridicolmente costose, più dei due personaggi messi insieme.

Apex LegendsApex Legends

Alla fine dei conti, in un gioco free-to-play come questo, i cosmetic costosi non sono certo un punto critico e, visto quanto è divertente Apex Legends anche senza spendere un soldo, non possiamo certo brontolare perché, caro lettore, ti distrarremmo dal fatto che Respawn Entertainment ha creato uno dei migliori sparatutto battle royale mai realizzati, e si schiera facilmente accanto al juggernaut altrimenti noto come Fortnite, e agli altri concorrenti di alto livello come Call of Duty: Blackout.

Stare sulle spalle di Titanfall significa che il gioco è già intriso di una certa mitologia, il che è eccellente nel senso che Respawn non deve tentare una partenza da zero e ci sono già giocatori coinvolti in questo universo. Inoltre, il gunplay che funzionava così bene in Titanfall 2 viene trapiantato in Apex Legends, anche se non ci sono corse sul muro e doppi salti, e nessun mech di metallo gigante che si lancia nella battaglia, un aspetto che rende il gioco una creatura a se stante piuttosto che un Titan Royale.

Al di là dell'ambientazione fantascientifica, la cosa che distingue davvero Apex è la struttura delle partite. I match sono esclusivamente (almeno al momento della stesura di questa recensione) per squadre a tre giocatori e non ci sono opzioni per giocare da soli, in due o in squadre più grandi di tre. Ma, come dice il vecchio proverbio, tre è il numero magico, e questo limite assicura che ogni incontro sia molto più tattico del tipico sparatutto a deathmatch. Inoltre, non si può selezionare lo stesso personaggio di un altro giocatore della propria squadra, il che significa che spesso si gioca con combinazioni diverse che, a loro volta, aprono nuove opzioni tattiche.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Apex Legends
Apex LegendsApex LegendsApex Legends