Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
recensioni
Assassin's Creed III

Assassin's Creed III

L'attesa era altissima, e tutti ci aspettavamo il capitolo più straordinario della saga. Sfortunatamente, le cose non sono andate proprio così. Ma è comunque un buon gioco.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio

Più un franchise cresce, più diventa difficile soddisfare il proprio pubblico di riferimento. Assassin 's Creed III ne è un ottimo esempio.

Ma partiamo dall'inizio. Assassin 's Creed III ha visto crescere il peso dell'attesa sulle proprie spalle. Doveva rappresentare l'apice della serie, e Ubisoft ha rincarato la dose facendo affermazioni importanti sul suo nuovo motore grafico. In quanto fan della serie, ho cercato di affrontare il gioco con aspettative modeste, ma è stata dura.

Devo ammettere che Assassin's Creed III è riuscito a sorprendermi all'inizio. Sulla base dei trailer, mi aspettavo nativi americani e foreste innevate, ma l'avventura inizia in maniera completamente diversa. Mi ha totalmente spiazzato, in senso buono. E la cosa migliore è che il gioco è riuscito a spiazzarmi per ben due volte nelle prime cinque sequenze. Fantastico!

Assassin's Creed III

Purtroppo, la storia nel suo insieme non riesce a raggiungere dei picchi altrettanto alti. Si sono serviti di una visione vagamente alternativa della rivoluzione americana, miscelato con la ricerca cosmica di Desmond, che lascia un certo senso di inverosimiglianza. Devo ammettere che non ho una grande passione per questa pagina della storia, e senza dubbio questo aspetto ha influenzato la mia recensione, nel complesso.

Gli scrittori hanno ovviamente voluto evitare il patriottismo martellante che gli europei avevano già ampiamente criticato, e dobbiamo ammettere che ci sono riusciti. Connor non si affianca a nessuna fazione, ed è lasciato a sventolare la propria bandiera. Non c'è niente di sbagliato in tutto questo, ma dopo che Connor ha ripulito i forti britannici e ucciso le giubbe rosse, i suoi nemici vengono repentinamente sostituiti dalle giubbe blu americane, che si rivelano altrettanto ostili. Il senso di avere effettivamente un peso nella storia è pari a zero.

Assassin's Creed III

Certo, Connor fa di tutto per combattere i Templari, e riesce a costruire un intero villaggio per completare la sua base (se il giocatore lo desidera), ma la trama principale sembra essere incompleta. A volte, mi sono persino dimenticato di quello che avrei dovuto fare, senza alcuna buona ragione.

Assassin's Creed III non è tanto un gioco, quanto piuttosto una trappola per persone con un disturbo ossessivo compulsivo. La quantità di missioni secondarie e di lavori da svolgere è fuori da ogni limite umano, e anche se di solito mi ci butto a capofitto, Ubisoft questa volta ha davvero esagerato. Ci sono centinaia di cose da raccogliere e da collezionare, ma i premi sono molto modesti e lo sforzo è immane. Sembra quasi che nel gioco siano state iniettate le più rozze dinamiche del genere MMO.

Assassin's Creed III

Non vedevo l'ora di dare un'occhiata al sistema adottato da ACIII per la costruzione della propria base, che prometteva di essere più ampio rispetto ai tempi di Ezio. Invece di aprire nuovi negozi in una piccola città, il giocatore può costruire un intero villaggio di frontiera nel bosco. Gli abitanti producono diversi tipi di materiali, che possono essere utilizzati per la lavorazione e il commercio. Come concetto sembra meraviglioso, ma è stato messo in scena in maniera assolutamente non divertente. Sebbene la soap opera da villaggio possa essere divertente, le missioni del tipo "trova questo o quello mentre combatti una gigantesca cospirazione" puzza un po' di vecchio, e il sistema di crafting è esasperante nella sua goffaggine.

La tanto discussa vita di frontiera, però, rende onore alla sua fama. Chi ama i paesaggi bucolici e selvaggi avrà ore ed ore di divertimento, in quanto potrà scorrazzare per boschi e prati dal proprio divano. Il nuovo motore grafico dà veramente il meglio di sé in questi momenti, con condizioni meteo dinamiche e il ciclo giorno/notte che dipinge i paesaggi di molti colori. È molto diverso passeggiare nelle diverse stagioni, vedere il sole che attraversa i rami, muoversi lentamente nella neve fresca mentre un branco di lupi ci sta alle calcagna.

Assassin's Creed III

La caccia è una parte importante di questa esperienza, e probabilmente renderà ACIII il nuovo nemico numero uno degli animalisti. Connor è un ecomostro ambulante, e per la maggior parte del tempo massacra la fauna selvatica con armi e trappole. Vi è una certa ironia in tutto questo, soprattutto quando l'assassino si ritrova a inseguire un piccolo procione, per poi trafiggerlo con una mossa esageratamente coreografica.

Questa parte dell'esperienza, però, confluisce negli aspetti MMO di cui si parlava poco sopra. Si possono ottenere soldi dalla vendita delle pelli degli animali, per cui ci viene spinti a diventare dei veri e propri macellai, con conseguente perdita del divertimento. Questi soldi, però, non servono a molto. L'acquisto degli aggiornamenti per l'Aquila, la nostra nave, sono l'unica opzione sensata, dato che ci sono poche armi preziose che vale davvero la pena di acquistare. Ho comprato una spada nelle prime fasi del gioco, e non ho mai trovato un'arma migliore. Alla fine della campagna, avevo una nave con tutti gli aggiornamenti possibili e oltre 50.000 sterline di risparmi.

Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III
Assassin's Creed III