Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Call of Duty: Black Ops 4

Call of Duty: Black Ops 4

Treyarch ha abbandonato la modalità campagna e l'ha rimpiazzata con Blackout e una varietà senza precedenti in Zombi. Ma è sufficiente per riportare in auge la serie?

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Infinity Ward ci ha catapultato nel franchise di Call of Duty con la prima iterazione nel 2003 per poi permettergli di raggiungere livelli piuttosto alti grazie all'ormai leggendario Call of Duty 4: Modern Warfare. Sfortunatamente, il successo di quest'ultimo ha portato Activision a far intraprendere ad ogni nuovo capitolo della serie una nuova direzione, ogni volta allontanandosi dal Call of Duty di cui ci siamo innamorati all'inizio. Le mappe sono diventate eccessivamente complicate per via di scelte di design che prediligevano la destrezza e i riflessi anziché il pensiero tattico, oltre al fatto che a volte il gameplay mancava dell'innovazione che altri sviluppatori avevano introdotto nel genere in quel medesimo periodo. Il semplice dire che la serie sarebbe tornata con "i piedi per terra" non è stato sufficiente: dovevano anche dimostrarlo. Ed è qui che entra in gioco Call of Duty: Black Ops 4. Treyarch torna ad occuparsi nuovamente del progetto, rimuovendo cose come il wall-running ed equipaggiamenti iper-tecnologici di un futuro lontano visti in passato, e apportando alcune modifiche molto interessanti a quella formula amata che ha contribuito a creare la grande fan base del franchise. Il risultato è un gioco che ci ha riportato così pesantemente indietro nel tempo che abbiamo addirittura ricevuto un colpo di frusta.

Questo è stato evidente dopo pochi minuti dall'inizio della nostra prima partita in multiplayer. Militia è una mappa completamente nuova di Black Ops 4, ma era allo stesso tempo famigliare, come se avessimo ritrovato un vecchio amico. Abbiamo capito immediatamente dove si sarebbero posizionati i potenziali cecchini, che tipo di copertura ci avrebbe atteso dietro l'angolo e dove avremmo trovato i diversi choke point. Perché? Non solo perché non abbiamo dovuto preoccuparci di nemici in stile orsetti gommosi che ci sorprendono praticamente da qualsiasi parte con un bel wall-running o parkour, ma soprattutto perché qui fa ritorno quella stessa filosofia di base, presente in ogni mappa, che ha permesso a mappe come Crash, Estate, Favela, Nuke Town Terminal e Overgrown di essere così amate dai fan dell'epoca. La maggior parte delle mappe di Black Ops 4 è caratterizzata da ciò che può essere definito un flusso naturale e da un'eleganza che guida i diversi tipi di giocatori in aree che si adattano perfettamente ai loro stili di gioco. È abbastanza intuitivo sin da subito capire da dove potrebbero arrivare potenziali minacce in pochi secondi e in ogni situazione, il che rende ogni mappa piacevole e ben bilanciata per tutti i tipi di giocatori. A completare il tutto, ci sono quattro mappe classiche di Black Ops, oltre a Nuketown prevista a novembre, e con questo hai quello che potrebbe essere definita la migliore line-up degli ultimi anni.

Non mancano le amate modalità come Death Match a Squadre, Kill Confirmed e Dominazione, mentre le nuove modalità Controllo e Rapina aggiungono una ventata d'aria fresca ad una selezione altrimenti fin troppo familiare. Controllo è fondamentalmente un'evoluzione di Dominazione in cui ogni squadra si alterna tra attaccare e difendere due aree. La novità è che ogni squadra ha 25 vite collettive per round, il che offre un ulteriore livello di strategia al combattimento. È qui che tutti gli Specialisti hanno la possibilità di dare il meglio di sé. Scegliere Specialisti difensivi come Torque o Recon ti permetterà di mantenere la tua posizione in un'area specifica mentre difendi, combattendo contro le ondate di nemici. Scegliere tipi offensivi come Firebreak e Battery, d'altra parte, renderà molto più facile devastare i nemici colpendo la loro posizione con forza piena o avendo il sopravvento nei duelli. Combattere per ottenere il controllo delle diverse aree man mano che si ottiene un minor numero di vite è molto divertente, quindi questa potrebbe facilmente diventare una delle modalità più popolari del gioco fin dall'inizio.

Call of Duty: Black Ops 4

Rapina è un'altra novità di Black Ops 4, ma dovrebbe essere familiare per quelli di voi che hanno giocato a Counter-Strike o Payday. Due squadre tentano di rubare un sacco di denaro e di portarlo via. Tuttavia, non inizi con le tue classi e le tue armi normali. Ogni giocatore inizia con solo una pistola e $ 500 nel primo round e poi deve capire ciò che ha intenzione di comprare con i suoi soldi. Migliori armi, equipaggiamenti e perk costano, ovviamente, di più, quindi dovrai decidere cosa vuoi acquistare tra ogni turno di non respawn e l'altro. Se riesci a portare via la borsa con i soldi, questo ti darà ovviamente il massimo vantaggio in quanto ottieni molti più soldi nel round successivo, ma correre in modo incauto potrebbe portare ad una morte prematura e magari perdere l'armatura per cui hai pagato molti soldi. È una modalità eccezionale per quelli che sono alla ricerca di momenti più tesi e di un gameplay più lento, ma forse non tanto per quelli di voi che sono alla ricerca di un'azione frenetica e un sacco di uccisioni.

L'equilibrio è un aspetto altrettanto importante per ciò che concerne i diversi specialisti. Non importa se hai uno stile di gioco offensivo, difensivo o di supporto, non avrai problemi a trovare uno specialista per ogni situazione. Non stiamo parlando di personaggi con la stessa personalità e lo stesso fascino di quelli di Overwatch, ma non c'è dubbio che Treyarch si sia ispirato agli eroi. Ogni specialista ha abilità ed equipaggiamenti unici. Prediligi l'attacco e vuoi sorprendere i nemici con attacchi devastanti? Allora ti divertirai molto con Ruin's Grav Slam e Grapple Gun. Sei più un tipo da supporto? Crash's Tak-5 guarirà sia voi che i compagni di squadra vicini, mentre il suo Assault Pack offre alla vostra squadra alcune munizioni davvero necessarie. Per dirla semplicemente, l'abilità di ogni Specialista può cambiare le sorti della guerra in pochi secondi, grazie ai loro equipaggiamenti che causano ondate in modi diversi. La nostra unica preoccupazione per il sistema è che alcune delle classi sembrano sostanzialmente inutili in determinate modalità. La copertura e il filo spinato di Torque sono praticamente inutili in Deathmatch a Squadre, ma nella nuova modalità Controllo, d'altra parte, è il tipo di personaggio con cui puoi costruire la tua intera strategia. Non è esattamente un grosso problema quando abbiamo una miriade di opzioni tra cui scegliere, ma mostra chiaramente perché giochi simili di solito hanno meno modalità.

Call of Duty: Black Ops 4Call of Duty: Black Ops 4

Familiarizzare con le diverse abilità non dovrebbe essere un grosso problema, in quanto una modalità chiamata Specialist HQ funge sia da tutorial sia da lore-builder in modo sorprendentemente buono. Non è esattamente una vera campagna, ma Treyarch non ha risparmiato sulle impressionanti cutscene tra un segmento e l'altro. Sicuramente si sono lasciati ispirare da Overwatch cercando di dare ad ogni specialista un po' di personalità con questi cortometraggi e cartoni, ma allo stesso tempo ci offrono delle belle sequenze in cui perfezionare le nostre abilità senza temere che altri giocatori umani ostacolino il nostro apprendimento.

Un'altra cosa che rende meno di impatto le piccole lamentele su alcuni specialisti è che torna il sistema Pick 10, che ti permette di equipaggiare il tuo soldato con le armi, gli accessori, gli equipaggiamenti, i perk e molto altro che desideri. Eliminare le cose più futuristiche non ha influito in alcun modo sulle tue opzioni. Ci sono ancora tantissime cose tra cui scegliere, dove ogni arma ha il proprio sistema di progressione e accessori. Call of Duty è noto per avere alcune delle armi più soddisfacenti del settore e Black Ops 4 consolida questa reputazione. Riesci a sentire il pugno del fucile, l'esplosione di un fucile da cecchino ti farà venire i brividi lungo la spina dorsale e percepirai il controllo di ogni piccolo movimento fatto dalle diverse armi. Treyarch offre esattamente ciò che ci aspettavamo da uno studio di alto livello a questo proposito e ci è piaciuto molto.

Sfortunatamente, Treyarch ha cambiato altri aspetti della sua formula. Abbiamo giocato al titolo prima del primo aggiornamento, ma speriamo che alcune delle armi vengano ribilanciate. Che lo si ami o si odi, torna il quick scope, e alcuni dei fucili da cecchino sembrano incredibilmente sovrapotenziati a tale riguardo. Essere one-shottato da un cecchino che ha alzato a malapena il mirino prima di sparare è estremamente frustrante (un problema che è particolarmente diffuso nelle console a causa della mira assistita). Ci sono anche molti altri esempi di armi che abbiamo amato/odiato durante il nostro periodo di prova prima del lancio, quindi speriamo che i ragazzi di Treyarch mantengano fede alla loro parola data sui rapidi aggiornamenti.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Non seguiranno la stessa ricetta in tutti gli aspetti del gioco. Uno dei cambiamenti più discussi è la guarigione manuale. Sono finiti i giorni in cui il nostro personaggio guarisce magicamente dopo essere rimasto fuori dai guai per pochi secondi. Ora dobbiamo provvedere manualmente alla nostra salute sacrificando alcuni preziosi millisecondi per "pugnalarci" con una siringa. Questo è uno dei migliori cambiamenti in Call of Duty dal sistema di progressione di Modern Warfare. Non dover correre e nascondersi dopo aver subito danni, ma osservare la barra della salute riempirsi abbastanza lentamente da renderti nervoso, ma abbastanza veloce da darti speranza rende ogni incontro esilarante. Spara a un nemico alla porta che si apre, pugnalati con la siringa mentre continui a correre verso di essa, girando l'angolo sparando al suo amico, abbassandoti dietro un bancone e guarendo quando un terzo nemico entra di corsa. Il timer della guarigione è lungo quanto ricaricare un'arma pesante, quindi il ritmo del combattimento non diminuisce mai come prima. Va' via, auto-guarigione - non vogliamo vederti mai più!

Questo, oltre al fatto che è possibile sparare mentre si eseguono altre azioni con una sola mano e la nuova mappa di Fog of War, e per questi motivi questa potrebbe essere la migliore esperienza multiplayer di Call of Duty mai vista prima a nostro parere. Ma che dire degli zombi e di Blackout?

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Non c'è dubbio che la parte dedicata agli zombie sia diventata una delle più popolari dell'intero franchise Call of Duty, nonché uno dei motivi principali per cui ci dovremmo sentire in dovere di comprare il season pass di Black Ops 4, dato che ci fornisce 3 o 4 nuovi scenari. Con una mappa a tema Titanic, un'altro in una versione rimasterizzata della celebre Mob of the Dead, e una terza ambientata in un'arena dei gladiatori - avremo a disposizione tre esperienze molto diverse tra loro. Soprattutto, si introducono una storia intrigante e misteriosa con un sacco di segreti e alcuni personaggi affascinanti. Correre in giro nell'antica Roma mentre i personaggi fanno strani discorsi meta-videoludici e sulle armi moderne è, a volte, davvero esilarante.

Ma ammettiamolo: il punto di forza della modalità Zombie risiede nel massacro di non morti, oltre al ritrovamento di easter eggs e la scoperta di segreti; Voyage of Despair, Blood of the Dead, e IX ne contengono a bizzeffe. Evocare nemici speciali interagendo con oggetti specifici, completando le sfide nascoste, e raccogliendo oggetti che dovevano essere utilizzati in certi luoghi ci ha permesso di potenziare le armi, trovare nuove aree, e ottenere nuove armi e attrezzature eccezionali, oltre a fornirci più informazioni sull'ambiente di gioco e a renderci più forti. Una delle azioni che ci ha più divertito consisteva nello spendere del denaro per aprire un Mystery Box per ottenere un oggetto random chiamato Homunculus, un nanerottolo che si è sostituito alle nostre granate. Ma ne valeva la pena: questo coso non solo urla cose divertenti quando lanciato, ma si prodiga per tagliare la testa agli zombie. Alcuni degli sviluppatori non sapevano nemmeno che esistesse, tanto che si sono seduti dietro di noi per guardarci giocare mentre l'Homunculus massacrava un'intera stanza. In quel momento, il game director Jason Blundell è venuto per dirci che non avevamo nemmeno raggiunto una delle aree più grandi del gioco, nonostante avessimo già effettuato trentadue round!

Ogni scenario è unico sia in termini di design dei livelli che di zombie, un aspetto che abbiamo apprezzato. Se Voyage of Despair ci mette in stretti corridoi pieni di morti viventi ben vestiti e membri dell'equipaggio della nave nerboruti, Blood of the Dead è un mix di spazi stretti e aperti in quanto ci porta da corridoi ad aree più estese sull'isola di Alcatraz. IX è senza dubbio il più facile dei tre, con le sue zone più aperte piene di gladiatori non morti, tigri e molto altro ancora.

Black Ops 4 offre anche la modalità Zombie più personalizzabile di sempre. Usando la propria arma preferita a lungo è possibile modificarla con dei perk da acquistare in diversi distributori automatici, oltre a ottenere elisir e talismani da portarsi dietro. Si può inoltre scegliere tra la modalità Rush più arcade, dove si compete per il punteggio più alto contro gli amici, o la classica modalità storia, e altro ancora. In breve: Il discorso di Treyarch è un fatto di quantità, ma senza toccare la qualità. Anzi: la qualità potrebbe in realtà essere superiore al passato.

Call of Duty: Black Ops 4

In verità, tutti ci aspettavamo che la modalità Zombie fosse eccellente. Una delle parti che lasciavano più dubbi nel gioco, tuttavia, si riscontrava nella modalità battle royale chiamata Blackout. Usiamo il tempo imperfetto perché ora possiamo affermare che i nostri dubbi sono volati fuori dalla finestra quando l'abbiamo provata. Blackout offre proprio quello che vogliamo da un battle royale a tema Call of Duty. I controlli sono perfetti come ogni altra parte del gioco e le armi sono fantastiche. L'unica cosa che è cambiata è la dimensione della mappa, che è gigantesca e infarcita di punti di riferimento.

È facile orientarsi perché ogni è unica, ma allo stesso tempo ci si sente a disagio quando si va allo scoperto o ogni volta che sente un suono. Vale la pena di correre verso l'isola Nuketown, nella speranza ottenere il livello 3 di armatura, o dobbiamo accontentarci di quello che c'è dentro il capannone proprio accanto a noi? Potete andare nell'Asylum, infestato dagli zombie, per ottenere qualche arma potente. Si può anche tentare la fortuna e andare in giro con uno dei veicoli o degli elicotteri che si trovano in tutta la mappa, sperando che qualcuno sia abbastanza sciocco di gettarsi davanti al nostro paraurti o in mezzo alle pale del rotore.

C'è stata qualche discussione sulla particolare balistica delle diverse armi in Blackout, ma occorre solo un po' di abitudine per farci la mano. Non siamo abituati a sparare a bersagli molto lontani in questa serie, quindi potrebbe sembrarvi strano in un primo momento, ma siamo riusciti a colpire il nostro nemico rivolge a un chilometro di distanza, dopo un paio di tentativi.

Call of Duty: Black Ops 4 è una ventata di aria fresca necessaria in un franchise che ha compiuto alcuni passi falsi nel corso degli ultimi anni. Il multiplayer ci rimette in campo, introducendo però un sistema di guarigione manuale e un sistema di classi più diversificate per aumentare la scala dell'esperienza. La modalità Zombie offre più di quello che ci saremmo aspettati, e addirittura aggiunge alcune opzioni di personalizzazione davvero belle che piaceranno ai vecchi e ai nuovi fan. E, infine, Blackout prende il meglio delle modalità multiplayer e zombie, li mescola insieme per creare un'esperienza che darà del filo da torcere ai competitor. Il che, totalizza un bel tre su tre: è proprio per questo che pensiamo che Black Ops abbia sollevato l'asticella sia in termini di qualità che di e quantità per il franchise. E siamo arrivati fino a questo punto senza mai menzionare la mancanza di una campagna single-player. A quanto pare, sembra proprio che non ne sentiremo la mancanza...

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Controlli fantastici; Il nuovo sistema di salute in multiplayer; Un sacco di divertimento e segreti in Zombi; Blackout è fantastico fin dall'inizio.
-
Alcune armi sbilanciate; Alcuni Specialisti sembrano inutili in certe modalità.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Call of Duty: Black Ops 4Score

Call of Duty: Black Ops 4

RECENSIONE. Scritto da Eirik Hyldbakk Furu

Treyarch ha abbandonato la modalità campagna e l'ha rimpiazzata con Blackout e una varietà senza precedenti in Zombi. Ma è sufficiente per riportare in auge la serie?



Caricamento del prossimo contenuto