Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
recensioni
Destiny 2

Destiny 2: I Rinnegati

Riesce questa espansione a dare nuovo lustro a Destiny 2?

HQ
HQ

È stato un anno tumultuoso per Destiny 2. Il gioco base era buono, raffinato e con quel design tipicamente superbo a marchio Bungie. Tuttavia, ad un paio di mesi di distanza dal lancio del gioco è apparso chiaro che non c'era abbastanza profondità, e le cose che avevano fatto innamorare molti di noi sono state sostituite da sistemi poco profondi e un'esperienza generale più snella. Inoltre, la prima espansione (La Maledizione di Osiride) si è rivelato un miscuglio di mediocrità, e in quel periodo si è scoperto che Bungie aveva tenuto i giocatori all'oscuro sul modo in cui funzionassero i punti esperienza nel gioco, a quanto pare per riuscire a rifilare loro roba tramite micro-transazioni. Bungie ha fatto uno sforzo e ha capito che era giunto il momento di ascoltare i fan e quando è stata pubblicata la seconda espansione (La mente Bellica), sembrava davvero che fossero sulla strada giusta. Appena un anno dopo che Destiny 2 è stato pubblicato, ora arriva I Rinnegati.

Tutti amano un buon ritorno, soprattutto quando un gioco viene pubblicato con un'accoglienza mista e poi funziona nella sua grandezza. Rainbow Six: Siege è un esempio e il primo Destiny è un altro. La vera domanda è in che Bungie potrebbe far sì che accada di nuovo? Comprendiamo perfettamente che magari non siate pronti a concedere allo studio il beneficio del dubbio per la seconda volta, che la nave di Destiny ha oramai fatto il suo tempo e i giocatori sono stufi. Ma se siete riusciti a rimanere, potete essere felice dal momento che I Rinnegati è davvero buono.

Abbiamo giocato a I Rinnegati per poco più di una settimana, circa 85 ore in totale per questa recensione. La valutazione qui sotto riflette quell'esperienza, dalla prima missione al finale. Non abbiamo assolutamente visto tutto (ad esempio, il raid uscirà questa settimana) e i segreti spuntano con costanza nel mondo del gioco. Tuttavia, siamo certi dell'esperienza nella sua interezza e quando arriveranno più contenuti, molto probabilmente non influenzerà il punteggio in senso negativo.

Annuncio pubblicitario:
Destiny 2

Ormai, la stragrande maggioranza sa di cosa parla I Rinnegati. Il pistolero preferito dei fan Cayde-6 muore nella prima missione, assassinato da Uldren Sov, e quello che succede dopo è come in un vecchio western con Clint Eastwood. Non c'è molto di più, ma è un arco narrativo stretto costruito in modo semplice, e anche se sembra sottile, non è affatto male. Di solito, il futuro del sistema solare è minacciato da tutti i tipi di divinità spaziali e da razze extraterrestri arrabbiate. La motivazione qui è molto più personale, più vicina al cuore e, di conseguenza, il coinvolgimento è molto più gratificante. Bungie riesce a creare una storia con parametri, motivi e personaggi chiaramente definiti che funzionano indipendentemente dal fatto che tu abbia giocato a Destiny dal 2014 o se hai appena iniziato.

L'obiettivo finale è, naturalmente, vendicarsi di Uldren dopo aver dato il via una fuga di massa dalla Prigione degli Antichi, dove la feccia dell'universo è tenuta dietro le sbarre. Per arrivare a Uldren bisogna prima uccidere i suoi compagni, i Baroni, e questa è la base della campagna. Ce ne sono otto in totale e subito dopo l'introduzione, sei libero di seguirli nell'ordine che preferisci. Strutturalmente, funziona significativamente meglio della campagna più lineare del gioco base e sebbene le quest seguano una curva che richiede di raggiungere determinati livelli di potenza, sembra molto più aperta.

La cosa migliore di questa configurazione, tuttavia, è che otteniamo otto missioni che sono incredibilmente varie, specialmente se le confrontiamo con le tipiche missioni di Destiny. I Baroni hanno le loro personalità che rendono ogni battaglia unica. Ad esempio, il Trickster pensa che sia esilarante lanciare piccole trappole sotto forma di engram che di solito contengono bottino - quando un membro del nostro Fireteam ha urlato: "GUARDA, UN ENGRAM ESOTICO", solo per rendersi conto che era stato ingannato, e ovviamente le risate hanno iniziato a riecheggiare nella nostra party chat. Accanto ai baroni, c'è anche un nuovo tipo di nemico chiamato lo Scorn. Sono l'ennesima altra versione dei Caduti, anche se riescono ancora a differenziarsi abbastanza dal modello originale da risultare comunque nuovi.

Annuncio pubblicitario:

Per creare davvero l'atmosfera ci sono dei bellissimi filmati che abbiamo trovato eccezionali e che aiutano a costruire sia i personaggi che il mondo di gioco. Bungie è riuscito a catturare i piccoli dettagli direttamente dall'esperienza e la netta separazione tra gameplay e sequenze renderizzate che vediamo così spesso, qui non è evidente. Guardare il doppio salto di Cayde-6 e attivare i suoi superpoteri dovrebbe far sorridere qualsiasi giocatore di Destiny. Alla fine, sembra che Bungie stia iniziando a trovare un modo per strutturare le sue campagne e la sua narrativa pur mantenendo quella sensazione di open world attivo, e speriamo davvero che continuino a sviluppare contenuti futuri in questa particolare direzione.

Destiny 2

La campagna si concentra principalmente su due nuove destinazioni. The Tangled Shore (i giocatori veterani ricorderanno sicuramente The Reef) e la residenza dei Awoken, altrimenti nota come The Dreaming City. La storia e il perseguimento dei baroni si svolgono principalmente su The Tangled Shore, ed è un luogo fantastico costruito usando spazzatura spaziale e asteroidi tenuti insieme da catene grosse e piene di grotte segrete e altipiani aridi. Sembra il vecchio west, e grazie ad un lussureggiante cielo viola, è una destinazione eccezionale da esplorare. Ci sono anche personaggi ricorrenti e nuovi come The Spider e Petra Venj con cui interagire. Poi, quando la campagna si avvicina verso la fine, è tempo di abbattere le porte della città dei sogni e la prima volta che mettiamo piede qui siamo quasi svenuti. Questo è probabilmente il panorama più bello che Bungie abbia mai creato. Mai.

Il nome della città ti dice qualcosa si sé: è un luogo onirico ispirato a storie fantastiche come Il Signore degli Anelli - ma nello spazio magico e alieni invece di hobbit e anelli d'oro. Solo camminare e comprenderne la grandezza, gli strati di segreti che aspettano di essere scoperti, è un'esperienza in sé (ma non spoilereremo nulla - The Dreaming City è pensata per essere vissuta in prima persona). Sappiate solo che ci saranno segreti nascosti, attività impegnative da scoprire e strani gatti dappertutto. La campagna potrebbe essere un po' più lunga, certo, ma alcuni elementi della storia apparentemente continueranno nel raid. Tuttavia, un paio di missioni extra non avrebbero fatto male in un'espansione di queste dimensioni. Oltre alla campagna stessa, ci sono un paio di nuovi scioperi (incarichi per tre persone) tra cui uno dei migliori che Bungie ha creato: The Warden of Nothing. Questa missione è pura brillantezza nel modo in cui lo studio rispetta i giocatori più vecchi, creando nostalgia attraverso un'avventura che si sente coinvolgente dal primo all'ultimo colpo.

Certo, è più che una nuova storia e nuove destinazioni. Proprio come nel caso di The Taken King (l'inizio del secondo anno del primo Destiny), I Rinnegati include molti grandi cambiamenti. Alcune cose sono incluse nell'aggiornamento 2.0.0 che non è nemmeno necessario possedere per provare I Rinnegati (come il posizionamento delle armi e le modifiche all'equilibrio), mentre altre cose sono direttamente collegate all'espansione. Le nuove sottoclassi sono uno di questi esempi. Ogni classe ha tre nuove abilità, il che significa nove nuovi superpoteri da usare, e in realtà si sentono sorprendentemente ben fatti e divertenti da usare. La classe di Warlock ha finalmente ottenuto i mezzi per abbracciare il più tradizionale ruolo di supporto che molti hanno desiderato, e la classe Titano ha un nuovo fantastico attacco che trasforma il giocatore in un missile umano che si spara contro ignari nemici. In breve: c'è molto da sperimentare, e sembra un'iniezione di energia in un sandbox di funzionalità già travolgente.

Anche il modo in cui le armi vengono gestite, o meglio piazzate, è cambiato - in meglio. Bungie ha cambiato la classificazione dei vari tipi di arma e ha aperto più modi per combinare e sperimentare, permettendoti di personalizzare meglio le cose per adattarle al tuo stile di gioco. Ad esempio, puoi equipaggiare tre fucili ora, ma ricorda che le munizioni si esauriranno più velocemente perché tutti e tre condividono le stesse munizioni. Anche l'arco nuovo di zecca si sente grande e riempie un vuoto che non sapevamo nemmeno esistesse. Con qualsiasi espansione importante, ci si aspettano nuove armi ed equipaggiamenti, e quello che abbiamo visto finora sembra interessante. Spesso ci vogliono un paio di mesi prima che tutto si concluda ed è possibile dire ciò che è buono per quello che c'è, ma ci sono un sacco di contenuti da esplorare in I Rinnegati. Anche tutte le nuove armi sono state aggiornate con i perk generati casualmente, cosa che mancava completamente a Destiny 2 prima d'ora, aggiungendo nuovo valore alla raccolta di armi e quindi confrontando e testando nuove combinazioni.

Destiny 2

Ormai probabilmente avete già sentito parlare della nuova modalità Gambit. Il PvE incontra il PvP in una nuova modalità che offre alcune delle azioni più divertenti che abbiamo visto in Destiny. Forse mai. In una squadra di quattro persone, hai il compito di uccidere rapidamente i nemici e fare bancarotta, mentre l'altra squadra fa la stessa cosa in un'altra arena a specchio. La squadra che mette in banca 75 punti deve prima uccidere un boss per vincere il round. La svolta è che a intervalli diversi della partita (in particolare quando ogni 25° mote è in virata) puoi saltare attraverso un portale per teletrasportarti nell'arena dell'avversario e dare vita a qualche casino. Se rimani ucciso, perdi tutto, il che significa che i giochi possono oscillare quando vengono utilizzate le giuste strategie. È davvero divertente, faticoso, frustrante e gratificante. Abbiamo giocato oltre cento partite questa settimana e l'eccitazione degli ultimi secondi di una partita quando entrambe le squadre sono all'incirca uguali e entrambi stanno cercando di battere il loro boss è quasi imbattibile. Gambit terrà i giocatori occupati per molto.

Al momento della stesura di questa recensione, una settimana dopo l'uscita, I Rinnegati è pieno di bug irritanti. Alcune ricompense non funzionano correttamente, ed è difficile tenere insieme una squadra di quattro persone in Gambit a causa di continue disconnessioni. Non c'è nulla che rovini il gioco stesso in questo momento e Bungie sta sicuramente lavorando come una matta per risolvere il peggio, ma crea di certo qualche irritazione di tanto in tanto. Tuttavia, siamo soddisfatti di I Rinnegati. In realtà, siamo più che soddisfatti. Ripensando allo scorso anno, è stato difficile immaginare che Bungie sarebbe effettivamente riuscito a rimettere le cose in carreggiata e, ancora una volta, e far scoprire ciò che noi e così tanti altri abbiamo amato di Destiny. L'inizio del secondo anno è partito alla grande e speriamo davvero che Bungie possa evitare ulteriori problemi non necessari in futuro. Una cosa, tuttavia, è chiara: Destiny 2 non è mai stato così buono.

HQ
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Una nuova versione della storia, bellissimi filmati, belle destinazioni, le nuove meccaniche di gioco sono fantastiche, la nuova modalità Gambit è fantastica.
-
Alcuni problemi tecnici; La campagna principale potrebbe essere un po' più lunga.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto