Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
recensioni
Dragon Ball FighterZ

Dragon Ball FighterZ

Sarà il miglior gioco di Dragon Ball della storia? Scopriamolo.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Non siamo sicuri al 100%, ma oseremmo dire che Dragon Ball sia una delle licenze più importanti che siano state adattate per il nostro medium preferito. Ci sono un sacco di videogiochi che traggono ispirazione da questa importantissima serie (anime/manga) nipponica, che grazie alla sua popolarità ha catturato l'attenzione di diverse generazioni di fan. Negli ultimi anni, questi fan hanno assistito alla pubblicazione di titoli come Dragon Ball Xenoverse e Dragon Ball Xenoverse 2, che si sono rivelati entrambi delle buone proposte per farsi coinvolgere dall'universo della saga, ma Dragon Ball FighterZ è qualcosa di diverso. Qui le priorità sono il sistema di combattimento, il gameplay e la grafica. Non appena il gioco è stato annunciato all'E3 2017, sembrava avere tutto il potenziale per essere qualcosa di speciale, e i diversi beta test che hanno avuto luogo negli ultimi mesi hanno contribuito a rafforzare questa idea. Ora che abbiamo giocato alla versione finale, possiamo confermare che Dragon Ball FighterZ ha in effetti una grafica spettacolare e un gameplay divertente, ma in termini di contenuti, è piuttosto carente.

Il gioco offre il minimo sindacale, presentando una modalità storia, un gameplay online e una modalità arcade, il tutto integrato in un hub online (funziona anche offline). È sufficiente per mantenere occupati i giocatori, ma se arrivate da Dragon Ball Xenoverse 2, vedrete perduta una grande quantità di contenuti inclusi in quel gioco, a partire dal roster dei personaggi. Certo, non mancano ovviamente i nomi più importanti - Goku, Vegeta, Piccolo, Cell, Gohan ... - e ci sono anche alcuni combattenti più recenti come Beerus, Hit e Goku Black. C'è anche un combattente completamente originale, sotto forma di Androide 21.

È un roster piuttosto ragionevole, ma non si avvicina neanche lontanamente al più completo che abbiamo visto in un gioco della saga. Molti dei personaggi secondari sono assenti e anche le varie forme di alcuni combattenti sono state lasciate fuori. Ad esempio, non potete giocare con il Goku "Normale", o con le diverse forme di Cell e Freezer. Nel gioco sono presenti alcune trasformazioni, come Goku SSJ3, ma rientrano all'interno di una mossa speciale e scompaiono non appena avete completato la mossa. L'elenco ridotto di personaggi e l'impossibilità di trasformare i personaggi durante il combattimento, deluderanno sicuramente alcuni giocatori.

Poi abbiamo la modalità storia, che, almeno per quello che ci riguarda, è stato uno degli elementi che ci hanno maggiormente deluso. È una storia completamente originale, quindi da questo punto di vista non possiamo che esserne contenti, che si concentra su come alcune misteriose onde di energia stanno rubando i poteri a quasi tutti i combattenti del pianeta. Solo chi ha dentro di sé un'anima sconosciuta (il giocatore) può riavere indietro i suoi poteri. La storia è raccontata tramite cutscene tra un combattimento e l'altro, usando la grafica in-game, ma la sceneggiatura è debole e infantile, sebbene non sia diversa dai soliti schemi della saga. La cosa strana è il fatto che le animazioni durante queste sequenze sono prive di fluidità, come se mancassero fotogrammi. La trama prevede anche la comparsa di cloni malvagi in tutto il mondo, cloni ispirati ai vari personaggi del gioco. Questi sono cloni finiscono per fungere da principali nemici della modalità storia, nel senso che combatterete ripetutamente gli stessi avversari.

La modalità storia è divisa in tre archi narrativi, che raccontano la stessa storia, ma da prospettive diverse. Quando si finisce il primo arco, avrete ancora molte domande, alle quali verrà data risposta nei seguenti archi.

Ogni capitolo include una mappa che funge da tabellone, in cui sono posizionati i diversi pezzi. Uno è la battaglia principale che permette di far avanzare la storia, ma ci sono anche combattimenti secondari in cui potete vincere oggetti e battaglie che vi permettono di sbloccare personaggi adiacenti. Il numero di passi che il giocatore può intraprendere su questa scacchiera è limitato, ma abbiamo sempre avuto a disposizione abbastanza passi da riuscire a raggiungere la maggior parte degli obiettivi senza problemi. A volte ci sono combattimenti extra dopo aver attraversato la mappa, il che vi dà dei vantaggi se vincete, ma sono troppo facili. A meno di non esserci persi qualcosa, non c'è modo di cambiare la difficoltà della modalità storia, e così com'è, siamo riusciti a vincere la stragrande maggioranza dei combattimenti senza perdere salute. Ci sono alcuni combattimenti che fungono da tutorial, ma anche quelli che non sono tutorial, o le battaglie contro personaggi a diversi livelli sopra i nostri, sono stati incredibilmente facili.

Ciò elimina qualsiasi tipo di tensione o entusiasmo dalla modalità storia, dal momento che non ha richiesto alcuno sforzo da parte nostra. Forse ci siamo persi qualcosa, un'opzione a noi sconosciuta che non abbiamo trovato, o forse Arc System Works apporterà dei cambiamenti nella patch day-one (a cui non abbiamo avuto accesso), ma quello a cui abbiamo giocato era troppo facile. Inoltre, la storia non era interessante e i combattimenti erano molto ripetitivi. In altre parole, avrete probabilmente intuito il motivo per cui siamo rimasti così delusi dalla modalità storia di Dragon Ball FighterZ.

Abbiamo finito per apprezzare la modalità Arcade. Qui la difficoltà si è rivelata più equilibrata e diventava più difficile man mano che andavamo avanti. Ci sono tre varianti della modalità Arcade - con tre, cinque e sette match - e ogni variante ha una modalità difficile per chiunque sia alla ricerca di una sfida più impegnativa.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

La sfida più impegnativa, tuttavia, sarà quella online, contro altri giocatori. La versione a cui abbiamo giocato aveva la modalità online disattivata, ma da quello che abbiamo visto nelle versioni beta, sembra funzionare bene. In ogni caso, restate sintonizzati in quanto segnaleremo eventuali problemi, nel caso ce ne fossero. Oltre ai combattimenti, potete interagire con altri giocatori tramite l'hub centrale. Qui potete scegliere un personaggio che vi rapprensenterà e ci sono un certo numero di oggetti di personalizzazione che potete sbloccare. Nuovi personaggi, colori, titoli, timbri ... tutto questo può essere sbloccato tramite l'acquisto di capsule. Immaginate delle loot box sotto forma di capsule, che potete acquistare con le monete ottenute giocando. Sembra anche possibile acquistare capsule con denaro reale, ma dal momento che le funzionalità online erano disattivate, non possiamo ancora confermarlo. In ogni caso, il contenuto che ottenete dalle capsule è puramente cosmetico.

L'elemento migliore di Dragon Ball FighterZ è la grafica. È spettacolare, dal momento che i modelli 3D del gioco riescono a ricreare alla perfezione lo stile artistico della serie. Assomiglia ad un episodio ad alta qualità, con personaggi altamente dettagliati ed eccellenti effetti visivi. Non mancano chiaramente gli effetti sonori, che sono esattamente quelli che ci aspetteremmo da un gioco Dragon Ball, e i fan apprezzeranno sicuramente l'opzione che permette di usare le voci inglesi o giapponesi. E poi abbiamo il gameplay.

Dragon Ball FighterZ funge da gioco di combattimento in 2D, e impiega uno stile di gameplay estremamente fluido e veloce. È tutto molto spettacolare, con un gameplay relativamente accessibile. Le combo sono facili da eseguire, e il gioco ha un buon equilibrio tra il restare fedeli alla serie e il tradurlo in un gioco di combattimento più tradizionale.

Il sistema di combattimento si basa su battaglie 3v3, sebbene sia attivo un solo combattente su ciascun lato. È possibile passare da un combattente all'altro in qualsiasi momento e potete anche chiedere aiuto. Questo è un fattore molto importante del gameplay e per riuscire a vincere nelle battaglie più difficili, dovrete imparare ad usare l'aiuto e quando vale la pena alternare i personaggi. Quando un personaggio è fuori dall'area di combattimento, può rigenerare parte della sua salute, e questo offre anche un certo elemento tattico al gioco. Il problema più grande con questo tipo di sistema è la confusione che può generarsi sullo schermo. Con un gameplay così veloce ed una grande quantità di effetti che riempiono grandi porzioni dello schermo, a volte è difficile capire cosa sta accadendo.

I personaggi hanno le loro differenze, ma in termini di controlli, sono all'incirca gli stessi. È un aspetto comune ai giochi ispirati agli anime, ma questo elimina un po' quel senso di profondità e varietà nel gameplay. Tuttavia, la cosa più importante da tenere a mente è che il combattimento di Dragon Ball FighterZ è accessibile e divertente, e i giocatori avranno comunque abbastanza spazio per dimostrare le loro abilità.

Dragon Ball FighterZ è un gioco di combattimento vero e proprio, più simile, in termini di gameplay, a titoli come Injustice 2 e Street Fighter V, anziché a Dragon Ball Xenoverse o Dragon Ball Battle of Z. Per quanto riguarda la grafica e il gameplay, Dragon Ball FighterZ è il miglior gioco della saga cui abbiamo giocato, ma pensiamo che in termini di contenuti ci sia ancora molto da migliorare. L'anno scorso assistito alla pubblicazione di giochi di combattimento importanti come Injustice 2, Tekken 7 e Marvel vs. Capcom: Infinite. Al loro confronto, Fighter Z si avvicina a Marvel vs Capcom: Infinite, a nostro avviso, al peggiore dei tre, ma se siete fan di Dragon Ball, non possiamo non raccomandarvelo - purché non vi dispiaccia scambiare i contenuti con un buon gameplay e un'eccellente grafica.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Dragon Ball FighterZDragon Ball FighterZ
Dragon Ball FighterZDragon Ball FighterZDragon Ball FighterZ
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Grafica superba; Sistema di combattimento divertente e accessibile; Storia originale; La maggior parte dei personaggi importanti c'è.
-
La modalità storia è molto ripetitiva: È lontano anni luce da Xenoverse 2 in termini di contenuti.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto