Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
recensioni
Z1 Battle Royale

H1Z1

Abbiamo dato un'occhiata ad uno dei pionieri del genere Battle Royale da quando ha lasciato l'Early Access.

Nonostante sia arrivato sulla scena ben prima di PUBG, H1Z1 di Daybreak ha dovuto vivere molto all'ombra di PlayerUnknown's Battlegrounds. Lanciato originariamente in Early Access nel 2015, il progetto è stato infine diviso in due prima che H1Z1: King of the Hill diventasse semplicemente H1Z1. Probabilmente è giusto dire che lo sviluppo del/dei gioco/giochi è stato un prodotto che ha vissuto tra alti e bassi, ma non siamo qui per parlarne, quanto piuttosto stiamo giocando al titolo così com'è allo stato attuale.

Al momento del lancio, H1Z1 è diventato free-to-play quasi immediatamente. Doveva essere così; nonostante il fatto che PUBG sia un gioco venduto a prezzo pieno, il titolo che ha dato il via al genere ora ha più di 30 milioni di giocatori paganti. Poi c'è la non tanto piccola questione relativa a Fortnite: Battle Royale, che sta facendo grandi affari e persino sta andando molto meglio di PUBG grazie al suo modello free-to-play. Entrambi i giochi si sono recentemente spostati su console e piattaforme mobile, espandendo ulteriormente i rispettivi pubblici. Guardando oltre questi titoli, c'è anche un numero crescente di giochi ispirati al genere Battle Royale che spuntano come funghi su varie piattaforme e come parte di giochi esistenti, e sono tutti in competizione per catturare l'attenzione dello stesso pubblico di giocatori.

Nonostante H1Z1 sia arrivato per primo, non è mai riuscito a conquistare i cuori e a dominare il genere che ha aiutatoi pionieri, e quindi anche se è di qualità, anche se è in circolazione da molti più anni rispetto alla concorrenza, e anche se ora è gratuito, l'ultimo sparatutto in terza persona di Daybreak deve ancora affrontare una sfida in salita, se vuole uscire dall'ombra e competere spalla a spalla con i nuovi giganti del genere.

Ora il gioco free-to-play offre modalità ispirate al genere Battle Royale create per uno, due e cinque giocatori, e c'è una modalità Auto-Royale che consiste fondamentalmente in due o quattro giocatori legati in un'auto che aspettano di morire. C'è un sistema di progressione contorto alla base di tutto questo (potete pagare per accelerare i vostri progressi, così come acquistare oggetti cosmetici) che mette insieme le cose, ma alla fine si tratta di uno sparatutto online gratuito senza particolari fuochi d'artificio.

Z1 Battle Royale

L'attrazione principale è, naturalmente, la modalità singleplayer, ma è divertente avere a che fare con gli amici per partite incentrate sul lavoro di squadra, e nella modalità Auto-Royale potete giocare solo con gli altri, quindi se volete mettervi al volante, dovrete formare un party o giocare con compagni random. In ogni caso, in questa modalità, cercherete altre macchine e cercherete casse classificate in base alla loro rarità (più sono rare, più tempo dovrete sparare loro per ottenere ciò che contengono). Questa parte del gioco è attualmente in beta, quindi non ci soffermeremo troppo a lungo, ma diremo che sicuramente cambia la dinamica del gioco e offre un po' di varietà per chi la cerca .

Tornando alla modalità singleplayer, dobbiamo dire che, sebbene sia perfettamente funzionante, non ha la stessa fluidità offerta da alcuni dei suoi concorrenti. Dalla vostra discesa dal cielo ai vostri passi nel mondo di gioco, H1Z1 ha ottime basi, e se siete fan del genere e vi approcciate a questo gioco per la prima volta, saprete esattamente cosa sta accadendo non appena i vostri piedi toccano terra. Detto questo, non eccelle mai veramente in qualcosa in particolare, e quella familiarità che abbiamo menzionato prima significa anche che c'è molto poco in termini di sorpresa e novità. Certamente non aiutano gli asset sfruttati e abusati in modo eccessivo, e avrete costantemente una sensazione di deja vu normale mentre esplorate i dintorni, con accampamenti identici disposti spesso troppo vicini l'uno all'altro. Non è certo qualcosa che rompe il gioco, ma non ci ha lasciato particolarmente impressionati.

C'è anche una piccola riserva di armi da cui attingere, il che non cambia di certo questa sensazione. In termini di varietà di opzioni a disposizione del giocatore, H1Z1 non è così generoso come altri giochi dello stesso genere, e questa mancanza di varietà elimina anche l'entusiasmo quando si tratta di andare a caccia di rifornimenti. Alla fine, la maggior parte delle partite arriva ad un punto in cui c'è un rush finale nel mezzo, in cui i giocatori si riuniscono in un'area che a mano a mano si restringe sempre più; in questo senso, c'è un'intensa azione per tutti i giocatori. Bisohna solo superare la parte iniziale del gioco ripetitiva e relativamente poco interessante per arrivarci.

H1Z1 ha tutte le caselle al posto giusto, ma non ci ha mai preso esattamente come PUBG e Fortnite. Non sembra buono come i suoi competitor e non è così interessante né vario come i giochi contro cui si va a scontrare. È free-to-play e questo sicuramente aiuta, ma visto che Fortnite ha usato lo stesso trucco con la sua modalità Battle Royale, non è certo il selling-point che Daybreak aveva immaginato. Se siete fan del genere e non lo avete già giocato, non c'è nessuna barriera che vi impedisca di darci un'occhiata, e visto che offre un'esperienza solida vi suggeriremmo sicuramente di buttarci uno sguardo, solo non aspettatevi di eliminare PUBG o Fortnite dal vostro disco fisso per far spazio a questo titolo.

06 Gamereactor Italia
6 / 10
+
Gratuito e accessibile; Ha aiutato ad impostare la formula del genere; Può essere intenso verso la fine del round.
-
Non così raffinato quanto i suoi rivali; Uso eccessivo degli asset; Mancanza di fluidità.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi