Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Left Alive

Left Alive

Sarà riuscita Square Enix a ricreare lo spirito presente in Metal Gear Solid?

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

L'ultima produzione di Square Enix aveva potenzialmente tutto: un ottimo team a partire da Yoji Shinkawa, l'art director di Kojima Productions, una trama fitta con un'ambientazione coinvolgente, molte idee innovative e confronti con la serie Metal Gear che praticamente si sprecano. In fin dei conti, è uno sparatutto in terza persona survival con una particolare attenzione alla componente stealth in un mondo pieno di mech; insolla, i paragoni con la "creatura" di Kojima erano inevitabili.

Abbiamo usato la parola "potenzialmente" perché, purtroppo, lo studio non è riuscito nel suo intento. Ma cosa è andato storto? C'erano tante belle idee, come l'enfasi sulla creazione dei propri IED e trappole per eliminare i soldati nemici, e questo ci ha ricordato un po' di Metal Gear: Survive. Poi ci sono missioni opzionali che potevi scegliere di svolgere o ignorare, una mappa che mostrava zone pericolose e una storia intrigante.

Tuttavia, questi aspetti promettenti sono stati tutti indeboliti da meccaniche scadenti e da un sistema di controllo lento, da un'IA ingannevole e da una grafica che molto spesso era di qualità piuttosto bassa. Ma inizieremo con le cose che ci sono piaciute.

I giocatori prendono il controllo di tre personaggi in un paese devastato dalla guerra chiamato Novo Slavia nell'anno 2127, in un'area del mondo che non sembra troppo diversa dalla Russia. Il genocidio viene commesso dalle forze di occupazione e i nostri tre eroi sono stati "lasciati vivi", alla ricerca di altri sopravvissuti e all'improvvisazione di armi che dovranno usare per aiutarli ad eliminarli.

Left Alive

Prima di tutto prendi il controllo di Mikhail, un pilota novellino di Wanzer (i Wanzer sono i mech), e in un secondo momento anche di un ufficiale di polizia chiamato Olga, e anche Leonid, un innocente accusato di essere un criminale. L'ambientazione è squallida e l'introduzione ci illude che si tratti davvero di un gran bel gioco. C'è neve, i cadaveri sono disseminati ovunque, e ne siamo completamente incuriositi.

Ma purtroppo tutto questo si sgonfia nel momento in cui ci troviamo di fronte ad un sistema di controllo complicato. La sensazione è come se non avessimo il controllo totale dei movimenti, con una qualità dello shooting altrettanto irregolare, il che significa che è stato difficile mirare. In altre parole, non si rivela in alcun modo intuitivo, e anche dopo poche ore ci siamo trovati casualmente a lanciare lattine, allertando i nemici e venendo uccisi.

Abbiamo iniziato con la difficoltà media, che si è rivelata follemente complessa, dato che alla fine venivamo uccisi con grande facilità. Ci siamo presto ritrovati a ricominciare da un ambiente più semplice, ma a volte è stato brutalmente difficile.

Ci piace un po' di difficoltà, ma questi ostacoli inutili hanno praticamente tolto qualsiasi forma di intrattenimento a Left Alive. I soldati nemici ci hanno abbattuto in un istante, e per di più sembravano essere immuni ai colpi alla testa, con pallottole che avevano un effetto molto scarso in generale. Puoi lanciare bombe fatte in casa, sperando qualcosa di meglio, ma spesso ci ritroviamo a rivedere ripetutamente le stesse sezioni e ad essere sempre più frustrati.

Left AliveLeft Alive

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Sembra che ci siano molti modi per attraversare le mappe, ma realisticamente c'è solo un'opzione se si vogliono evitare le zone in cui vieni ucciso in modo ridicolo. Hai la possibilità di affrontare i tuoi nemici in una sparatoria, ma lo stealth sembra essere l'unico modo per riuscire a farcela. Il problema è che la modalità stealth semplicemente non era molto buona. Per prima cosa, non c'è stato alcun takedown: dovevi solo colpirli con un'arma da mischia finché non sono andati giù, quindi lanciare un colpo micidiale.

Hai sempre la possibilità di lanciare una lattina, ma l'intelligenza artificiale in questo gioco ci ha messo di fronte ad un'altra difficoltà, poiché o erano completamente inconsapevoli o totalmente onnipotenti. Qualcuno potrebbe nascondersi dietro uno di loro, ma poi un altro che non ti stava nemmeno guardando improvvisamente inizierà a spararti addosso. Ci siamo ritrovati a correre o rotolare via (che spesso funzionava), per poi tornare indietro di circa 30 secondi e la sensazione è come se non fosse successo praticamente nulla. Altre volte correvano in cerchio cercando di trovarti, il che rendeva il tutto quasi comico. A causa di questi difetti, a volte darsela a gambe funzionava meglio che muoversi di soppiatto.

Una volta attivato il tuo sistema di comunicazione, questo passa la maggior parte del tempo a dirti che "un nemico si sta avvicinando" con la sua voce robotica, e visto che erano sempre vicini, la cosa ha cominciato a diventare fastidiosa e abbiamo deciso di disattivare l'audio della TV. La colonna sonora è meglio. Quando entravano in combattimento, la musica contestuale ci ha ricordato un po' quella di Metal Gear. Anche il doppiaggio ci è parso decoroso, e c'erano anche alcune scelte di dialogo che hanno influenzato la storia, cosa che ci è piaciuta di più. È la vecchia massima "le tue decisioni contano", ma sembrava aggiungere qualcosa all'esperienza.

Left AliveLeft Alive

Detto questo, ci è sembrato tutto un po' fatto di corsa. Un sacco di persone si sono lamentate della grafica, e anche se ci è piaciuta l'atmosfera cupa e l'illuminazione minacciosa, e i mech sembravano anche belli, alcune texture non erano per nulla all'altezza. Questo elemento, combinato con muri invisibili e enormi cumuli di spazzatura che non si potevano attraversare, ha reso gli ambienti troppo controllati.

Una cosa che tuttavia salva un po' le cose è quando prendi il controllo dei mech e ti fai strada, distruggendo altre enormi macchine. È stato divertente, ma non è la parte principale dell'esperienza, in quanto c'è una maggiore enfasi generale sui combattimenti di terra.

Tutto sommato, c'erano alcune buone idee e alcuni problemi minori che normalmente avremmo potuto perdonare, e aveva una premessa fantastica e alcune scelte di dialogo interessanti. Tuttavia, non ci siamo sentiti abbastanza coinvolti nella storia e nei personaggi da preoccuparci troppo di ciò che accadeva attorno a noi. In effetti, questo è il grosso problema diLeft Alive avrebbe potuto essere stato qualcosa di veramente speciale, ma le difficoltà frustranti, il design poco intuitivo e l'intelligenza artificiale inconsistente hanno impedito di creare un legame con la sua storia. Siamo certi che alcune persone apprezzeranno la sfida estrema e ci sono alcune idee interessanti, ma nel complesso, l'esperienza lascia molto a desiderare.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
04 Gamereactor Italia
4 / 10
+
Storia interessante; Un sacco di belle idee.
-
IA inconsistente; Controlli goffi; Brutalmente difficile alle volte; Level design dimenticabile.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Left AliveScore

Left Alive

RECENSIONE. Scritto da Roy Woodhouse

Sarà riuscita Square Enix a ricreare lo spirito presente in Metal Gear Solid?

GR Live: la nostra diretta su Left Alive

GR Live: la nostra diretta su Left Alive

NEWS. Scritto da Sam Bishop

Left Alive è stato pubblicato da Square Enix lo scorso mese in Giappone, ma solo la scorsa settimana è approdato in Occidente ed è per questo motivo che abbiamo deciso di...

Caricamento del prossimo contenuto