Italiano
Gamereactor
recensioni
Life is Strange

Life is Strange- Episodio I

Twin Peaks incontra la struttura episodica di Telltale in questo primo capitolo dell'avventura di Dontnod.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Life is Strange è un'interessante avventura con protagonista un'adolescente di nome Max, che fa ritorno nella cittadina in cui è cresciuta per studiare fotografia. Sta vivendo quel momento turbolento, comune alla vita di qualsiasi ragazzo o ragazza di quell'età, chiamato "liceo" - in cui pullulano atleti, stronzi, ragazze emotivamente fragili, insegnanti egocentriche, bulli e nerd - nel tentativo di riavvicinarsi alla sua amica d'infanzia Chloe. Max ha lasciato la città cinque anni prima, e nel frattempo il padre di Chloe è morto e questa perdita ha trasformato la ragazza in un'adolescente ribelle, che fuma erba e a cui non frega niente e di nessuno. Se Max è quella timida e riflessiva, Chloe è la sua controparte ribelle e senza peli sulla lingua. C'è tuttavia una cosa a cui Chloe tiene tantissimo, o meglio una persona, ossia Rachel. Rachel è diventata la sua migliore amica dopo che Max è andata via, ma Rachel sembra sia scomparsa nel nulla sei mesi prima. Tutti pensano che sia scappata, ma Chloe pensa che le sia successo qualcosa.

Il primo episodio di Life is Strange si focalizza principalmente a introdurci l'ambientazione, spiegarci le meccaniche sottese al gioco e il rapporto tra Max e il resto del cast, ma il mistero di Rachel rappresenterà comunque un elemento centrale andando avanti nella storia. Una sorta di Laura Palmer, se così la si può definire, dal momento che molte persone sembrano avere un qualche tipo di collegamento con lei.

Life is Strange

Come avrete senza dubbio intuito, Life is Strange segue la struttura, oramai nota, di un'avventura in stile Telltale Games. La stagione o l'intero gioco, è composta da 5 episodi, e si concentra sostanzialmente sulla risoluzione di puzzle, e le decisioni e la storia sono gli elementi principali del gioco.

Dal punto di vista delle meccaniche e del gameplay, Life is Strange si distingue rispetto a Telltale Games. Si viene introdotti subito in questo mondo all'inizio dell'episodio, Max è testimone di uno scontro nel bagno delle donne a scuola che termina con una persona uccisa da un colpo di pistola. Questo evento traumatico sembra innescarle un'insolita capacità di riavvolgere il tempo, dandole così la possibilità di alterare cosa accade attorno a lei e salvare la vita di un personaggio centrale per la trama. Max può dunque riavvolgere il tempo tutte le volte che vuole e questa capacità le permette di vedere le conseguenze a breve termine di alcune azioni e di modificare le proprie decisioni. È possibile farlo sia risolvendo degli enigmi, ma naturalmente è possibile anche gestire una situazione difficile. Tuttavia, gli effetti a lungo termine delle vostre azioni non sono così facili da prevedere.

Un esempio del suo funzionamento l'abbiamo quando Max cerca nel garage in casa di Chloe alcuni strumenti molto piccoli per sistemare la sua macchina fotografica Polaroid. Ha l'opportunità di curiosare un po' in giro e trovare alcune cose - può scegliere di riavvolgere il tempo e cancellare le prove del suo curiosare o lasciare le prove lì dove sono, in modo che vengano ritrovate dal patrigno di Chloe. E' ovvio, se non curiosate in un qualche armadio, non potrete informare Chloe dell'invasione della sua privacy. Una regola per il riavvolgimento del tempo è che Max non ne ne viene influenzata, così come qualsiasi oggetto che la ragazza tiene in mano (unica eccezione sono le foto in quanto non potranno essere prova di un evento che non è accaduto). Una bella idea da un punto di vista della sceneggiatura, che ti fa sentire un po' un coglione, proprio come Bill Murray in Ricomincio da capo, quando riascolta una conversazione e offre la "risposta perfetta".

Life is Strange

Dal momento che si tratta di un primo episodio, questo risulta, in realtà, una specie di prologo che ci lascia con tanta acquolina in bocca, dal momento che non ci viene offerto tanto in termini di drammaticità della vicenda. La sensazione è che questo primo episodio sia principalmente un "antipasto", un quadro generale della vicenda, che ci lascia un po' a bocca asciutta alla fine dell'episodio. Un altro potenziale punto debole di questo primo episodio è che molti dei riferimenti e metafore sono piuttosto palesi - una targa che riporta "Twn Pks" o una farfalla che compare proprio in un momento di svolta. Non che la cosa ci abbia fatto dispiacere, ma non siamo tutti uguali. Nel complesso, la sceneggiatura è scritta molto bene, così come i personaggi, che ne risultano ben caratterizzati. La mancanza di lip sync ha però un effetto negativo sull'esperienza, e anche se è evidente che il gioco non possa essere annoverato tra le produzioni "tripla A", siamo dell'idea che avrebbero potuto spendere un po' più di energie e metterci un po' più di cura in questo aspetto, dal momento che il gioco, nel complesso, risulta molto bello.

Alcuni personaggi presenti in Life is Strange sono davvero eccezionali. Alcune dinamiche interessanti, come ad esempio il rapporto tra Max e Chloe, ha comunque bisogno di una ricostruzione un po' più profonda. L'unico elemento soprannaturale è il potere di Max, ma per quanto sia di per sé affascinante, non è un elemento particolarmente centrale nella trama. Il vero cuore del gioco sta proprio nello scoprire cosa si nasconde nei meandri di questa piccola cittadina dell'Oregon, all'apparenza normalissima. Un po' come accadeva in Twin Peaks.

Life is StrangeLife is StrangeLife is Strange

Life is Strange si rivela un'esperienza diversa e insolita. Non solo per la protagonista, che è una giovane donna, ma perché al centro della storia vi è la sua amicizia con Chloe. Ciò che ci è piaciuto di più è questa scelta di parlare di temi universali, proprio come l'amicizia e l'età dell'adolescenza, senza dover andare a toccare chissà quali temi paranormali e più complessi. In fin dei conti, abbiamo avuto tutti un amico o un'amica d'infanzia da cui poi ci siamo allontanati e con cui abbiamo perso i contatti. E quanto di noi vorrebbero tornare indietro nel tempo, magari per dirgli cose che, all'epoca, non abbiamo avuto occasione o forse il coraggio di dirgli o dirle.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Ottimi ambientazione e concept; Personaggi interessanti; Tantissimi riferimenti a Twin Peaks; La meccanica del riavvolgimento temporale funziona bene.
-
Il primo episodio è un po' lenti e si limita a mettere sul piatto ciò che accadrà negli episodi successivi: Un lip sync più accurato sarebbe stato gradito.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Life is StrangeScore

Life is Strange

RECENSIONE. Scritto da Bengt Lemne

Conclusa la nostra avventura con Max e Chloe, rimettiamo insieme i pezzi e diamo il nostro verdetto finale.

Life is Strange arriva su Xbox Game Pass

Life is Strange arriva su Xbox Game Pass

NEWS. Scritto da Sam Bishop

Appena ieri vi abbiamo riportato che Microsoft avrebbe pubblicato un gioco a sorpresa su Xbox Game Pass e oggi scopriamo che si tratta di Life is Strange di Dontnod, che...



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.