LIVE

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Live broadcast
Pubblicità
logo hd live | CS:GO - Operation Shattered Web
Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

Il simpatico avvocato con i capelli è tornato sui suoi vecchi casi sulle console di nuova generazione.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Capcom ha ancora una volta aperto il suo armadietto di meraviglie e ha realizzato un nuovo remaster di un'altra serie classica. Dopo aver debuttato su Game Boy Advance in Giappone, e successivamente in Occidente su Nintendo DS, Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy si prepara ad approdare su PC, PS4, Nintendo Switch e Xbox One. Ciò che propone qui Capcom è una raccolta di tre giochi in uno - una trilogia, insomma - che segue la storia di un giovane avvocato di nome Phoenix Wright, che si rivela essere un asso.

Per coloro che si sono persi i giochi la prima volta, si tratta di una visual novel punta e clicca ad episodi, fortemente basato sulla narrativa (beh, tre dei quali suddivisi in quattordici casi) che segue la storia di Phoenix Wright. Tramite le prime tre iterazioni della serie - Ace Attorney, Justice For All, e Trials and Tribulations - questo snello giovane avvocato con un taglio di capelli simile ad un porcospino è costretto a difendere una varietà di personaggi. Il suo primo caso in assoluto gli ha affidato è quello di difendere il suo migliore amico dopo che è stato incastrato per omicidio. Insomma, non è esattamente un buon primo giorno di lavoro.

Il primo capitolo di Ace Attorney ti dà una mano grazie all'iuto del tuo capo, Mia, che ti dà suggerimenti su cosa fare e quando. È un buon modo per insegnarti le regole di base, che fondamentalmente comporta scegliere opzioni di dialogo, fare pressione sui testimoni, presentare prove in aula, e così via.

Anche se le premesse di base sono abbastanza semplicistiche, è fondamentale prestare ascolto attentamente alle testimonianze di testimoni o di assassini inaffidabili per poterle distinguere, e pressare o presentare prove al momento giusto. Nella iterazione successiva, assumi un ruolo più pratico e diventi un detective. Qualcosa accade al tuo capo dal primo episodio e durante i tuoi giorni in tribunale, devi risolvere il mistero che ne consegue.

Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

Spesso, prima che la corte inizi, puoi vedere chi commette il crimine in un filmato. Il gioco dà il suo meglio, però, quando non ti permette di sapere cosa sia successo in precedenza. Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy ti permette di affidarti maggiormente al tuo buon senso e al tuo intelletto, spingendoti a usarli correttamente anziché limitarti a trovare ogni oggetto.

È necessario cercare indizi che possono essere trovati in varie scene e parlare ai testimoni per costruire un caso per la difesa. Ti rechi regolarmente in luoghi come centri di detenzione, scena del crimine e al tuo ufficio, mentre ci sono altre location specifiche del caso, come set cinematografici e camere d'albergo, che sei chiamato ad esplorare.

Una cosa che abbiamo trovato frustrante è che quando si lascia un posto per dirigersi verso un altro, è necessario selezionare da una lista dove andare. Ciò che ci ha irritato di più è che a volte, se si tratta di un'altra stanza nella stessa posizione, prima di arrivare alla destinazione finale devi spostarti su ciascuna schermata adiacente. Ad esempio, sul set cinematografico, si seleziona l'ingresso, si apre l'elenco, si va nell'area del team, quindi si seleziona nuovamente prima di arrivare finalmente nello spogliatoio. Risulta un po' monotono, quando basterebbe un semplice clic.

Phoenix Wright: Ace Attorney TrilogyPhoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

Il gameplay in tutti e tre i giochi è abbastanza simile, ma il secondo introduce qualcosa di nuovo sotto forma di "Psyche-locks". Questo è fondamentalmente un segreto che prevede la presenza di lucchetti che Phoenix ha bisogno di rompere per arrivare alla verità presentando prove al personaggio in questione. Le uniche altre cose che sono diverse sono i protagonisti e le storie, perché il terzo gioco che si concentra molto sui flashback sul tuo ex capo e ai suoi anni da principiante.

La mancanza di innovazione nel terzo gioco è stato il motivo di alcune critiche all'epoca, ma la storia è stata accolta bene. Poiché è presentato come una trilogia, tuttavia, la mancanza di differenze non è così evidente e i tre giochi risultano praticamente simili.

Ovviamente, essendo una visual novel, ci sono un sacco di dialoghi da valutare, che fondamentalmente comporta la lettura e la pressione del pulsante "X" molto spesso (abbiamo recensito la versione PS4). Non c'era voce fuori campo, un aspetto che a nostro avviso avrebbe aggiunto qualcosa all'esperienza per i nuovi giocatori in particolare. Invece, si ha questo bip continuo, mentre il dialogo prende forma. A volta si ha la sensazione che si legga un po' troppo.

Phoenix Wright: Ace Attorney TrilogyPhoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

Detto questo, dobbiamo dire che i dialoghi sono ben scritti, coinvolgenti e spesso divertenti. Anche se molte delle battute sono giochi di parole, colpiscono davvero nel segno e aggiungono fascino generale al gioco. In fin dei conti, sei talmente immerso negli eventi che neanche ti accorgi di leggere tantissimo. Ognuno degli episodi è piuttosto lungo e hai una buona dose di storia e gioco da completare.

Ci sono alcuni personaggi ben progettati e colorati con cui interagire, tra cui una selezione di criminali oltraggiosi e personaggi ricorrenti come Edgeworth, il pubblico ministero che risolve i casi; il detective Gumshoe, il poliziotto un po' sciatto ma simpatico; e Maya Fey, che, con i suoi poteri mistici, può evocare lo spirito di un vecchio alleato per darti consigli.

Il fatto che il gioco abbia una buona scrittura è l'aspetto che maggiormente emerge dal gioco. Considerando le sue umili origini, la grafica è davvero bella e colorata e si adatta bene anche al grande schermo. Hanno uno stile anime, e anche se ci sono poche animazioni in movimento e le espressioni facciali sono un po' limitate, nel complesso lo stile artistico funziona davvero.

Phoenix Wright: Ace Attorney TrilogyPhoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

Il gameplay è ancora molto divertente, e ci sono davvero tante cose da vedere e da fare; tuttavia, l'intera esperienza è molto guidata dalla scrittura, anche se ci è piaciuto che si debba usare la logica per dedurre le soluzioni anziché la semplice raccolta di prove. Detto questo, non è stato sempre logico come avrebbe dovuto, e talvolta si riduce a pura congettura.

Prima di sembrare troppo negativi, Phoenix Wright resta comunque un'esperienza divertente e coinvolgente, e con tre giochi in uno, hai una grande quantità di contenuti da completare. La scrittura è molto buona, e se ti piacciono i giochi narrativi, questo fa certamente al caso tuo, soprattutto se non ci hai giocato in passato. È davvero bello da vedere, e anche se alcuni miglioramenti come dialoghi vocali e un sistema per spostarsi da un punto all'altro meno complicato avrebbero rafforzato il pacchetto, ci ha comunque divertito un sacco.

Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Bello da vedere; Dialoghi eccellenti; Bello vedere che mette alla prova il nostro intelletto.
-
Avremo gradito qualche miglioria in più per ammodernare l'esperienza; Necessita di più momenti d'azione.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto