Italiano
Gamereactor
recensioni
Prince of Persia: The Lost Crown

Prince of Persia: The Lost Crown

Ubisoft torna nello spazio 2D per dare una nuova svolta (classica) alla serie Prince of Persia, ma è sufficiente per iniziare l'anno alla grande per l'azienda francese o è piatto?

HQ

Quando Prince of Persia: The Lost Crown è stato annunciato durante Summer Game Fest l'anno scorso, inizialmente ero un po' scettico sul gioco. Non ero sicuro della direzione artistica e anche i recenti problemi della serie hanno giocato nella mia mente. Ma poi, pochi giorni dopo, ho avuto la possibilità di giocare per la prima volta e la maggior parte delle mie preoccupazioni sono state annullate. Da quel caldo giorno d'estate, ho avuto diverse occasioni di provare The Lost Crown, e ogni volta sono diventato un po' più incuriosito dal gioco e dalla varietà di meccaniche che porta in tavola. Ma la grande domanda è: questo Metroidvania 2D riesce a intrattenere per tutta la sua durata?

La risposta a questa domanda è semplice. Sì, sì. Ma non è una vittoria completa e disinibita per Ubisoft. Prima di tutto, vorrei affermare che lo stile 2D funziona senza sforzo e il modo in cui il gameplay è presentato è di prim'ordine. Si tratta di un'avventura fluida, frenetica ed emozionante che ti tiene sulle spine dal primo minuto fino ai titoli di coda, attraverso il suo complicato platform e i suoi nemici impegnativi. In questo modo, è Prince of Persia in tutto e per tutto. Inoltre, gli elementi Metroidvania sono abbastanza ben presentati. Ti scontrerai con i muri e non sarai in grado di progredire o esplorare ulteriormente senza l'abilità o lo strumento giusto, e questo è prevedibile e familiare come qualsiasi altro Metroidvania nel corso degli anni. La nuova meccanica degli screenshot che ti consente di scattare una foto di un luogo che hai visitato per ricordarti perché dovresti/devi tornarci aiuta con la progressione, ovviamente. Il punto è che funziona a un livello fondamentale, ma il problema principale di Ubisoft è come lega insieme l'approccio Metroidvania e la narrazione generale di questo gioco.

HQ

Se non lo sapevi, The Lost Crown in realtà non riguarda Prince of Persia. Piuttosto, prendi il controllo di un guerriero noto come Sargon, poiché ha il compito di salvare il giovane Prince dai suoi rapitori. Poco dopo, si scopre un complotto che sconvolge le convinzioni e la comprensione del mondo di Sargon, e questo porta l'eroe in un viaggio nel tempo per scoprire il motivo dietro il vero antagonista e allo stesso modo come sconfiggerlo. La narrazione porta Sargon in tutta la posizione di Mount Qaf, un luogo leggendario in cui il tempo non opera più in senso lineare, ed è qui che si insinuano di nuovo gli elementi Metroidvania, perché dovrai visitare biomi unici, completare compiti, parlare con i personaggi, acquisire nuove abilità ed equipaggiamenti, il tutto sulla strada di una distruttiva battaglia finale. L'idea è bella e ragionevole, ma in pratica si presenta più come una serie di cerchi che Sargon deve saltare per raggiungere la sua destinazione finale.

Annuncio pubblicitario:

Manca di finezza nel modo in cui trasmette la sua narrazione e, allo stesso modo, con gran parte della storia raccontata attraverso finestre di dialogo pop-up, non presenta la stessa gravità di altri giochi di azione e avventura. Gli altri personaggi, pur essendo presenti, non spiccano esattamente, e se non fosse per le battaglie frenetiche e folli con molti di loro, la maggior parte sarebbe probabilmente dimenticabile. Ma, fortunatamente, dove questo gioco manca in senso narrativo, eccelle in molte altre aree.

Prince of Persia: The Lost CrownPrince of Persia: The Lost Crown

Prendiamo ad esempio il platforming. The Lost Crown è stato costruito con Nintendo Switch in mente fin dal primo giorno, il che significa che su tutte le piattaforme questo gioco funziona in modo incredibilmente fluido e di solito a 60 FPS o superiore (ho notato alcuni cali di livello a volte sul dispositivo Nintendo). Ci sono sezioni di varia difficoltà, ma ogni parte del gioco ti permette di sfoggiare la tua comprensione delle meccaniche come meglio credi, e questo è fantastico perché molte delle abilità fanno cose leggermente diverse e consentono a Sargon di superare le sfide che gli si presentano di fronte in una moltitudine di modi. Tra l'uso di sistemi di inversione temporale al teletrasporto, agli scatti aerei e al doppio salto, all'arrampicata sui muri e ai salti, oltre a prese, scivoli e altro ancora, ci sono tutta una serie di tecniche di movimento applicabili alla maggior parte dei luoghi intorno a Mount Qaf. Sono anche molto utili quando si tratta di combattimento, il che significa che i sistemi hack n' slashing di base sono migliorati con una tuta creativa di abilità e armi che rendono Sargon un personaggio versatile ed emozionante da usare.

Il combattimento ha una grande profondità e questo è un sistema necessario a causa della velocità e della ferocia con cui attaccano i nemici normali e, soprattutto, i nemici di livello boss. Come ci si aspetterebbe da un Metroidvania, The Lost Crown non è sempre un gioco facile da conquistare, e dovrai esercitarti e perfezionare i tempi di parata e schivata e imparare gli schemi di attacco dei nemici per superarli. Per i boss, questo di solito significa anche capire come evitare devastanti attacchi cinematografici o abilità che occupano l'intero campo di battaglia se si intende rimanere in piedi nel momento in cui le loro corpose barre della salute sono diminuite.

Annuncio pubblicitario:

Anche Ubisoft ha gestito la progressione in modo piuttosto appagante. Ottieni potenziamenti significativi e significativi a un ritmo coinvolgente e puoi quindi potenziare e migliorare i tuoi oggetti preferiti spendendo la valuta guadagnata sconfiggendo i nemici. A volte avrai anche bisogno di risorse più rare per acquistare un potenziamento, ma in generale se tieni d'occhio la mappa ed esplori mentre lavori attraverso la narrazione principale, avrai molte risorse con cui giocare durante la serie di missioni principali. Poi ci sono anche gli amuleti. Questi sono essenzialmente vantaggi che puoi inserire (e potenziare) che aggiungeranno benefici a Sargon e alle sue abilità. Potrebbe trattarsi di più danni alla spada, un pezzo di salute extra, protezione da un colpo mortale una volta per punto di salvataggio, e così via, e puoi equipaggiarli come meglio credi, supponendo che tu abbia gli slot per equipaggiarli effettivamente, slot che acquisirai di più attraverso l'esplorazione e il saccheggio dei forzieri.

Parlando di esplorazione, Mount Qaf è progettato in modo tale che ci siano tonnellate di sfide e contenuti secondari aggiuntivi da esplorare e trovare, ma questo non è nemmeno un mondo enorme e travolgente. È gestibile da esplorare e, allo stesso modo, i segreti sono solitamente offerti in modo tale da non sbattere la testa contro il muro in cerca di risposte. Ubisoft ha trovato un piacevole equilibrio tra sfida e facilità di accesso in senso esplorativo.

Prince of Persia: The Lost Crown
Prince of Persia: The Lost CrownPrince of Persia: The Lost CrownPrince of Persia: The Lost Crown

Laddove ho accennato in precedenza al fatto che la narrazione principale non era esattamente legata al lato Metroidvania delle cose in modo troppo avvincente, e per estensione questo spesso lasciava la trama principale con un po' a desiderare, lo stesso si può dire delle missioni secondarie. Gran parte di questi ruotano attorno alla ricerca e al completamento di missioni di oggetti collezionabili intorno a Mount Qaf, e altri sono storie minori che non riescono mai a intrigare. È chiaro che quando guardi le missioni principali e secondarie, Ubisoft ha faticato in senso narrativo per questo gioco, poiché mentre è spesso completamente buono e funzionale, rispetto al gameplay, al design dei livelli, al combattimento, all'esplorazione e persino allo stile artistico (che prospera durante l'esplorazione e poi spesso diventa un po' un pugno nell'occhio quando si tratta di filmati ravvicinati) manca.

E per me questo riassume perfettamente Prince of Persia: The Lost Crown. Per una moltitudine di motivi, questo gioco è un vero spasso. Mi sono divertito moltissimo a esplorare il mondo e ad affrontare ogni sorta di bestie ed esseri pericolosi del mito e della leggenda, tanto che mi vedo iniziare un nuovo file di salvataggio e affrontare la sfida a una difficoltà più difficile. Ma solo perché ha i suoi punti di forza non significa che The Lost Crown sia un fuoricampo. C'è spazio per miglioramenti per questo gioco e per il modo in cui è fondamentalmente progettato, in particolare nel modo in cui la storia è intrecciata in senso narrativo. Con questo gioco ora nei libri, Ubisoft ha una piattaforma brillante su cui costruire per il futuro, e spero che decidano di farlo, perché è chiaro che tra questo gioco e titoli fantastici come Rayman Legends in passato, Ubisoft ha un'affinità per emozionanti titoli di azione-avventura 2D o Metroidvania.

08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Ottimo platform e suite di combattimento. Prestazioni eccellenti su tutte le piattaforme. Ritmo solido. Un mondo avvincente da esplorare. Ampia varietà di nemici e boss.
-
La narrativa spesso lascia un po' a desiderare. Le missioni secondarie e le sfide non sono sufficienti.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
Prince of Persia: The Lost Crown Score

Prince of Persia: The Lost Crown

RECENSIONE. Scritto da Ben Lyons

Ubisoft torna nello spazio 2D per dare una nuova svolta (classica) alla serie Prince of Persia, ma è sufficiente per iniziare l'anno alla grande per l'azienda francese o è piatto?



Caricamento del prossimo contenuto