Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
recensioni
Rage 2

Rage 2

Uno spassoso open world che si lascia alle spalle il suo passato, desideroso di ricominciare.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Annuncio

Otto lunghi anni non sono stati sufficienti per spegnere in Bethesda il fuoco vivo del marchio Rage. Proprio perché il primo gioco della serie first-person-shooter non ha riscosso grande clamore da parte del pubblico - ma al contrario, fu abbastanza apprezzato dalla critica nonostante i suoi innegabili difetti - è stato abbastanza sorprendente, lo scorso anno, scoprire che l'azienda statunitense volesse dare una seconda chance al suo franchise. Anzi, oltre a riprovarci, la compagnia ha persino deciso di investire in ben due studi, id Software (già creatore del gioco del 2011) e Avalanche Studios, fiduciosa che la sinergia tra le due parti giocasse a favore di questo nuovo gioco. Talvolta, la fortuna aiuta gli audaci e infatti Rage 2 (in uscita domani, 14 maggio, su PC, PS4 e Xbox One) si è rivelata una scommessa vincente, dove l'intensa collaborazione tra due veterani del settore, ciascuno portando nell'esperienza le qualità che meglio li rappresenta, si è rivelata molto prolifica e, in un certo senso, anche un po' inaspettata. Quello che appariva sulla carta un esperimento destinato a fallire, vuoi anche per l'insidioso passato che incombeva alle sue spalle, si è rivelato in realtà un gioco molto divertente e solido seppur non abbia stravolto completamente la formula, confermando la competenza di due studi nel far risorgere in modo convincente un brand che sembrava oramai sepolto.

Ma partiamo dalla trama, forse uno degli aspetti che, rispetto al primo gioco, non ha subito modifiche sostanziali a livello qualitativo. Rage 2 è ambientato a circa 30 anni di distanza dagli eventi narrati nel primo gioco, dopo che un misterioso meteorite ha impattato con il suo terrestre sterminando buona parte dell'umanità. In questi lunghi anni, gli ultimi sopravvissuti hanno provato a reagire, tentando di far ripartire la società attraverso insediamenti e fazioni. Quello che sembrava l'inizio di un nuovo ciclo viene bruscamente interrotto quando il Generale Cross, una sorta di mutante con testa umana e corpo robotico, e la sua armata (nota come Autorità) decidono di prendere il sopravvento e di imporsi come nuovi governatori del mondo. Nel tentativo di contrastare questa nuova minaccia, un gruppo di ultimi Ranger (soldati esperti incaricati di riportare la pace e la stabilità in questo mondo apocalittico) cerca di sventare l'attacco, fallendo e riportando numerose perdite tra le fila dei combattenti. Ne resta solo uno, Walker, che sarà anche il personaggio interpretato dal giocatore, il quale ha il compito di riunire le forze rimaste nel mondo per riuscire a resistere all'avanzata di Cross e riportare quella parvenza di normalità di cui i pochi superstiti vogliono riappropriarsi.

Rage 2

Sebbene non ai livelli del primo gioco, è innegabile che la trama di Rage 2 rappresenti uno dei suoi elementi più fragili. Sarà perché la storia principale non è particolarmente lunga, sarà perché ciò che muove il comparto narrativo non è mai particolarmente interessante, ma appare evidente che chiunque si approcci alla nuova opera firmata a quattro mani da Avalanche e id non sia per i suoi intrecci. L'eccessiva semplicità del racconto viene in qualche modo stemperata dalla presenza di alcuni personaggi piuttosto irriverenti (a partire dai tre comprimari, John Marshall, Loosum Hagar e Anton Kvasir) e da qualche dialogo piuttosto sagace, ma esattamente come il suo predecessore, Rage 2 non brilla certamente per il suo plot. Sotto certi aspetti, anche chi se ne frega, dal momento che il vero cuore del nuovo lavoro edito da Bethesda risiede in tutt'altro, a partire dalle sue meccaniche di gameplay e dai suoi avvincenti quanto letali combattimenti. E in questo settore, dobbiamo ammetterlo, questo nuovo FPS dimostra di avere più di un asso nella manica.

Non è un segreto che il mix vincente tra id e Avalanche avrebbe portato ad una vera miscela esplosiva, ma ciò che siamo chiamati a vivere in Rage 2 è un'esperienza davvero travolgente. Partiamo dal contributo che le menti creative dietro Doom, id Software, sono state in grado di apportare a questo nuovo titolo: Rage 2 è senza dubbio uno shooter FPS molto solido, in cui armi e abilità - queste ultime accessibili tramite luoghi più o meno nascosti, disseminati per la mappa, chiamati Arca - rappresentano un aspetto essenziale attorno cui gravita il successo (o l'insuccesso) di qualsiasi combattimento che ci troveremo ad affrontare sulla mappa del gioco. Di vitale importanza, in Rage 2, è l'aggiornamento costante delle armi e delle abilità in quanto contribuisce alla nostra sopravvivenza, in particolare quando al giocatore viene richiesto di affrontare nemici di livello superiore o in gran numero. Il contributo di id Software si percepisce anche nella straordinaria varietà ed eccentricità delle armi (sfortunatamente, mai ai livelli di Doom, va detto), ma anche nel suo gunplay preciso ed efficace, che permette ai giocatori di godersi la vera anima folle di questo titolo. Sperimentare e mettersi alla prova è un'altra delle tattiche vincenti di Rage 2, ovviamente con le dovute precauzioni: lascia spazio alla creatività con armi e granate, ma non affrontare mai insediamenti nemici se non hai raggiunto un livello del personaggio adeguato. I combattimenti potrebbero rivelarsi inutilmente ostici e difficili da superare (soprattutto nei casi di missioni in cui siamo chiamati a fare piazza pulita di Bulli nei loro insediamenti), lasciando il nostro Walker in balia delle onde e senza alcuna via di scampo.

Rage 2Rage 2Rage 2Rage 2

L'aggiornamento di armi e abilità diventa un fattore importante per la sopravvivenza in questo mondo ostile e pericoloso e, girovagando per la mappa, è facile anche imbattersi in progetti con cui sarà possibile potenziare i nostri veicoli, altro fiore all'occhiello di Rage 2 - di cui, però, parleremo fra poco. Come dicevamo, il DNA unico di id Software si respira a pieni polmoni nell'uso preciso e perfetto delle armi, a cui si aggiungono altri utili diversivi quali le granate e gli iconici Wingstick, i popolari boomerang visti nel gioco del 2011 che permettono non solo di agganciare i nemici, ma anche di eliminare in modo silenzioso qualche odioso bullo nelle vicinanze. A coronare un sistema di combattimento davvero convincente c'è una funzione chiamata "Sovraccarico", che una volta attivata, permette al giocatore di aumentare temporaneamente la potenza di fuoco delle sue armi, con effetti davvero devastanti sul campo di combattimento.

Un altro aspetto in cui Rage 2 brilla è la varietà e la vastità della mappa, elemento a cui dobbiamo dare assolutamente merito agli Avalanche Studios. A differenza del primo gioco, che era caratterizzato da tonalità cromatiche tendente al marrone, lo studio svedese ha preferito qui caratterizzare l'arido e asciutto wasteland che fa da sfondo al gioco con colori brillanti e vivaci, oltre ad offrire paesaggi dettagliati e ricchi a livello visivo. Muoversi tra le quattro città che costituiscono gli epicentri della storia principale sarà senza dubbio più semplice a bordo di veicoli (ce ne sono circa una ventina), un aspetto che in cui si riflette l'influenza di titoli come Just Cause e, soprattutto, Mad Max (2015). Ognuno di questi vanta caratteristiche uniche e possono (devono!) essere costantemente aggiornati ed equipaggiati con nuovi utili strumenti. Il primo veicolo con cui ci mettiamo in marcia nel polveroso mondo di Rage 2 è l'esilarante e parlante Phoenix che, oltre ad essere una compagna di viaggio davvero utile nel mondo pericoloso e ostile che attraversiamo, può essere costantemente aggiornata con equipaggianti davvero brutali.

Il mondo di Rage 2, fortunatamente, non si esaurisce esclusivamente nella campagna, ma vanta anche una lunga lista di attività collaterali e secondarie che amplificano in modo importante la longevità del gioco. Dal rastrellamento dei Bulli nei loro insediamenti alle corse in macchina fino a combattimenti in arena contro spaventosi mutanti, i giocatori avranno sempre le mani in pasta in Rage 2 e per i cercatori di collezionabili tra voi, ci sono anche tanti documenti/indizi che approfondiscono un po' il lore del gioco, un elemento che mira ad offrire un po' di contesto in più anche a coloro che si sono persi l'originale del 2011.

Rage 2Rage 2

In un qualsiasi FPS che si rispetti, il comparto tecnico rappresenta una discriminante essenziale per capire se un gioco vale o meno i vostri soldi. La buona notizia è che l'Apex Engine di Avalanche Studios fa egregiamente il suo lavoro, restituendoci effetti ed esplosioni estremamente caotiche, ma senza mai pesare eccessivamente sulla struttura del gioco. Il frame rate riesce a restare costante e fluido anche nei momenti di maggiore tensione e presenza di effettistica sullo schermo, un aspetto che potrebbe far tirare a molti di voi un bel sospiro di sollievo. Per quanto concerne, invece, l'intelligenza artificiale, dobbiamo dire che i nemici non appaiono affatto stupidi, ma anzi piuttosto reattivi, soprattutto quando si gioca a livelli di difficoltà più elevati. Nulla di insormontabile, ma è un aspetto che abbiamo davvero apprezzato.

Rage 2 è riuscito nella mirabolante impresa di risollevare un franchise che sembrava essersi esaurito con il primo capitolo. Apportando modifiche significative rispetto al Rage originale, questo nuovo lavoro firmato Avalanche e id Software convince ed entusiasma, offrendo tutto sommato un'esperienza di gioco davvero molto divertente e adrenalinica. Certo, abbiamo ancora delle rimostranze nei confronti dell'apparato narrativo che continua ad essere piuttosto blando, e non sono mancati alcuni piccoli bug che hanno caratterizzato la nostra partita, ma al netto di queste problematiche, dobbiamo ammettere che la formula "Avalanche + id" si rivela vincente, in quanto i due studi hanno messo in gioco le rispettive competenze in modo sinergico, facendo compiere alla serie quel salto di qualità di cui aveva bisogno. E speriamo, a questo punto, che Rage 2 rappresenti un nuovo inizio per questo divertente e ambizioso franchise.

Rage 2Rage 2
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Mondo di gioco colorato e variegato; Gunplay solido; Armi e abilità divertenti; Tanti veicoli da personalizzare; Tanta azione da gustarsi; Tecnicamente ineccepibile.
-
La trama è troppo superficiale; Campagna principale troppo breve.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi