Italiano
Gamereactor
recensioni
Robocop: Rogue City

Robocop: Rogue City

Forse il poliziotto più malconcio della cultura pop è tornato sul serio per affrontare i teppisti di Detroit e far rispettare la legge.

HQ

Ormai, Robocop è stato presentato in una miriade di film e giochi, con solo i primi due film che sono davvero buoni. Ma... Erano così follemente bravi che il personaggio continua ad essere amato, non importa quanta spazzatura si trovi. Nel nuovo Robocop: Rogue City torniamo ai film originali e ci rifamiliarizziamo con il Robocop che ho imparato ad amare negli anni '80 per una nuova avventura d'azione ambientata nel mondo molto fantascientifico creato da Paul Verhoeven.

È una strana scena a quindici minuti dall'inizio dell'avventura che mi fa capire che lo sviluppatore Teyon ha colpito nel segno e capisce cosa rende questo mondo così unico. È il futuro come lo vedevamo negli anni '80, non il futuro come è diventato. Quando una persona sta filmando Robocop in una delle scene introduttive, ha in mano una videocamera piuttosto grande del tipo che era comune in passato, quando oggi ovviamente useremmo i nostri telefoni cellulari per filmare. Ma in Robocop: Rogue City non c'è una cosa del genere. Qui, l'atmosfera fantascientifica consiste in sale giochi inzuppate di neon con giochi piuttosto primitivi, piccoli televisori spessi con angoli arrotondati e nemici costituiti da punk classici con acconciature ispirate alla cresta, il tutto incorniciato dalla critica sociale del tipo che abbiamo visto nei film originali.

Robocop: Rogue City
I filmati del gioco contengono scene e battute che faranno urlare di gioia i fan di Robocop.

Ed è esattamente così che dovrebbe essere. Vengo immediatamente trasportato nel mondo di Robocop quando mi viene assegnato il mio primo incarico per liberare un ostaggio, dove vengo anche a conoscenza del "New Guy" e della droga Nuke che è dietro la recente miseria. La situazione degli ostaggi è difficile e la polizia che informa rapidamente Robocop sull'accaduto quando quest'ultimo arriva sulla scena del crimine chiede subito rinforzi, a cui Robocop - interpretato da Peter Weller - risponde "Sono arrivati i rinforzi". Brillante!

Annuncio pubblicitario:

Mentre le parti d'azione sono ovviamente il fulcro di Robocop: Rogue City, Teyon ha cercato di arricchire l'avventura con molti altri elementi come un sistema di livelli, alcuni elementi investigativi, missioni secondarie, storie parallele e molto altro. Inoltre, Robocop è colpito da flashback della sua vita precedente come Alex Murphy, che sono sorprendentemente ben scritti e aggiungono uno strato tanto necessario alla narrazione. Questo rende l'avventura piuttosto varia, anche se si tratta essenzialmente di uno sparatutto abbastanza semplice e rigido.

Robocop: Rogue City
Robocop può subire molte punizioni e i nemici non possono nascondersi perché vengono rapidamente trovati dalla sua tecnologia.

Naturalmente, la sparatoria con l'immensamente potente Auto 9 di Robocop è ancora al centro della storia, e la feccia di Detroit deve essere rimossa piuttosto che perseguita. Qui ci troviamo di fronte a un interessante dilemma. Sappiamo tutti come Robocop si muove e mira, non funzionerebbe molto bene se il gioco ci permettesse di saltare, scivolare sul pavimento, avere un'arma che oscilla di fronte a noi mentre camminiamo e movimenti organici mentre miriamo a diversi nemici. Robocop deve essere rigido e avere un gameplay che in qualsiasi altro caso sarebbe considerato goffo e forse anche brutto. Qui calza a pennello, ma si può giustificare un gameplay scadente perché dovrebbe essere così?

La risposta deve essere sia sì che no per me. Perché quando affronto grandi quantità di nemici e con il mio Auto 9 faccio esplodere i loro crani con colpi ben mirati prima che abbiano a malapena il tempo di rispondere, questo sembra un grande simulatore di Robocop. Ma quando non riesco a fare entrate rapide e i nemici iniziano a sparare e a correre in giro, le cose si complicano molto, soprattutto quando ce ne sono molti. Quest'ultimo spesso mi porta a dover stare troppo sulla difensiva per andare avanti, violando così l'atmosfera di Robocop (probabilmente ricorderete bene quanto me come ha ripulito la fabbrica di droga nel primo film, e non è stato camminando avanti e indietro in una porta sparando ai nemici uno per uno).

Annuncio pubblicitario:

I nemici uccisi perdono anche le loro armi, che puoi ovviamente raccogliere e usare. Tuttavia, Robocop che va in giro con un AK-47 o un Uzi mi sembra strano e ho invece giocato la maggior parte del gioco con l'arma standard.

Robocop: Rogue City
Ecco come si presentava il futuro negli anni '80, era inimmaginabile che le sale giochi si estinguessero.

Inoltre, i livelli sono ragionevolmente grandi e offrono una certa quantità di esplorazione, e in realtà ci sono cose da trovare che ti aiutano nelle indagini, danno XP, salute e simili. Tuttavia, penso che vada a scapito del flusso di gioco che vede Robocop entrare negli armadi e in altre aree secondarie per cercare cose quando è in gioco la vita delle persone. Inoltre, non è senza chiedersi chi ha messo fuori quel cibo OCP che Robocop mangia e perché è in posti dove non dovrebbe assolutamente essere? Questo è ovviamente un classico game design, ma toglie l'atmosfera cinematografica. Forse sarebbe stato meglio con il livellamento automatico e temporizzato?

Al livello di difficoltà standard, il gioco è abbastanza facile, il che non sembra mai un problema perché a Robocop conviene non morire per i proiettili alle piastre pettorali. Invece, sembra completamente in linea con il personaggio essere in grado di camminare e ignorare di essere colpito. Tuttavia, non sei completamente immortale, tranne nelle sequenze centrali in cui puoi subire un enorme pestaggio e puoi trasportare tre zaini che ripristinano la vita alla volta. Può anche essere migliorato in modo da poter trasportare di più se è qualcosa a cui vuoi dare la priorità con i tuoi XP.

Robocop: Rogue City
Robocop è a volte davvero pulito e anche ben progettato.

La stazione di polizia funge da hub centrale in Robocop: Rogue City, e molte missioni e filmati sono basati qui, e ci sono anche diverse missioni secondarie da fare. È una buona aggiunta per la varietà e spesso sono piuttosto divertenti, come avere Robocop che trasporta ubriachi o risponde al telefono. A seconda delle tue decisioni e azioni, cambia anche la fiducia delle persone nei tuoi confronti, qualcosa di cui Teyon è molto orgoglioso, ma che non posso dire si traduca in gameplay in modo evidente. Anche durante le missioni, a volte è possibile eseguire missioni secondarie come dare biglietti per il parcheggio alle persone o aiutare qualcuno in difficoltà, cosa che ho diligentemente fatto, anche se trovo un po' strano che Robocop debba farlo mentre Detroit sta affondando.

Prima di passare alla parte finale della recensione con un riassunto e una valutazione, voglio sottolineare che sono rimasto davvero sorpreso dalla grafica e dal sonoro. Robocop: Rogue City è un gioco molto bello. Certo, le facce di amici e nemici avrebbero potuto essere migliori, ma questo è ampiamente compensato dallo stesso Robocop e dagli splendidi dintorni, che sono tutti squisitamente progettati e spesso offrono effetti di luce davvero piacevoli. Inoltre, Teyon ha fatto un ottimo lavoro con il paesaggio sonoro, con un sacco di peso e un Peter Weller che offre le battute di Robocop nel suo modo iconico. Senza rovinarvi il divertimento, penso che la storia del gioco sia abbastanza ben scritta e funzioni per mantenere vivo l'interesse. Tuttavia, sento che perde slancio verso la fine e che la resa dei conti non sembra soddisfacente, il che è un peccato.

Robocop: Rogue City
È importante scegliere l'opzione giusta perché ha conseguenze diverse, almeno secondo lo sviluppatore Teyon.

Ma nonostante il fatto che il finale avrebbe dovuto essere scritto meglio, e che il gameplay del gioco è irregolare, e che non è mai divertente cercare cose con il protagonista più lento nello spazio sparatutto in prima persona - Robocop: Rogue City funziona come un perfetto simulatore di Robocop per i fan. Nei suoi momenti migliori, ho quasi ridacchiato come un bambino davanti allo schermo e mi è stato ricordato il motivo per cui amo così tanto il personaggio, e il meraviglioso mondo è incredibilmente ben realizzato e offre elementi che i fan amano (non ultimo lo scontro con il boss con ED-209). Non è un capolavoro, ma una lettera d'amore ai fan di Robocop che è molto facile da consigliare nonostante gli evidenti difetti, dove lo stesso Alex Murphy è responsabile della maggior parte di essi.

HQ
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
La visione di Verhoeven perfettamente realizzata. Grafica molto buona. Bella atmosfera Robocop. Colonna sonora martellante. Approccio variegato. Peter Weller è Robocop.
-
Dure battaglie. Finale sciatto. Esplorazione irregolare.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
Robocop: Rogue CityScore

Robocop: Rogue City

RECENSIONE. Scritto da Jonas Mäki

Forse il poliziotto più malconcio della cultura pop è tornato sul serio per affrontare i teppisti di Detroit e far rispettare la legge.



Caricamento del prossimo contenuto