Italiano
Gamereactor
recensioni
R.U.S.E.

R.U.S.E.

Classica strategia in tempo reale o classico gioco da tavolo? In R.U.S.E. non dovete più scegliere. Ecco il gioco che potrebbe farvi smettere di giocare a Starcraft II.

La Seconda Guerra Mondiale è stata eviscerata sia dai videogiochi che dal cinema e dalla letteratura. È un momento in cui i buoni erano buoni e i cttivi erano cattivi, una situazione che specialmente negli Stati Uniti si ama ricordare continuamente con orgoglio. Dunque non è poi così strano che Eugen System abbia deciso di ambientare il suo R.U.S.E. proprio in questo periodo, dato che ha molto più in comune con classici giochi da tavolo come Risiko che con titoli come Starcraft. È un gioco di strategia che mette a dura prova la nostra materia grigia.

Se si allarga con lo zoom nel gioco ci si rende subito conto che il nostro campo si battaglia è un plastico, e che i carri armati e le truppe sono semplici modellini. Il tavolo si trova nel mezzo di una sala logistica, dove segretarie e strateghi parlano via radio, corrono in giro con documenti o stanno in piedi sopra il tavolo con le loro mani dietro la schiena. È un effetto davvero impressionate, che ha molto in comune con Toy Soldiers per XBLA, nel quale le battaglie della Prima Guerra Mondiale erano combattute da soldatini in un diorama. Il tutto si fa ancora più bello quando, durante il combattimento, si gira la camera verso il cielo per vedere le ombre oscure degli "dei di guerra" che osservano il tavolo dall'alto.

R.U.S.E.

Se avete fretta, R.U.S.E. non fa per voi. Proprio come un gioco da tavolo richiede mosse ben pianificate e tattiche che consentono di vincere le battaglie, in contrapposizione alle decisioni veloci e all'ossessivo micro-management di altri giochi. Purtroppo il gioco allunga un po' troppo la curva di apprendimento, il che significa che le prime due ore di gioco nella campagna single player è solo un lungo tutorial per imparare a controllare le armate.

Quando finalmente il gioco inizia a fare sul serio, si iniziano a costruire delle basi e i momenti noiosi sono pochi, nonostante il ritmo calmo. Il nostro cervello è infatti costantemente impegnato a pensare alla mossa successiva.

Uno degli aspetti chiavi della meccanica del gioco è dato dagli Stratagemmi (Ruses, in inglese). Abilità speciali che consentono di ingannare i propri avversari o potenziale le proprie truppe. Nonostante tutto l'hype che avevo, il sistema degli stratagemmi non si è rivelato così perfetto come si prospettava essere. Il concept secondo cui dovremmo condurre una guerra di informazioni mentre, contemporaneamente, combattiamo una guerra vera è stato ridotto a una funzione che già esiste nei giochi di strategia da tempo immemore. Detto questo, la nuova focalizzazione su queste abilità è comunque benvenuta.

R.U.S.E.

Il trucco consiste spesso nel combinare alcuni stratagemmi, come ad esempio attaccare il proprio avversario su due fronti allo stesso tempo utilizzando finti carri armati. Mentre il nostro nemico è impegnato a distruggerli, si costruisce un esercito più grande presso la propria base e con l'aiuto dello stratagemma "blitz" è possibile caricare il nemico frontalmente mentre la sua armata è divisa in due. Alla fine si può aggiungere lo stratagemma "fanatismo" che raddoppia il danno delle nostre truppe per essere sicuri di annientare i nemici.

Lo scenario descritto sopra ovviamente richiede che tutto vada come previsto. Il che accade raramente. Il gioco può essere diabolicamente difficoltoso persino in difficoltà normale, e se state giocando contro un umano dovrete dare fiato a tutte le vostre abilità tattiche.

C'è una storia in R.U.S.E., la quale include due comandanti su due fronti opposti che vogliono salire di grado, ma non è molto interessante. È molto più divertente andare online e mettere le proprie abilità in gioco con veri avversari umani. Il gioco giunge infatti con una modalità online competitiva che, forse, non è sopra la media, ma comunque è abbastanza assuefante. In particolare è una splendida arena per provare le proprie combinazioni di truppe e stratagemmi, una cosa che la campagna non è in grado di fare. È inoltre divertente provare le squadre che normalmente non possono essere giocate, così come l'abilità di scegliere un tempo storico che determina la disponibilità di truppe e stratagemmi.

R.U.S.E.

R.U.S.E. è un gioco di strategia che chiede al giocatore un passo avanti e uno indietro. Ha un piede sui classici giochi da tavolo, e un altro puntato verso il futuro dei giochi sensibili al movimento e ai controlli multi-touch. Nonostante il grande divario tra questi due mondi, R.U.S.E. è un titolo molto solido.

R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
R.U.S.E.
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Profondità tattica, presentazione unica, multiplayer robusto
-
La campagna inizia molto lentamente
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

R.U.S.E.Score

R.U.S.E.

RECENSIONE. Scritto da Petter Mårtensson

Classica strategia in tempo reale o classico gioco da tavolo? In R.U.S.E. non dovete più scegliere. Ecco il gioco che potrebbe farvi smettere di giocare a Starcraft II.



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.