Italiano
Gamereactor
recensioni
Tales of Kenzera: Zau

Tales of Kenzera: Zau

Il primo gioco di Surgent Studios racconta una storia sincera, ma non riesce a offrire nulla di nuovo e migliore in termini di gameplay.

HQ

Ori and the Blind Forest, Ori and the Will of the Wisps, Hollow Knight, The Messenger, Rogue Legacy 2 e anche Prince of Persia: The Lost Crown di quest'anno. Negli ultimi anni siamo stati benedetti da molti fantastici giochi d'azione/platform in 2D, quindi è difficile per i nuovi giochi sfondare ai vertici in questi giorni. Presentazione, controlli, level design, combattimento, ecc. Tutto deve essere fantastico per accontentare i giocatori privilegiati. Ecco perché penso che il divertimento e la piacevolezza Tales of Kenzera: Zau svaniranno nell'ombra degli altri fantastici giochi del 2024.

Tales of Kenzera: Zau

Mi sento malissimo per aver iniziato in questo modo, dato che Abubakar Salim ha continuato a sottolineare che Tales of Kenzera: Zau è ispirato al dolore per la perdita di suo padre, ma non c'è niente di speciale nella storia del gioco. Chiunque abbia vissuto l'esperienza della morte di qualcuno vicino o anche solo ci abbia pensato, sa dove andrà a parare questa storia dopo cinque minuti. Ciò non significa che sia del tutto noioso. La maggior parte di voi sarà in grado di immedesimarsi nel viaggio del giovane sciamano Zau per sconfiggere e catturare tre spiriti affinché la morte stessa riporti in vita suo padre. Ogni dialogo e boss mi ha fatto ricordare le mie esperienze con la morte, e questo ovviamente avrà un impatto su alcuni più di altri. Il mio unico problema con questa interpretazione è che Tales of Kenzera: Zau finisce per essere molto prevedibile e dimenticabile, anche se è divertente conoscere la cultura swahili.

Tales of Kenzera: ZauTales of Kenzera: Zau
Annuncio pubblicitario:

Lo stesso si può dire del gameplay. È importante notare che preferisco personaggi molto reattivi nei giochi platform. Alcuni dei migliori includono Dead Cells e Hollow Knight, perché i personaggi reagiscono immediatamente alla maggior parte dei miei input, indipendentemente dalla situazione. Tales of Kenzera: Zau sembra estremamente lento e poco reattivo in confronto. I miei comandi impiegano troppo tempo a registrarsi quando gioco su PlayStation 5, e non aiuta il fatto che Zau reagisca a malapena quando salta. Una buona cosa per quelli di voi che hanno meno esperienza con questo tipo di giochi rispetto al sottoscritto, perché rende più facili i salti sui muri e altre sequenze platform più complesse. Per i giocatori più esperti, tuttavia, diventa un po' semplice e banale. Avere aree con ostacoli che sembrano riempitivi per raggiungere il traguardo delle 10 ore per Platinum cacciatori su PlayStation è solo la crema scaduta in cima.

Tuttavia, non è male quando ci si abitua e si gioca nei locali del gioco. Correre, correre e saltare attraverso i livelli senza sudare è un po' rinfrescante dopo aver giocato a titoli più impegnativi. Vedere i bei colori e la manciata di ambienti accattivanti volare via mentre una buona colonna sonora suona in sottofondo è un'esperienza rilassante adatta a una serata tranquilla. Almeno fino a quando non ti imbatti in nemici.

Tales of Kenzera: Zau
"Presto, abbiamo bisogno di qualcosa per evitare che il giocatore corra dritto in avanti troppo a lungo... "

Perché un aspetto in cui Tales of Kenzera: Zau eccelle rispetto ad alcune delle sue controparti è il combattimento. Non c'è esattamente una schiera diversificata di nemici, ma il sistema stesso è piuttosto divertente e coinvolgente. Passare senza soluzione di continuità tra le maschere Sun (combattimento ravvicinato) e Moon (lunga distanza) mescolando un grande scatto/schivata, una palla di ghiaccio che congela i nemici e i super attacchi speciali che possono annientare qualsiasi cosa sullo schermo se sincronizzati e usati bene è avvincente. Non stiamo parlando di qualcosa come God of War, Dead Cells o altri sistemi di combattimento di livello mondiale, ma è senza dubbio la parte migliore di questo gioco.

Annuncio pubblicitario:
HQ

Certo, ho elogiato il platforming, ma i difetti non si fermano ai controlli lenti e poco reattivi che potrebbero essere le ragioni del level design un po' lineare e semplice. Un elemento che ogni cosiddetto gioco Metroidvania deve inchiodare è la mappa, e Tales of Kenzera: Zau fallisce miseramente in questo reparto. Avere versioni minuscole dell'ambiente rappresentate sulla mappa è piuttosto interessante, ma non essere in grado di vedere o contrassegnare aree a cui non puoi ancora accedere è un enorme passo falso. Probabilmente avrei passato un paio d'ore in più a cercare gli ultimi oggetti da collezione se non fosse stato per il fatto che ogni bioma è abbastanza piccolo e tiene traccia di quanti ne mancavo. Non che questo abbia impedito che fosse frustrante tornare in un'area con una nuova abilità, solo per rendermi conto che l'area inesplorata ne richiedeva un'altra che avrei ottenuto in seguito.

Tales of Kenzera: Zau

Per farla breve: Tales of Kenzera: Zau è un gioco divertente che è più adatto a quelli di voi che sono un po' nuovi al genere e/o vogliono riflettere sulle diverse fasi del lutto. Chiunque cerchi di più ha molte opzioni migliori là fuori, poiché i controlli poco reattivi, il design dei livelli abbastanza semplice e una mappa orribile sono difetti che non puoi avere quando la concorrenza offre qualcosa di molto migliore. Per concludere dicendo una cosa che so che molti useranno per riassumere l'esperienza nei podcast: è un buon gioco PlayStation Plus Extra.

Tales of Kenzera: Zau
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Una storia in cui ci si può riconoscere. Il platforming è facile e divertente. Combattimenti avvincenti.
-
Controlli che non rispondono. Progettazione dei livelli noiosa. Mappa terribile.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

0
Tales of Kenzera: Zau Score

Tales of Kenzera: Zau

RECENSIONE. Scritto da Eirik Hyldbakk Furu

Il primo gioco di Surgent Studios racconta una storia sincera, ma non riesce a offrire nulla di nuovo e migliore in termini di gameplay.



Caricamento del prossimo contenuto