Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
The Last of Us

The Last of Us: Remastered

Sappiamo tutti che il gioco è eccezionale in partenza, ma le differenze introdotte possono giustificare un secondo acquisto?

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Questa recensione si concentra principalmente sulle differenze e le nuove opzioni disponibili nella versione del gioco per PlayStation 4. Per un parere più dettagliato su The Last of Us, potete dare un'occhiata alla nostra recensione originale. Se volete saperne di più sul DLC dedicato a Ellie, Left Behind, incluso in The Last of Us: Remastered, potete poi dare anche un'occhiata qui.

Ormai conosciamo tutti la qualità di The Last of Us. Il gioco di Naughty Dog ha messo letteralmente l'industria in ginocchio nel 2013, e ha fornito un'esperienza cinematografica indimenticabile. Questo senza cadere nella trappola del dimenticarsi che, in primo luogo, si tratta di un gioco. E di un gran gioco.

Ora, con questa riedizione su PlayStation 4, attraverso la sua versione "Remastered", abbiamo avuto l'opportunità di ripercorrere l'epico viaggio di Joel ed Ellie, senza pentircene. The Last of Us continua ad essere un'esperienza fenomenale e su PS4 è più in forma che mai. E' stato un piacere rivedere questo mondo e questi personaggi e vedere come entrambi siano cambiati in un anno. E a tutti gli effetti, questa è la versione definitiva di The Last of Us.

The Last of UsThe Last of Us

La grande novità di questa versione Remaster è, ovviamente, il miglioramento grafico e tecnico. La versione PlayStation 4 include una risoluzione di 1080p, con texture migliorate ed un sistema di illuminazione aggiornato. C'è una netta differenza (il gioco era comunque spettacolare su PS3), e anche se si nota che The Last of Us non è un gioco di nuova generazione, è innegabile che abbia un aspetto migliore rispetto alla versione PS3. E in generale continua ad essere un bel gioco.

A livello tecnico ci sono grandi cambiamenti che interessano la grafica e il gameplay, ma che non sono visibili nelle immagini: il gioco ora può essere eseguito a 60 fotogrammi al secondo. Onestamente, questa fluidità all'inizio mi ha lasciato perplesso. Sembrava un po' surreale vedere The Last of Us a 60 fotogrammi al secondo, ma con il passare dei minuti mi ci sono abituato, tanto che adesso mi sembra difficile tornare ai 30 fotogrammi al secondo della versione originale. Comunque, nel caso lo vogliate, c'è la possibilità di "bloccare" i fotogrammi al secondo a 30. Questo permette un'esperienza meno oscillante (il gioco non è sempre a 60 fps) e migliora le ombre dinamiche del gioco.

A 30 o a 60 fotogrammi, The Last of Us ha comunque un aspetto fantastico. Si tratta di un gioco con una bellezza particolare e vale la pena fermarsi, ogni tanto, a contemplare alcuni splendidi paesaggi, anche se si tratta di una civiltà in rovina. E se vogliamo catturare un momento o un paesaggio particolare, ora è finalmente possibile grazie alla nuova modalità fotografica per catturare immagini migliori.

Una delle novità più interessanti per i giocatori "hardcore" è l'introduzione di nuove modalità di difficoltà, sbloccate fin dall'inizio. Oltre ad offrire un comportamento più intelligente e spietato ai nemici, le nuove difficoltà eliminano alcune opzioni (come ad esempio la capacità di vedere i nemici attraverso i muri) e le informazioni sullo schermo. Per i più coraggiosi, questo è un modo unico per affrontare l'esperienza The Last of Us

Questa versione Remastered beneficia anche del passaggio dal DualShock 3 al 4. I controlli funzionano meglio, soprattutto nelle parti shooter, oltre ad aggiungere alcune componenti, come ad esempio l'audio dal controller, anche se è possibile disattivarlo se non è un'opzione che vi aggrada.

The Last of UsThe Last of UsThe Last of Us
The Last of Us

L'ultima attrazione principale di questa versione rimasterizzata è l'aggiunta dei DLC precedenti, con particolare riferimento a Left Behind, una mini-campagna in single-player con protagonista Ellie. Non manca, ovviamente, il multiplayer competitivo, con i rispettivi DLC, anche se va sottolineato che i vostri precedenti progressi non verranno mantenuti. Fortunatamente, tutti i contenuti acquistati sulla versione PS3 verranno trasferiti alla versione PS4.

L'originale The Last of Us è stato rilasciato poco più di un anno fa e ci ha offerto un'esperienza memorabile. Così memorabile che il ricordo è ancora vivido, tanto da poter alienare alcuni giocatori in questa versione Remastered. Se così fosse, o se le vostre finanze scarseggiano anche in vista delle vacanze estive, le differenze della versione PS4 non sono certamente un motivo sufficiente per spendere 49,99€. Tutto dipende da quanta voglia avete di tornare a giocare a The Last of Us. D'altra parte, se non avete avuto la possibilità di giocare alla versione PS3, in quel caso non abbiamo dubbi. The Last of Us: Remastered è la versione definitiva del nuovo titolo a cui dovete assolutamente giocare.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
10 Gamereactor Italia
10 / 10
+
Rimane una delle migliori esperienze degli ultimi anni; include la mini-campagna di Ellie, Left Behind.
-
Le differenze dalla versione PS3 non sono così impressionanti. I progressi in multiplayer non vengono mantenuti.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto