Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Trine 4: The Nightmare Prince

Trine 4: The Nightmare Prince

Ci siamo avventurati negli ambienti magici di The Nightmare Prince per capire cosa è accaduto in questo quarto capitolo.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

La storia di Trine e dei suoi eroi Amadeus, Zoya e Pontius riprende dopo essersi presa una pausa di circa quattro anni ed è tornata con il botto. Trine 4: The Nightmare Prince continua la deliziosa saga e migliora la formula ideata dal team di Frozenbyte e qui avrai il compito di trovare e salvare il principe Selius, un giovane nobile che è stato parzialmente corrotto da una specie di forza oscura, assumendo la forma della propria ombra per via della sua curiosità nei confronti della magia; ma a quanto pare il potere ha la meglio su di lui. Per salvare il principe, dovrai intraprendere un viaggio epico in una vasta terra magica risolvendo enigmi, completando sequenze platform e combattendo contro gli incubi del giovane principe.

Come al solito quando si tratta di Trine, l'attenzione principale è rivolta ai vari puzzle che finiranno per impegnare per la maggior parte del tempo i giocatori - come dovrebbe essere, considerando quanto siano ben messi insieme i puzzle. Questi fanno uso di tutti e tre i personaggi, quindi se stai giocando da solo, dovrai passare da un personaggio all'altro abbastanza spesso, il che avviene semplicemente premendo uno dei due pulsanti frontali. Se stai giocando in coop, tuttavia, puoi fare tutto questo sia in locale sia online con un massimo di due amici, il che significa che dovrai semplicemente collaborare con loro per raggiungere il tuo obiettivo.

Per quanto riguarda l'attraversamento degli ambienti, i tre eroi di Trine, ovviamente, hanno abilità separate. Amadeus, il mago, può evocare quattro diversi tipi di oggetti: una scatola, una tavola (che può essere usata come una rampa o un ponte), una sfera di metallo e una palla rimbalzante, anche se quest'ultima non l'abbiamo mai utilizzata molto. Questi oggetti possono attaccarsi ad alcune superfici - come neve alta, punte e pannelli magici - e possono anche essere spostati liberamente usando le abilità telecinetiche di Amadeus, oppure attaccare delle corde a Zoya affinché possa oscillare o attaccarsi ad altre superfici per creare ponti su cui camminare.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Zoya, oltre a poter attaccare le corde (di cui ci sono due varianti, una vecchia corda normale e un'altra che permette all'oggetto attaccato di levitare) a varie superfici e creare ponti, ha tre diverse frecce a sua disposizione: frecce standard, di fuoco e di ghiaccio. Le frecce di fuoco vengono utilizzate per risolvere enigmi che coinvolgono specifiche piastre a pressione termica e le frecce di ghiaccio vengono utilizzate per congelare le superfici mobili necessarie per rimanere in posizione affinché il giocatore possa procedere. Naturalmente, le frecce vengono usate anche in combattimento e alcuni nemici sono deboli a elementi specifici. Zoya è anche l'unico personaggio che può oscillare da cerchi di metallo e oggetti evocati da Amadeus, il che è utile.

Infine, Pontius è il bruto della banda, con tre abilità specifiche: ha un utile attacco da mischia, una schivata (che si distingue dalla schivata degli altri due personaggi) che gli permette di frantumare oggetti contro muri specifici - di cui parleremo più avanti - e uno scudo che può usare per dirigere fasci di luce, usato per risolvere alcuni puzzle successivi nel gioco, oltre a deviare proiettili e levitare. Man mano che lo scudo viene aggiornato, Pontius è in grado di impostare uno scudo "spettrale" fino a due volte, semplificando la gestione dei puzzle di luce.

Tutte queste diverse abilità e le loro varianti funzionano all'unisono tra ogni personaggio in modo spettacolare. Amadeus, ad esempio, può incontrare una parete di cristallo che può essere rotta solo da una delle sue sfere metalliche evocate o da un masso. Zoya può quindi collegare la suddetta sfera a un anello di metallo sul soffitto, seguita da Ponzio che sbatte la sfera, facendola oscillare dalla corda attaccata alla parete di cristallo, frantumandola. Esistono molte varianti di questo schema e ogni volta che capisci i puzzle, ti senti come se avessi davvero realizzato qualcosa di grandioso.

Il gioco è molto lineare ma ci sono molti percorsi segreti da scoprire se esplori a fondo i livelli e, una volta trovato, i puzzle più difficili saranno spesso nascosti all'interno, offrendo un'esperienza più tosta a coloro che desiderano affrontarli.

Trine 4: The Nightmare Prince

Man mano che i puzzle diventano più impegnativi, cosa che fanno naturalmente, vorrai aggiornare i tuoi personaggi, cosa che fai usando la valuta in-game, che sono essenzialmente sfere che troverai mentre ti fai strada lungo ogni livello, ma le aree segrete spesso ti garantiscono di più. Le abilità principali sono sbloccate mentre giochi, mentre alcuni aggiornamenti devono essere acquistati (cosa che ci siamo dimenticati molte volte anche se c'è un prompt sullo schermo che ti avvisa quando hai abbastanza punti da spendere, rendendo alcuni combattimenti piuttosto difficili - oops).

La storia del gioco è interessante e i pezzi condivisi arrivano al momento giusto tra un capitolo e l'altro, il che significa che l'avventura rompicapo non viene interrotta da cutscene. Alcuni si sono lamentati del gioco precedente per il fatto che non erano previsti DLC, ma a quanto pare non sarà così con Trine 4: The Nightmare Prince. Il gioco sembra completo e ha un finale definitivo, ma c'è tranquillamente spazio per un'avventura futura.

Un aspetto che spicca in Trine 4: The Nightmare Prince, a parte i puzzle magistralmente realizzati, è la sua grafica fantastica. Il mondo di Trine è assolutamente meraviglioso e nonostante la precedente iterazione fosse in 3D, Frozenbyte è tornato alle sue radici 2.5D e sembra una buona scelta. Ci sono dettagli incredibili negli ambienti e il design stravagante, accompagnato da una colonna sonora meravigliosa e da una narrazione adorabile, fa sembrare il gioco simile ad un libro di fiabe. Ogni scelta fatta durante la creazione del mondo di Trine 4: The Nightmare Prince sembra quella giusta, perché ogni aspetto si sposa sempre benissimo con un altro.

Trine 4: The Nightmare Prince

Non siamo riusciti a mettere via il gioco, quasi per niente, e ci abbiamo giocato per quattro giorni. Sebbene non stessimo tenendo traccia del tempo, possiamo sicuramente dire che il gioco ha dimensioni abbastanza grandi per il suo genere e non è mai stato noioso. Non abbiamo riscontrato alcun bug nel gioco, tranne il fatto che i risultati su Xbox One hanno smesso di sbloccarsi dopo circa un terzo della storia.

Trine 4: The Nightmare Prince è una bella storia stravagante di tre adorabili eroi che si imbarcano in un'epica missione mentre accompagnano il giocatore nella sua partita. I tre eroi hanno ognuno una propria personalità distinta ed è bello ascoltare le battute tra i personaggi mentre ti muovi nel mondo pieno di enigmi. Ci siamo divertiti molto a giocare sia da soli che con un amico e possiamo consigliarlo con tutto il cuore a tutti quei giocatori che cercano un'epica fiaba puzzle-adventure in cui perdersi.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Trine 4: The Nightmare Prince
Trine 4: The Nightmare Prince
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Splendidi ambienti, buon equilibrio tra combattimento, storia e enigmi, i puzzle sono impegnativi ma divertenti, ottima colonna sonora, dialoghi divertenti, bel sistema di aggiornamento
-
La cooperativa locale è stata difficile da attivare agli inizi.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto